Forlì: neve, le Vallate chiedono lo stato di calamità

Forlì: neve, le Vallate chiedono lo stato di calamità

Forlì: neve, le Vallate chiedono lo stato di calamità

FORLI' - Cessate le abbondanti nevicate, tra le più copiose degli ultimi dieci anni, è tempo di bilanci: il colpo di coda di questo lungo inverno rischia di mandare sul lastrico i comuni più piccoli. Oltre a Galeata, anche Meldola, Tredozio, Santa Sofia, Predappio, Portico San Benedetto e Rocca San Casciano chiederanno lo stato di calamità. Diversi i comuni rimasti elettricità fino al tardo-pomeriggio. Per ripristinare i guasti hanno lavorato 55 tecnici dell'Enel.

 

ALBERI - Anche con l'ultima nevicata torna di moda il termine "albericidio", già usato per le precipitazioni di dicembre e gennaio. Solo mercoledì sono state un centinaio le richieste d'intervento al centralino del ‘115'. Il problema non ha riguardo solo la fascia-pedecollinare, ma anche la città.

 

CIRCOLAZIONE - Dopo le 48 ore di passione, la circolazione stradale è tornata alla normalità. La Polizia Stradale di Forlì segnala obbligo di catene montate sul Muraglione, mentre continua ad esser chiuso il passo dei Mandrioli.

 

SCUOLE CHIUSE - Mercoledì le scuole resteranno chiuse in tutto il comune di Civitella, Galeata, Tredozio, Modigliana , Premilcuore, Predappio, Santa Sofia, Dovadola, Portico San Benedetto e Rocca San Casciano.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -