Forlì: Municipalia, il patrimonio culturale fra Comune e Nazione

Forlì: Municipalia, il patrimonio culturale fra Comune e Nazione

FORLI' - Giovedì 25 febbraio si terrà a Forlì, presso il Palazzo del Monte di Pietà (in c.so Garibaldi, 45) il quarto e conclusivo atto del progetto di ricerca "Municipalia", volto ad approfondire - sia dal punto di vista teorico che storico - il tema della tutela del patrimonio artistico e culturale.

 

Il progetto, finanziato dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, ha indagato in particolare i modi in cui si è costruita la nozione di patrimonio artistico e culturale nelle due realtà cittadine di Forlì e di Pisa, grazie all'attività parallela di due gruppi di lavoro, uno a Forlì guidato dal prof. Roberto Balzani (e composto da Francesca Nanni e Federica Rizzoli) ed uno a Pisa guidato dalla Prof.ssa Donata Levi (e coordinato da Denise La Monica ed Emanuele Pellegrini). Nata dalla collaborazione tra la Scuola Normale di Pisa e l'Università di Bologna, la ricerca si è protratta per tre anni lungo molteplici linee di approfondimento presentate in tre diversi convegni nelle due città oggetto di studio: dal minuzioso recupero dei provvedimenti emanati dalle varie autorità locali alla definizione del decoro urbano in età comunale, dalla riconfigurazione del patrimonio in seguito ad eventi traumatici (incendi, soppressioni, ecc.) al rapporto fra lo sviluppo di saperi disciplinari (l'antiquaria, l'archeologia, la storia dell'arte) e alla valorizzazione di settori del patrimonio trascurati, dalla creazione di modalità di fruizione del patrimonio cittadino anche tramite le guide alla riorganizzazione degli assetti urbani secondo le normative vigenti.

 

Questo quarto convegno intende coinvolgere anche studiosi di altre istituzioni e di altri ambiti geografici per verificare la validità della metodologia adottata misurandola su varie situazioni locali e nello stesso tempo per sollecitare l'elaborazione di una più ampia e serrata trama di casi municipali nel loro complesso rapporto con la costruzione dell'idea di Nazione.

 

Al saluto - alle 14 - del presidente della Fondazione Piergiuseppe Dolcini e del direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa Salvatore Settis, seguiranno infatti gli interventi di Roberto Balzani ("Le ricerche del gruppo forlivese"), Donata Levi ("Le ricerche del gruppo pisano"), Francesca Nanni ("Temi e protagonisti della tutela a Forlì: la nascita della pinacoteca civica e l'identità locale") e Federica Rizzoli ("Il sogno della modernità: Forlì e le sue mura tra abbattimenti, riusi e paesaggio"). I lavori riprenderanno quindi alle 16 con gli interventi di Giovanni Ciccaglioni e Laura Benassi sulla realtà toscana in generale e su quella pisana in particolare, di Salvatore Adorno sulla tutela del paesaggio a Siracusa tra XIX e XX secolo, di Maddalena Vazzoler sul patrimonio civico genovese dopo le soppressioni napoleoniche, e di Martina Visentin e Marco Mozzo sulle politiche di tutela del patrimonio in Friuli tra XIX e XX secolo. Le conclusioni, alle 17.50, saranno nuovamente a Salvatore Settis.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -