Forlì, morte di Alice. L'automobilista patteggia 14 mesi

Forlì, morte di Alice. L'automobilista patteggia 14 mesi

Forlì, morte di Alice. L'automobilista patteggia 14 mesi

FORLI' - Quattordici mesi. E' quanto ha patteggiato la giovane automobilista di 27 anni che il 13 gennaio di due anni fa aveva investito ed ucciso l'undicenne Alice Valenti in viale Roma, a Forlì. Quella tragica mattinata la conducente, al volante di una Citroen C3, si stava recando al lavoro quando travolse la bimba. La perizia ha accertato che la 27enne non aveva assunto alcolici, non guidava col telefonino in mano e procedeva secondo i limiti di velocità imposti in quel punto.

 

L'imputata era difesa dagli avvocati Maurizio Misirocchi e Andrea Garavini, mentre la famiglia (che non si è costituita parte civile) dall'avvocato Luigi Ciochetti. Scagionata già alcuni mesi l'altra automobilista, che, al volante di una 'Opel Tigra', passò sul corpo di Alice già morta. Dalla perizia era infatti emerso che fu l'impatto con la 'Citroen' ad uccidere l'undicenne. L'accusa era rappresentata dal pm Marco Forte.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -