Forlì, nuovi tempi massimi per i procedimenti amministrativi

Forlì, nuovi tempi massimi per i procedimenti amministrativi

Forlì, nuovi tempi massimi per i procedimenti amministrativi

FORLI' - Il Consiglio comunale di Forlì ha licenziato lunedì pomeriggio il nuovo testo unificato dei regolamenti, che dispone in particolare i tempi di conclusione dei procedimenti amministrativi. In generale, il testo unificato impone il limite generale dei novanta giorni, ridotti a trenta per alcuni procedimenti e fino a 180 giorni per procedimenti amministrativi particolarmente gravosi. Non è soddisfatto dei termini stabiliti Fabrizio Ragni, consigliere del Pdl: "Era una buona occasione per ridurre tutti i termini della macchina amministrativa".

 

Ma per Ragni "così viene osservato solo un atto normativo obbligatorio, ma non vedo la buona volontà, basti pensare che secondo il regolamento ci vorranno 150 giorni per una pratica di concessione di suolo pubblico". Aggiunge Vanda Burnacci, consigliera Pdl: "Questa legge vuole accelerare i termini a favore dei cittadini e novanta giorni per certi procedimenti sono troppi". Sulla stessa lunghezza d'onda Francesco Aprigliano, capogruppo della Lega Nord: "La macchina comunale non deficita di personale, c'è da attendersi una sensibile riduzione dei termini".

 

Apre alle richieste Marcello Rosetti, capogruppo del Pd: "Alcune preoccupazioni delle opposizioni sono anche le nostre, quelle di semplificare e alleggerire i tempi della macchina burocratica". Ma, precisa Rosetti, "questo non può che essere un obiettivo di legislatura, mentre questo regolamento fissa dei tempi massimi e non minimi". E quindi "non è in contrasto con l'obiettivo". La delibera ha ottenuto l'approvazione della maggioranza di centro-sinistra e l'astensione dell'opposizione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -