Forlì, neve. Rondoni (Pdl): "Il piano del Comune non funziona"

Forlì, neve. Rondoni (Pdl): "Il piano del Comune non funziona"

FORLI' - I disagi per la neve sono al centro del nuovo intervento del capogruppo Pdl in Consiglio Comunale a Forlì, Alessandro Rondoni, che si chiede: "Ma il piano neve funziona?".

 

"Molte segnalazioni ci sono giunte questa mattina, mercoledì 2 marzo, dai cittadini che dovevano andare a lavorare rimasti bloccati nelle strade intasate - fa notare Rondoni -. Mezzi pubblici in tilt, marciapiedi non puliti, il parcheggio della stazione ferroviaria innevato e inutilizzabile con impossibilità di parcheggiare per i pendolari che si recavano al lavoro. Inoltre in più punti stradali sono stati segnalati rami e alberi abbattuti e in condizioni pericolose".

 

In merito al recente piano neve di cui si è discusso in Consiglio Comunale, Rondoni aggiunge: "Ho già presentato interrogazioni in passato e anche questa volta chiedo come mai non abbia funzionato, perché vi siano stati ritardi e quando siano entrati all'opera i mezzi spazzaneve. Siamo alle solite, più che di programmazione si può parlare di impreparazione, e non si può sempre dare la colpa all'emergenza, al gelicidio o dire che quando nevica i cittadini devono stare a casa".

 

Il capogruppo Pdl poi osserva: "Si possono comprendere le difficoltà della situazione in caso di neve, ma è possibile fare di più e meglio per rispondere alle esigenze dei cittadini che nonostante le precipitazioni devono recarsi al lavoro, andare in ospedale e tenere aperti uffici, servizi pubblici e privati. Nel 2011 credo sia possibile fare qualcosa in più chiedendo la collaborazione di associazioni di volontariato e, se necessario, anche dell'esercito. Avevo già avvisato lunedì scorso in Consiglio Comunale che mercoledì probabilmente ci sarebbe stata la neve perché tutti eravamo a conoscenza dei bollettini meteo. Come mai si sono ripetuti i ritardi e non è cambiato nulla? Ancora una volta su questa vicenda presenterò un'interrogazione al Sindaco per sapere tempi e modalità d'intervento, cosa sia stato fatto, il perché dei ritardi con l'accertamento anche di eventuali responsabilità".

 

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Lucia A.
    Lucia A.

    Prima di parlare Rondoni farebbe molto bene a leggere le ordinanze. I marciapiedi vanno spalati dai privati, ognuno il suo. E chi deve recarsi al lavoro, non può pensare di partire al solito orario di tutte le mattine. Inoltre, quando possibile, la gente dovrebbe evitare di usare la macchina a tutti i costi, e parcheggiarla in garage e non sui marciapiedi. Ma si è accorto che la nevicata era eccezionale? E sa fare a dire qualcosa che sia una critica ma costruttiva? Sui ritardi ha ragione Matteol: come fa a sapere il ritardo se deve presentare un'interrogazione per sapere l'orario di inizio dello spazzamento? Ma ha mai fatto una proposta per la nostra città che non fosse mera propaganda?

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Rondoni, come sempre, critica a priori per racimolare voti, senza proporre nessuna idea o proposta concreta. Se ci fosse stato lui come sindaco cosa avrebbe fatto? Avrebbe messo all'opera 120 spazzaneve invece di 60? Mobilitato i mezzi prima ancora dell'inizio della nevicata? Non si sa. L'importante per lui e' criticare e cercare visibilità. Divertente poi il fatto che parli di "ritardi" pur senza sapere *quando* sono entrati in azione i mezzi spazzaneve. Un'opposizione seria avrebbe altri argomenti, a Forli' non cambiera' mai nulla.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -