Forlì, Napolitano. Di Maio: "Città 'capitale' delle celebrazioni per i 150 anni"

Forlì, Napolitano. Di Maio: "Città 'capitale' delle celebrazioni per i 150 anni"

Forlì, Napolitano. Di Maio: "Città 'capitale' delle celebrazioni per i 150 anni"

"Con la giornata storica di oggi 8 gennaio 2011, Forlì si candida ad essere la 'capitale' delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità". Lo afferma Marco Di Maio, consigliere comunale e segretario del Partito Democratico forlivese, ricordando che lo stesso Napolitano ha definito quanto fatto Forlì "esempio che mi auguro venga seguito altrove, in tutte quelle parti del paese che sanno come divennero Italia, al pari della Romagna, da Milano, a Venezia, a Verona".

 

"La straordinaria giornata che Forlì ha vissuto, - fa notare Di Maio - i servizi di apertura andati in onda su tutti i principali telegiornali nazionali, gli articoli su tutti i principali quotidiani del paese e soprattutto le parole espresse dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, onorano Forlì e ricordano a questa città di avere un patrimonio culturale, storico e umano di cui andare orgogliosi".

 

"La visita di Napolitano è stato un momento altissimo, sia del punto di vista emotivo che dal punto di vista istituzionale e culturale - prosegue il consigliere -. Un evento che ha riaffermato l'orgoglio di appartenere a questa terra e che ci deve dare la giusta spinta e il massimo entusiasmo entusiasmo per intraprendere un anno, il 2011, che richiederà in molte occasioni la massima coesione, concordia e collaborazione possibile per affrontare le tante sfide che abbiamo di fronte".

 

Il presidente Napolitano, che ha elogiato il sindaco di Forlì, Roberto Balzani, per il suo avvincente racconto sulla Romagna risorgimentale, ha dichiarato: "Forlì mostra di avere veramente coscienza delle proprie radici e del proprio contributo al moto unitario e sa far rivivere questa sua storia nel modo più efficace". "Una coscienza - chiude Di Maio - da cui vogliamo partire per costruire un nuovo moto, quello che deve portarci nel futuro".  


Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Bug
    Bug

    Forse alla redazione di Romagna Oggi, non piace che si critichi il sindaco, visto che un mio commento in tal senso scritto ieri sera, non è apparso sotto questo articolo, comunque riprovo. Più che avvinto, il Presidente Napolitano sembrava "annichilito" dall'interminabile lezione del sindaco Balzani, tanto da andarsene alla chetichella tra la delusione di quanti erano davanti al maxischermo, al freddo per sentirlo parlare! Per sentire una lezione sul risorgimento del prof Balzani, non c'era bisogno di scomodare il presidente della Repubblica, ci si riuniva da qualche parte e via...cmq, a Ravenna Napolitano è intervenuto ben due volte, in commemorazione di Boldrini e Zaccagnini e poi a teatro, dove il sindaco ravennate non gli ha rubato la scena e il suo discorso è stato chiaro e pienamente condivisibile...mi sarebbe piaciuto ascoltarlo a Forlì, se ne avesse avuto il modo...sarà per un'altra volta! P.S. il richiamo a Balzani non è stato un elogio, ma un ricordare la lezione fatta dal prof...gli rimarrà per un bel pezzo in mente al presidente!

  • Avatar anonimo di steno
    steno

    Per chi non sa leggere!!! Il riferimento a Forlì è fatto sull'importanza di aver saputo in modo concreto celebrare un momento importante, metodo che va preso come esempio. A Reggio c'è stata la celebrazione della bandiera in quanto città natale del tricolore.

  • Avatar anonimo di Bug
    Bug

    caro segretario Di Maio, il presidente Napolitano, più che avvinto dalla lezione del prof Balzani, sembrava annichilito dalla stessa, tanto da andarsene senza intervenire! Sara mai possibile che in occasione di un simile evento, non si sia parlato delle parole pronunciate da Napolitano, ma solo della magnifica figura fatta dal nostro sindaco, che prima del fatto si raccomandava ai cittadini forlivesi che stessero buoni,in " tregua di Dio" per fargli vedere che non siamo maleducati! Credo che ancora una volta il prof Balzani sia riuscito a dimostrare quanto gli prema il suo personale successo in pieno stile "berlusconiano-sinistroide", a scapito della reputazione dei suoi cittadini. Oserei dire lo stesso di Di Maio.

  • Avatar anonimo di Thovè!
    Thovè!

    Caro dimaio, forse non ti sei accorto, abbagliato ed emozionato dal Presidente Napoletano, che l'avvio delle celebrazioni è stato a REGGIO EMILIA, nella giornata di venerdì.... E va beh...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -