Forlì, nuovo consiglio per Donne Impresa: ''Conciliazione obiettivo possibile''

Forlì, nuovo consiglio per Donne Impresa: ''Conciliazione obiettivo possibile''

Forlì, nuovo consiglio per Donne Impresa: ''Conciliazione obiettivo possibile''

FORLI' - Flavia Bandini, Margherita Beoni, Gabriella Castellucci, Diana Lolli, Diana Minghetti e Adriana Moldovan sono le nuove componenti del consiglio di Donne Impresa Confartigianato Forlì, guidato dalla presidente Patrizia Carpi, già nel consiglio per le pari opportunità del Comune di Forlì e dalla vicepresidente Cristina Chersano, componente del consiglio per l'imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Forlì-Cesena.

 

Le imprenditrici, nel corso del primo incontro, hanno ringraziato il consiglio uscente per l'impegno e le numerose iniziative svolte, ribadendo la volontà di portare avanti le attività realizzate in questi anni, per promuovere l'introduzione nella nostra provincia di politiche che favoriscano realmente la riduzione del gap di genere.

 

La coordinatrice del movimento Fabiola Foschi riassume le linee guida che orienteranno il lavoro di Donne Impresa nei prossimi mesi: "continueremo a promuovere azioni per introdurre buone prassi per conciliare tempi di lavoro e famiglia. Proprio la conciliazione rappresenta uno dei nodi che maggiormente preoccupano le imprenditrici, addirittura più della crisi. Per l'82% delle imprenditrici, recentemente intervistate dall'osservatorio di Confartigianato sull'imprenditoria in rosa, senza soluzioni adeguate non è possibile per una donna fare impresa e costruirsi una famiglia. Un problema talmente grave che l'88% del campione dell'indagine ritiene impossibile assentarsi dal lavoro per dedicarsi ai figli o delegare ad altri le proprie mansioni nel periodo della maternità".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude Foschi: "le imprenditrici hanno le idee chiare su cosa serve per mettere d'accordo tempi di lavoro e cura della famiglia. Il 91% chiede di aumentare i servizi, come gli asili nido. L'85% è convinta che, se si risolvesse il problema della conciliazione, lavorerebbero più donne e circolerebbe più ricchezza per tutti".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -