Forlì: necrologia sul giornale per Benito Mussolini

Forlì: necrologia sul giornale per Benito Mussolini

Forlì: necrologia sul giornale per Benito Mussolini

FORLI' - Una necrologia dedicato al 65° anniversario della morte di Benito Mussolini, avvenuta esattamente il 28 aprile 1945. E' quanto è apparso mercoledì mattina sulle pagine locali del Resto del Carlino. Nell'inserzione a pagamento, senza foto, prima del nome Mussolini, compare una frase che intende essere evocativa "Quando un popolo continua a esaltare il clima della guerra civile è lontano il tempo della pacificazione". Mittente del messaggio è Gastone Proli, ex segretario provinciale Msi negli anni Novanta.

 

Lo stesso Carlino, incuriosito dall'inserzione, ha chiesto a Proli il motivo di questa necrologia, che può apparire una provocazione, anche per la vicinanza al 25 aprile, il giorno della Liberazione, che anche quest'anno è passato col suo strascico di polemiche. Ma Proli, nelle sua intervista al giornale respinge questo dubbio: "Non offendo nessuno, ricordo solo Mussolini e con lui tutti i caduti della guerra civile. Onoro chi ha combattuto per le proprie idee".

Commenti (27)

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    "Ma io non invoco nessuna censura, questo spazio è una proprietà privata aperta al pubblico dove non credo sia permesso dal proprietario dare del "coglione" ad altri utenti." E bravo Libera Mente, per lui scrivere che io e Luca Caldi siamo nullità, non è un insulto (il ragazzo mi paga troppo poco per cercare tutti i post in cui offendeva me , o il mio partito).... e oltretutto coinvolgere persone estranee alla discussione mi sembra di pessimo gusto. Che poi si meriti l'epiteto, lo dimostra, prima dicendo che non sapevo che le circoscrizioni chiuderanno, poi aggiungendo di avermelo detto il 9 aprile... ma perchè si contraddice da solo? (peccato che l'argomento sia stato più volte trattato da novembre 2009 negli organismi del PD) E, da come Libera Mente si preoccupa per la mia fama, si capisce che lui farebbe politica solo per il successo... e capisco perchè abbia un pessimo giudizio di chi fa politica: usa se stesso come termine di paragone. Naturalmente mi scuso per il mio arcaico lessico,ma mi limito ad esprimermi nello stentato linguaggio che conosco. Investirò i gettoni di presenza, generosamente erogati dai contribuenti , per migliorare la mia istruzione... quanto alla mia età non ne faro� un tema di questo post,non voglio sfruttare a fini politici la giovinezza e l�inesperienza di Libera Mente... ma lo ringrazio per l'avvicinarmi alla vecchia politica. Credo che di vecchi politici come Parri, Pertini, Berlinguer,Zaccagnini, oggi, ce ne sarebbe bisogno. Le novità sono Berlusconi, Bossi e Grillo... Quanto alla censura, lo stolto dimentica di scrivere su una testata di cui è comproprietario Marco Di Maio, che del PD è segretario forlivese, e dimostra il suo presunto rispetto insultando il PD e il "padrone di casa" :"... in fondo alla demenza non c'è fine, c'è chi di qui al 2011 lancia una campagna per trovare 10 parole... " Ha ragione, il padrone di casa è fin troppo disponibile, con chi lo insulta. E sorvolo sulla demenza di certi commenti.

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Ma io non invoco nessuna censura, questo spazio è una proprietà privata aperta al pubblico dove non credo sia permesso dal proprietario dare del "coglione" ad altri utenti. Non vengo certo a casa sua a impedirle di insultarmi, ma questa non è casa sua. Mi stupisce questa imprecisione, la censura lei dovrebbe conoscerla bene, è stato un cavallo di battaglia del suo partito del cuore nel mondo. E se pensa che i moderatori "censurino", ha le idee poco chiare sulle dinamiche della Rete e sui rapporti tra proprietari di spazi web e utenti. E' come se io invitassi due persone a casa mia, una iniziasse a insultare l'altra e io, nel tentativo di impedirlo, venissi accusato di censurare... Ma per favore. Ah già... ma per lei non esiste "casa mia" e "proprietario; ciò che è mio, nella sua mente, è anche suo. Per quanto riguarda le circoscrizioni, e poi chiudo, la notizia della loro soppressione con legge definitivamente approvata gliel'ho data io al commento 15 dell'articolo a questo link https://www.romagnaoggi.it/forli/2010/4/9/157444/ E anche lì lei ha risposto atteggiandosi a signorotto della "casta", che sicuramente troverà il modo di proteggerla dall'oblio... Ne dubito, devono pensare a loro stessi ora, non certo a lei. Soldi per mantenere organi comunali inutili non ce ne sono. Se ha fatto politica per 30 anni, e non se n'è accorto quasi nessuno nemmeno nella roccaforte del suo partito, io le faccio i complimenti; ma forse è ora di andare in pensione. Usa formule trite e ritrite, parlando in prima persona plurale, "Prendiamo atto che..." (ma noi chi? Lei e il suo amico immaginario?), "Ringraziamo..." (ancora, noi chi?), "Applicando i suoi parametri..." (ma di che parametri parla?). E' roba vecchia, sa di politichese antico... Sia originale, si svecchi un po'... Sull'anagrafe non ci fa nulla, ma può provare col linguaggio, mostri di non essere "alfabeta".

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Come tutti i "veri" libertari libera mente, quando si sente punto nel vivo invoca la censura "i moderatori" Non legge ,e non vuole capire :" Applicando i suoi parametri aggiungerei la categoria dei coglioni come lui, che ci pagano entrambi..."applicando i suoi criteri, appunto., non i miei, quello di politici furbi o incompetenti " Non legge, o non vuol capire: "la triste notizia della fine delle circoscrizioni" l'avevo già data io , ma la sua Limitata Mente trova che sia una croce sulle mie speranze. Non sa che ho fatto politica per 30 anni senza cercare sedioline o poltrone, parlando con la gente, per passione, esattamente per la stessa passione che mi fa passare del tempo su R.O. o su FB. Gratis, ma capisco che uno come lui questa parola non la capisca. E non mi preoccupa affatto l'essere o meno in una circoscrizione per continuare a farlo ... E come al solito, come tutti i vigliacchi, finisce con velate minacce... Berlusconi direbbe che incita all'odio... a me provoca ilarità.

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    E ancora con questi "alfabeti"... Io ho solo voluto informarla, dopo averle dato qualche tempo fa la triste notizia della soppressione delle circoscrizioni inserita nella Finanziaria 2010, che non ci possono essere ripensamenti, dato che, oltre alla legge, è stata approvata anche la conversione del decreto attuativo relativo al riordino degli enti locali. So che lei non sa cosa questo significhi, ma in soldoni è una croce sulle sue speranze. Poi, le ripeto, qualcuno potrebbe inventarsi qualcosa di ancora più inutile, in fondo alla demenza non c'è fine, c'è chi di qui al 2011 lancia una campagna per trovare 10 parole... Fa sorridere l'arroganza con la quale lei, offendendo (ma non ci sono moderatori qui?), si atteggia a membro della cosiddetta "casta"... L'articolo che stiamo commentando dovrebbe esserle da monito, e suggerirle prudenza nel farsi beffe di coloro che pagano i conti dei politici. Sia il Duce, sia qualcuno dei dittatori comunisti che le ho elencato prima, finiti linciatio defenestrati, potrebbero raccontarle che la folla arrabbiata va tradizionalmente a cercare per primi proprio i più vicini beneficiari delle gabelle.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Forse con un disegnino possiamo aiutare libera mente... la pecora nera auspica l'elezione a forlì in circoscrizione di giovani lungimiranti al posto mio(post 15 -16) . Io le faccio notare che non sarà possibile perchè nel 2013 (fine mandato si vota nel 2014) le circoscrizioni saranno chiuse . (salvo ripensamenti del centro destra ). Il poveretto poi divide il mondo tra furbi che guadagnano in regione e alfabeti che si divertono in circoscrizione. Applicando i suoi parametri aggiungerei la categoria dei coglioni come lui, che ci pagano entrambi...

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Eh, sì, il cosiddetto "alfabetismo" è un problema sociale grave... Capisco la sua sorpresa nel vedere l'elenco di "degenerazioni casuali" derivanti dal marxismo, e d'altra parte so che lei è un utopista, e non vuole rassegnarsi alla realtà; per questo non capisce il senso della mia risposta, ovvero che, contrariamente alle sue speranze, non si cambierà ulteriormente idea sulle circoscrizioni... Questo non perchè io sia un preveggente, ma perchè il motivo per cui esse sono state soppresse (la riduzione dei fondi trasferiti agli enti locali) è già in vigore dal 2010. Se poi in futuro saranno trasformate in qualcosa di altrettanto inultile non lo so, ma mi pare improbabile. Le hanno tolto il giochino? Mi spiace per lei, altri suoi colleghi più svegli si trovano in Regione e fanno bei soldini. I furbi stanno in Regione, gli "alfabeti" in circoscrizione, che ci vuoi fare? Nel frattempo si informi meglio. "Regione Emilia-Romagna - Finanziaria 2010" https://www.regione.emilia-romagna.it/wcm/autonomie/news_primopiano/2010/finanziaria.htm

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    L'alfabetismo di ritorno provoca effetti devastanti. Di fronte alla mia risposta che le circoscrizioni nel 2013 a Forlì non ci saranno, salvo cambiamenti d'idea, mi sento rispondere da un ben informato che cita pure la legge che saranno chiuse. Lo ringraziamo per la puntuale precisazione.

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Conoscete la storia della piccola Giuseppina Ghersi? Se la conoscete e sapete cosa le hanno fatto i partigiani, forse dovreste solo sciacquarvi la bocca. Andatevelo a cercare prima di eleggere ad eroi i partigiani. Vergognatevi

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Il fascismo fa schifo. Ma dall'altra parte ci sono i sedicenti esperti di storia che dimenticano sbadatamente di menzionare tante casuali "degenerazioni" brutali e sanguinarie del comunismo, quali Fidel Castro, Zivkov, Lukashenko, Akayev, Ulbricht, Kim Il Sung, Ceausescu, Niyazov, Milosevic, Kadar, Karimov, Deng Xiaoping, per citare solo i più noti. Sono tante, e fanno pensare che tanto casuali non siano. E' infatti tipico di coloro i quali si sentono come divinità scese sulla Terra, venute a portare l'uguaglianza tra gli uomini e a difendere i deboli, mal tollerare chi mette in discussione il loro modo di vedere le cose. "Come, io ti porto l'uguaglianza e tu mi discuti? E io ti purgo, in nome del Popolo" (però in quei posti il popolo non può esprimersi, di solito... si va sulla fiducia) Bella uguaglianza, potete tenervela insieme alle litanie politicamente corrette. Tant'è che i comunisti non se li fila quasi nessuno al giorno d'oggi, in Italia ripetono la solfa che il comunismo in Italia non l'abbiamo avuto (ma per fortuna!), che il PCI mai ha preso abbastanza voti per governare (chissà perchè...), e per farsi vedere devono aspettare la settimana tra il 25 aprile e il primo maggio; che tra l'altro anche in quei giorni sono sempre meno. In compenso domenica c'era molta gente al mare, dove vivo, nonostante il tempo incerto. Ecco, questi sedicenti conoscitori della storia, evidentemente non conoscono bene nemmeno i codici: infatti è vero che nella legge di conversione 42/2010, approvata un mese fa, hanno cambiato idea sulla soppressione delle circoscrizioni, monumenti istituzionali alla pubblica inutilità, ma solo per i Comuni sopra i 250000 abitanti; quindi, come previsto, dal 2011 in avanti, quando scadranno i mandati, a Forlì non verranno rinnovati. Forse non avremo più chi eroicamente, per il bene collettivo, discute di aiuole e altre amenità, ma ce ne faremo una ragione.

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    Eh già .... sempre più costruttivo noto! La ferocia è l'unico sfogo di chi perde pian piano tutto ciò che ha. Non la biasimo. Ma mi ostino con delicatezza e umiltà ,nonostante le accuse, a tifare per la democrazia e la moderazione.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Prendiamo atto che Pecora Nera non si candida. Ma se si fosse informata il suo outing sarebbe inutile. Perchè il partito che lei vota, insieme al PDL, le circoscrizioni le ha chiuse, dal 2013. (anche se credo che cambierà idea). Noto che da del razzista a chi non concorda con lei, comportandosi da integralista, e costruttivamente non posso che concordare:al di là dell'ideologia , gli estremismi e i fanatismi, di qualunque colore sono putridi e non portano a nulla di buono. E vedo che qualcosa di buono nel comunismo l'ha trovato: L'AUTOCRITICA,

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    *eletti in circoscrizione ovviamente.

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    il tutto è partito da un : "al di là dell'ideologia , gli estremismi e i fanatismi, di qualunque colore sono putridi e non portano a nulla di buono". Chi è democratico capisca. Chi non lo è continui pure ad offendersi o a rimembrare Giulio Cesare o i dinosauri ,questo non c'entra. Mi auguro solo che alle prossime elezioni vengano eletti giovani lungimiranti e in grado di ascoltare e poi dire la propria.IN GRADO DI COSTRUIRE E CONFRONTARSI.Non persone di mentalità stantia, sorpassata, razzista(anche se si sbandiera il contrario) poco edificante e puramente provocatoria.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Capisco che la nostra pecorella smarrita abbia problemi con la storia. Ma le sfugge che dalla mala pianta della destra sono venuti Pinochet e i dittatori sudamericani, , Hitler, Franco, Mussolini, i colonnelli greci. Niente di buono... e che tutto questi regimi hanno avuto dietro di sè il sistema capitalistico, e spessissimo le grandi potenze democratiche (quelle tipo gli Usa, dove se eri comunista finivi in galera , se eri negro non potevi stare seduto nell'autobus con i bianchi...). La pianta che discende da Marx e Engels ha avuto distorsioni come Stalin o Pol Pot, ma ha prodotto anche la socialdemocrazia. E confrontare eventi come la rivoluzione cubana o quella cinese con il fascismo significa non conoscere la storia. A differenza di pecora nera, credo che mentre i contorni del fascismo sono chiari, le condizioni storiche di cuba o della cina non fossero analoghe a quelle dell'Italia. Batista o Chiang Kai-shek non erano sicuramente esempi di democratici. Ma chi non vuole vedere vede streghe rosse e non quelle sponsorizzate a stelle e strisce... A differenza di chi i paraocchi li ha, io ho sempre saputo distinguere, anche dalla mia parte, quello che non andava e dirlo ... quanto agli integralismi, ma da qual pulpito... vogliamo leggere i discorsi di certi leghisti?

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    é grazie a persone antidemocratiche come vico che nascono gli estremismi.Ma per capirlo non solo basta studiare la storia , ma serve apertura mentale e tanta oggettività , senza la quale non si raggiungono obiettivi importanti come quelli poco fa ricordati dallo stesso. Il pensiero politico ricerca sempre fattori positivi.Ma è il potere che fa degenerare e i metodi non sempre sono giustificabili.Dall'Italia alla Germania alla Russia alla Cina a Cuba e chi più ne ha più ne metta.Si studi il nostro signor consigliere col paraocchi estremista baccano anche la storia al di fuori dell'Italia e noterà che non è poi tutto così ben delineato come pensa e che non esistono solo fatine vestite di rosso e orchi neri.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Meglio un giorno da comunista, che cento da pecora nera. Perchè , per dire corbellerie, le persone speciali non servono. Il comunismo, con tutti i suoi difetti, è stato un pensiero politico che ha sempre ricercato l'uguaglianza, la tutela dei deboli, la parità tra gli uomini. Senza il comunismo in Italia non ci sarebbero state le conquiste delle classi più debole, la resistenza, i diritti dei lavoratori. Si studi, l'ovina, le condizioni della classe operaia all'inizio del secolo. Il fascismo, invece è stata una dittatura, utilizzata strumentalmente dal potere economico, per mantenere intatto il suo potere. E' stato, al pari del nazismo, un regime razzista, classista, colonialista. Il paragone è inaccettabile, dal punto di vista storico. Lo stalinismo è una degenerazione del comunismo,ad esempio, il fascismo è una degenerazione per sua stessa natura. Che a dire che gli integralismi sono un male, sia una simpaticante leghista, poi mi sembra divertente... mai sentito un comizio di borghezio?

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    L'estremismo in ogni sua forma o manifestazione è il cancro di ogni corrente di pensiero. Che di destra o sinistra si parli. Quando ero piccola chiesi cosa fossero il comunismo e il fascismo ad una persona molto speciale e mi fu data la risposta più semplice,giusta e inoppugnabile : SONO LE DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA. Stetti zitta non capendo...Solo col tempo mi resi conto che che non ci poteva essere miglior definizione.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    e meno male, che non tornano più....

  • Avatar anonimo di fabrizio bazzocchi
    fabrizio bazzocchi

    Ma si, dai brigitte bardot bardot, pe pe pe .. siamo ormai al ritorno della grande Italia, aggiungerei qualche cosuccia non da poco, qualche idea molto attuale, di moda oggi che dimostra il valore dello statista, ovvero le leggi razziali e l'olio di ricino agli oppositori politici. O allearsi con altri dittatori che hanno combattuto per le proprie idee come l'adolfo nostro amato. Che volete che sia, non hanno portato nemmeno a termine la propria missione.

  • Avatar anonimo di Mordens
    Mordens

    le parole di Gessica sono la miglior risposta che si può dare agli altri interventi, non c'è nulla da aggiungere

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Mussolini doveva essere fermato e, grazie ai VERI partigiani e agli alleati è stato fatto. Detto ciò mi chiedo dove alcuni....motli...troppi hanno studiato la storia d'Italia! Ed hanno pure la "senza vergogna" di parlare di revisionismo, bah!!

  • Avatar anonimo di Gessica
    Gessica

    quello che lui aveva dato al popolo italiano si chiamava dittatura, mancanza di libertà, uccisioni barbare... Caro engel se tu oggi sei qui e puoi dire la tua è perchè Mussolini non c'è più.

  • Avatar anonimo di engel
    engel

    con il rispetto per tutti , penso che uomini come benito Mussolini non tornano più . era un grande come uomo , come professore coem politico e presidente . peccato che la nuova politica toglie al popolo Italiano quello chelui aveva dato . la dignità , l'onesta , la correttezza , la famiglia , il lavoro , la pensione uguale per tutti , i diritti , il rispetto per i bambini e le donne . Grazie Benito

  • Avatar anonimo di pirpa
    pirpa

    "Non offendo nessuno, ricordo solo Mussolini e con lui tutti i caduti della guerra civile. Onoro chi ha combattuto per le proprie idee". Allora dal prossimo anno, per coerenza, il facciano i necrologi anche di Hitler, Himmler, Goebbels e tutti i criminali di guerra che sicuramente hanno combattuto e anche di più per le propie ideee.......

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Vico ha ragione, ma non bisogna però neanche dimenticare che la mancanza di una memoria assolutamente condivisa dipende anche dal fatto che nel '43 il mondo era spaccato già in 3. Nazi-fascisti, comunisti, e alleati. Ogni persona dotata di ragionevole buon senso, oggi ha preso le distanze dal nazional-socialismo. Ma molti ancora oggi non hanno problemi a dirsi comunisti. Certo: il comunista di oggi non è quello degli anni 40, di Stalin, per intenderci. Ma allora, dico io, perché non può esserci uno che oggi si dice fascista, ma non nel senso degli anni '40, di Mussolini, per intenderci ? Insomma o si sdoganano entrambi, o nessuno. Io, personalmente, preferirei nessuno, e la paura che provo quando vedo neofascisti sfilare è la stessa che provo quando vedo neocomunisti. Ma penso che oggi la democrazia dovrebbe essere abbastanza forte da accettare gli uni e gli altri.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Bisognerebbe pubblicarlo ogni anno, il necrologio di Benito Mussolini. A ricordarlo, i figli, i fratelli, i padri, delle sue vittime. Giacomo Matteotti, i fratelli Rosselli, Gramsci, i partigiani appesi ai lampioni in piazza Saffi, Corbari, Casadei, Iris Versari, o i fratelli Spazzoli, i 40000 mila morti della Resistenza, le vittime delle leggi razziali, i nostri caduti in guerra. Perchè noi non odiamo ma non possiamo dimenticare chi è morto dalla parte giusta e chi da quella sbagliata. La pietà non può e non deve nascondere la verità e la giustizia. E, in fondo, il necrologio è già scritto nelle parole con cui Calamandrei rispondeva al Feldmaresciallo Kesselrimg, comandante delle forze naziste in Italia, che chiedeva un monumento... Lo avrai camerata Kesselring il monumento che pretendi da noi italiani ma con che pietra si costruirà a deciderlo tocca a noi. Non coi sassi affumicati dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio non colla terra dei cimiteri dove i nostri compagni giovinetti riposano in serenità non colla neve inviolata delle montagne che per due inverni ti sfidarono non colla primavera di queste valli che ti videro fuggire. Ma soltanto col silenzio del torturati Più duro d'ogni macigno soltanto con la roccia di questo patto giurato fra uomini liberi che volontari si adunarono per dignità e non per odio decisi a riscattare la vergogna e il terrore del mondo. Su queste strade se vorrai tornare ai nostri posti ci ritroverai morti e vivi collo stesso impegno popolo serrato intorno al monumento che si chiama ora e sempre RESISTENZA queste parole furono dedicate alla memoria di Duccio Galimberti, , medaglia d'oro della resistenza, ucciso perchè seppe da che parte stare, e sperare che ci siano ancora persone come lui nel nostro paese che ci facciano dire , come a Salvatore Quasimodo, nella sua epigrafe per i partigiani di Valenza Gli eroi sono diventati uomini: fortuna per la civiltà. Di questi uomini non resti mai povera l'Italia.

  • Avatar anonimo di Gessica
    Gessica

    Non si rende onore a un dittatore che ha causato morte, guerra e distruzione. Soprattutto,i morti saranno tutti uguali, ma non è uguale chi combatteva per difendere la dittatura nazi-fascista, a chi combatteva per liberare l'Italia. I primi sono stati condannati dalla storia. Ai secondi dobbiamo la nostra democrazia. Basta con questi revisionismi vergognosi! Gessica.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -