Forlì: nuovo Centro obesità e nutrizione clinica a Villa Igea

Forlì: nuovo Centro obesità e nutrizione clinica a Villa Igea

Forlì: nuovo Centro obesità e nutrizione clinica a Villa Igea

E' pronto a Forlì il nuovo Centro di Obesità e Nutrizione all'interno dell'Ospedale privato accreditato Villa Igea. La struttura sanitaria è unica nel suo genere in Romagna e si distingue per prestazioni e specializzazioni anche a livello nazionale. Il Centro di Obesità e Nutrizione verrà inaugurato sabato, 27 febbraio 2010, alle ore 9.15 con un Convegno a cui partecipano esperti nel campo della diagnosi e della cura dell'obesità, mentre alle ore 12.00 si potrà visitare la struttura sanitaria guidati dai responsabili dell'Ospedale.

 

Il convegno, dal titolo "La gestione del paziente affetto da Obesità patologica", vedrà l'intervento di autorevoli specialisti, comeGiulio Marchesini (Ordinario di Medicina Interna dell'Università Studi di Bologna), Nives Lombini (Medico di Medicina Generale e Nutrizionista), Angela Ferracci (Presidente CIDO Roma - Comitato Italiano per i Diritti delle persone affette da obesità e disturbi alimentari).

In rappresentanza del Centro di Forlì, interverranno la dott.ssa Valeria Zaccheroni e la dott.ssa Maria Letizia Petroni.

 

Dalle relazioni emergeranno non solo maggiori dettagli sull'attività del Centro di Forlì, ma si approfondiranno i costi sociali e sanitari della malattia, come affrontarla e il ruolo ricoperto dal medico nel diagnosticarla e nell'affrontarla nel modo più corretto.

 

IL CENTRO OBESITÀ E NUTRIZIONE CLINICA DI VILLA IGEA

Ha effettuato le prime prestazioni mediche lo scorso giugno. Si rivolge a chi è affetto da obesità, malattie metaboliche, malnutrizione, disturbi del comportamento alimentare. E' stato strutturato con ambulatori attrezzati per la diagnostica e la terapia con strumentazioni di ultima generazione, oltre che da una palestra per la rieducazione motoria e sale per gli incontri di gruppo.

Si avvale della consulenza di un'equipe sanitaria multidisciplinare: dietisti, psicologi psicoterapeuti, fisioterapisti, medici specialisti in ambito internistico-endocrino-nutrizionale, cardiologi, fisiatri, gastroenterologi, medici dello sport, psichiatri, chirurghi. Svolge prestazioni ambulatoriali, in day hospital, vanta un reparto di degenza per la diagnosi, la cura e la riabilitazione delle complicanze della grande obesità e della malnutrizione grave, e di particolari malattie gastroenterologiche. Inoltre effettua attività di riabilitazione motoria e osteoarticolare. Il Centro di Villa Igea porta avanti anche attività di ricerca scientifica in collaborazione con strutture universitarie e centri di ricerca italiani ed esteri.

 

LE DICHIARAZIONI DEGLI ESPERTI

 

"A FORLÌ UNA STRUTTURA DI ECCELLENZA PER PREVENIRE E CURARE L'OBESITÀ"

"In Italia sono pochissime le realtà che hanno i requisiti strutturali, professionali e di esperienza per affrontare ai massimi livelli offerti dallo stato delle conoscenze scientifiche la malattia obesità in tutti i suoi livelli di complessità - afferma laDottoressa Maria Letizia Petroni, responsabile scientifico del Centro Obesità e Nutrizione Clinica di Villa Igea -. La nascita del Centro a Forlì è il frutto del fortunato incontro tra un gruppo di sanitari e ricercatori con lunga esperienza in ambito obesiologico sviluppata in Italia e nel Regno Unito, che desiderava estendere ad altre realtà territoriali il modello di trattamento sviluppato in molti anni di lavoro, e gli amministratori del gruppo Villa Igea e Villa Serena che hanno fortemente voluto offrire una struttura di eccellenza alla popolazione affetta da questa patologia (e dalle patologie nutrizionali in genere) non solo di Forlì ma di tutta la Romagna. Inoltre, mentre le attività di terapia e riabilitazione dell'obesità grave e delle sue complicanze sono rivolte anche a pazienti provenienti da altre Regioni, le attività di prevenzione e terapia dell'obesità di grado minore sono specificamente mirate alla popolazione del territorio forlivese e romagnolo, alla cui salute il Centro intende dare un contributo importante".

 

PREZIOSA LA COLLABORAZIONE DEI MEDICI DI FAMIGLIA PER CURARE I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

"Il Centro Obesità e Nutrizione Clinica intende lavorare in stretta collaborazione con gli altri "attori" sanitari del territorio, ed in particolare i medici di famiglia ed i medici specialisti che si trovano spesso impotenti a gestire le problematiche cliniche conseguenti all'obesità - dice la Dott.ssa Valeria Zaccheroni, responsabile clinico del Centro Obesità e Nutrizione Clinica di Villa Igea -. Per quanto riguarda la prevenzione, abbiamo già i primi risultati positivi del progetto "Dade Tonde" dedicato alle educatrici degli asili nido forlivesi perché crediamo molto nella formazione e nel supporto alle figure che si occupano dei bambini per aiutare le giovani generazioni a "guadagnare salute" fin da piccoli".

 

CURARE SENZA PREGIUDIZI UNA MALATTIA CHE TALE ANCORA NON È CONSIDERATA

La Dott.ssa Angela Ferracci, Presidente del Comitato Italiano per i Diritti delle persone affette da obesità e disturbi alimentari/CIDO, aggiunge: "L'obesità purtroppo non viene considerata come una malattia, nonostante la comunità scientifica si adoperi per divulgare informazioni a riguardo, ma come una responsabilità del singolo individuo. Questa considerazione comporta un grave problema sociale per le persone affette da obesità che oltre ad essere stigmatizzate sono di fatto penalizzate in importanti settori della loro vita. Questo fa sì che, alla sofferenza fisica per il troppo peso da una parte, si aggiunga la sofferenza morale per il poco peso nella società dall'altra. E' necessaria l'attuazione di un cambiamento culturale, da raggiungere attraverso la promozione attiva della salute, che veda partecipi i cittadini".

 

5 MILIONI DI OBESI IN ITALIA, 300MILA IN EMILIA ROMAGNA

Il  Prof. Giulio Marchesini, Ordinario di Medicina Interna all'Università di Bologna riferisce:  "L'obesità ed il sovrappeso sono all'origine di diverse patologie quali ipertensione arteriosa, colesterolo, diabete, infarto del miocardio e causa alti costi sociali e sanitari. Recenti studi hanno rilevato che in Italia gli obesi sono circa 5 milioni. Di questi, circa mezzo milione sono affetti da obesità di grado elevato (obesità grave) o complicata da patologie fortemente disabilitanti.

In Emilia Romagna, secondo l'ultima ricerca epidemiologica regionale (PASSI) sulla fascia di popolazione tra i 18 e i 69 anni, risulta che circa un milione di persone sono in sovrappeso e 300.000 sono gli obesi. Sovrappeso e obesità interessano tutte le età e gli strati sociali, ma si evidenzia una maggiore incidenza nelle persone con l'avanzare dell'età, negli uomini e tra i soggetti con un minore livello di istruzione e in difficoltà economica".

 

  

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di costi
    costi

    Gentilissima Dottoressa Petroni,sono una sua paziente,Tina Sagrestano mi trovo in difficoltà per mettermi in contatto con lei,con la massima gentilezza è riservattezza le chiedo se può mandarmi un suo recapito per poterla contattare perché o bisogno di lei grazie di tutto cuore.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -