Forlì, neve e disagi. Il vice sindaco: ''Meglio dello scorso anno''

Forlì, neve e disagi. Il vice sindaco: ''Meglio dello scorso anno''

Forlì, neve e disagi. Il vice sindaco: ''Meglio dello scorso anno''

FORLI' - Ancora una notte di gelo nel Forlivese. In città la colonnina di mercurio è scesa a -5,2°C, confermando così il trend degli ultimi giorni: -5,9°C il 14 dicembre, -5,3°C il 15, -5.3°C il 16, -5,6°C il 18 e -5,4°C il 19. Il problema in molte zone della città resta ancora il ghiaccio. Il vice sindaco, Giancarlo Biserna, ha fatto il punto della situazione: "Per tutta la notte e al mattino hanno lavorato le squadre di spalatori per pulire i marciapiedi nella zona del centro".

 

>LA NEVE A FORLI': LE FOTO
> INVIA LA TUA FOTO
 
> 2/ LE FOTO DEI LETTORI

1/ LE FOTO DEI LETTORI

 

"Le aree del mercato sono state liberate completamente - ha garantito Biserna -. Le strade principali sono libere, ma in quelle mediane c'è ancora del ghiaccio. I mezzi spargisale hanno lavorato a pieno ritmo in nottata, ma dove il ghiaccio è spesso è difficile intervenire". Il vice sindaco domenica mattina ha perlustrato la città: "Le cose stanno migliorando - ha assicurato -. Per esempio viale Risorgimento si sta assestando. Nella zona industriale c'è ancora qualcosa da fare".

 

Biserna ha citato come esempio via Adrovandi e Masetti dove le squadre interverranno in queste ore. "Ci sono circa 900 chilometri di strade in città, non è facile intervenire tempestivamente ovunque. Abbiamo ricevuto molte lamentele, ma meno rispetto allo scorso anno. Lunedì mattina faremo il punto per verificare dove sono stati commessi errori e cercare di esser più pronti per le prossime occasioni. La situazione oggettivamente non è drammatica".

 

I cittadini si sono lamentati del poco sale sparso sui marciapiedi: "Buttarlo prima sarebbe stato un dramma perché si rovinano. Bisogna inoltre considerare che si è trattato di un fenomeno particolare. La neve era molto farinosa e ha ghiacciato subito per effetto delle temperature molto basse, creando uno strato spesso. Gli spazzaneve hanno faticato a togliere la neve. Fortunatamente non ci sono stati particolari casi di incidenti o accessi in ospedale per cadute".

 

Sull'eventualità di sostituire alcune lame anti-neve obsolete, Biserna ha assicurato che lunedì mattina verranno fatte delle valutazioni. Quindi ha ricordato i mezzi a disposizione per il piano anti-neve: "Abbiamo cinquanta mezzi spazzaneve, otto spargisale e bob-cat. Tali entrano in azione quando il manto è di tre centimetri. Entrare in azione prima sarebbe rischioso per le strade".

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di Stefano S.
    Stefano S.

    Premetto che sono uno di quelli che ha creduto e crede ancora che Balzani possa e debba fare meglio della nostra "Queen" precedente a cui dedicho volentieri una famosa canzone dei Sex Pistols. Però perdonatemi il commento non mi basta. 2010 meglio del 2009 bene, allora potrei aggiungere, e scusate il sarcasmo che vuole solo essere costruttivo, allora perchè non dire che il 2009 è stato meglio del 1944? Attenzione a non cadere nel facile ottimismo. I cittadini pagano per i servizi e questi devono esserci, punto. Logica del "miglioramento continuo" si dice in "qualitatese". E la nevicata non pesante comunque ha visto strade e passaggi per pedoni ghiacciati!!!

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    voglio essere sincero davvero...e partirei dal preambolo della mia obiettivita di elettore quasi pentito totalmente della giunta in carica. l'anno scorso è stato davvero un disastro che mi viene la pelle d'oca solo a ripensarci. quest'anno con i tagli previsti e mancanza di materiale tecnico-logistico, non è andata poi cosi male, favorito dal fatto che la nevicata è stata lieve e il ghiaccio non è durato molto nelle arterie principali. considerato il fatto che non ho visto spargisale e spalaneve in tutta la nottata questo primo esame lo ha passato il comitato emergenza neve

  • Avatar anonimo di Tytus
    Tytus

    @rmy Impeccabile unica pecca non ci sei te in comune :( ieri sera ero a poggio di barisano il mio percorso: poggio-via ravegnana-via emilia dir forlimpopoli-circonvallazione forlimpopoli dir fratta t.-infine polenta la neve in meno di un ora aveva imbiancato anche le strade trafficate come la via emilia pensare tante macchine scarichi rivolti a terra e gomme che transitano in genere aiutano a rallentare la formazione del manto nevoso

  • Avatar anonimo di Cherie
    Cherie

    @rmy ha perfettamente ragione! e ha tutto il mio sostegno! Cherie

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    Ma siamo sicuri del fatto che gli addetti ai lavori conoscano i principi grazie ai quali il sale diminuisce il fenomeno ghiaccio? Leggendo le varie dichiarazioni non si direbbe proprio. Il compito del sale è abbassare il punto di congelamento dell'acqua. Buttare sale su strade già ghiacciate "agevola" lo scioglimento e riduce la longevità della eventuale lastra di ghiaccio. Ma non è che il sale sciolga il ghiaccio come per magia. La prevenzione è indubbiamente più efficace perchè buttare il sale quando il ghiaccio non è ancora formato permette alle molecole dell'acqua di legarsi immediatamente al sale stesso e ridurre drasticamente la formazione del ghiaccio. Il cloruro di sodio (lo stesso sale che generalmente si trova nelle nostre cucine) è da sempre utilizzato a scopo preventivo è da sempre ritenuto ottimale per questo scopo. Il cloruro di calcio invece è inadatto ad uso preventivo poichè potrebbe portare più disagi che benefici ma è terribilmente più efficace sul ghiaccio già formato. Con pochi cm di neve l'azione degli spalaneve è limitata e rischiano di danneggiare il manto stradale, così come le catene montate sulle ruote delle nostre macchine che oltre a danneggiare il manto stradale tendono a danneggiare anche i cuscinetti. Poi bisognerebbe considerare che dei trattori improvvisati spalaneve non hanno la stessa efficacia dei VERI mezzi spalaneve. Pulire una strada e non buttargli subito del sale è completamente inutile perchè con queste temperature inevitabilmente si verrà a formare abbondante ghiaccio, quindi meglio lasciare qualche cm di neve in più sulla quale si può circolare con le catene e anche con le gomme termiche in maniera più sicura che non su neve compressa e lastre di ghiaccio.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -