Forlì, nuovo look per il "Percorso Nascita"

Forlì, nuovo look per il "Percorso Nascita"

Forlì, nuovo look per il "Percorso Nascita"

FORLI' - Il Percorso Nascita si rifà il look. La campagna informativa e di orientamento del progetto, che ha ricevuto una menzione speciale al "Premio amico della famiglia 2007", cambia veste grafica e forme, per veicolare ancora meglio le proprie potenzialità. Sono stati, infatti, prodotti nuovi manifesti, locandine, pieghevoli, cartoline per i nuovi nati, quadernini personali per i genitori, totem, penne.

 

Filo conduttore della rinnovata linea, l'idea di inclusione che permea l'intero percorso, frutto della feconda collaborazione fra servizi sanitari e sociali del nostro territorio (Consultorio familiare, U.O. di Ostetricia e Pediatria, U. Tutela maternità e paternità e Centro Famiglie del Comune di Forlì). Grazie a queste sinergie, il Percorso Nascita offre procedure e modalità particolarmente innovative nell'accompagnamento dei futuri genitori durante l'esperienza della gravidanza, del parto e del ritorno a casa e nella cura e tutela dei bambini, migliorando così il livello delle risposte sociali, educative e sanitarie di questo territorio. Il coinvolgimento della coppia, l'attenzione alla creazione di nuove reti amicali/solidali concorrono alla funzione di prevenzione e promozione del benessere di tutto il percorso, tutelando nel contempo la donna e il nascituro. Il programma, ormai consolidato, si propone come un continuum, accompagnando le donne e/o le coppie in tutte le fasi del lieto evento, attraverso l'intervento di diversi professionisti: ginecologo, ostetrica, psicologa, assistente sociale, educatore professionale, pediatra, pedagogista.

 

La nuova campagna informativa prevede la conferma dello slogan "La nascita colora la vita", che intende da un lato sottolineare la positività dell'avvenimento, dall'altro porsi come messaggio promozionale per tutta la collettività. L'idea di inclusione permea l'intero percorso: obiettivo della campagna è infatti coinvolgere tutte le famiglie contemporaneee (straniere, monoparentali, tradizionali, ricomposte), evitando messaggi stereotipati e favorendo, al contrario, la condivisione di nuove responsabilità fra i partner e da parte della comunità. Un'attenzione particolare è rivolta alle mamme straniere che, a Forlì, sono un terzo delle partorienti: tutti i materiali sono prodotti in sette lingue (italiano, arabo, cinese, inglese, francese, rumeno, albanese), con brevi frasi, di immediata leggibilità, esplicative dei diversi servizi e delle tante opportunità presenti sul nostro territorio, mentre una spiegazione più dettagliata sarà disponibile sui siti Internet di Ausl (www.ausl.fo.it) e Comune di Forlì (www.comune.forli.fc.it e www.informafamiglie.it).

Vista la buona dotazione di strutture sia territoriali sia ospedaliere presenti nel nostro territorio, il miglioramento della qualità dell'assistenza passa soprattutto attraverso una più efficace informazione e il superamento delle barriere linguistiche e culturali che la ostacolano.

 

A curare la nuova progettazione grafica è stata la ditta forlivese "Matite Giovanotte" che ha cercato di rendere «il tema dell'inclusione attraverso una distribuzione cromatica che pone al centro il nucleo familiare». La proposta è stata selezionata da un'apposita Commissione di valutazione formata da professionisti appartenenti all'Ausl e al Comune di Forlì, col coinvolgimento dei servizi afferenti al percorso. La realizzazione dei materiali, prevista nel Piano di zona per la salute e il benessere sociale 2009/2011 e negli Accordi regionali fra Centri per le Famiglie e Consultori, ha comportato una spesa di circa 20mila euro.

 

Il Percorso Nascita, attivo dal 2001, garantisce ai cittadini dei 15 Comuni forlivesi un'assistenza basata sulla continuità tra Ospedale e Territorio; grazie alla proficua interazione fra servizi socio-sanitari sono infatti disponibili consulenze e assistenza in gravidanza, corsi di preparazione al parto ("Gruppi Cicogna"), assistenza al parto, visite domiciliari, occasioni di incontro e confronto dopo il parto per i neo-genitori e per le coppie.

 

Tale rete di opportunità appare particolarmente apprezzata dalle donne, visto che a Forlì quelle che si rivolgono al Consultorio sono il 37,6%, contro il 32,7% dell'Emilia-Romagna, e quelle che frequentano i Gruppi Cicogna sono oltre il 32%, contro il 26,5% della Regione (e oltre il 38% se si tratta di un primo figlio). Nel 2009, sono stati attivati 29 "Gruppi Cicogna", per un totale di 683 frequentanti, di cui 247 futuri padri. Nei primi mesi dopo la nascita, sono partiti 30 gruppi "Primo anno", cui hanno partecipato 222 mamme con i loro bambini, 14 papà e 3 nonni. Le iniziative sperimentali "Mondopapà" e "il Gomitolo-spazio incontro" hanno riscosso l'adesione di 276 adulti e 209 bebè in 29 giornate.

 

Il Consultorio forlivese, nel 2009, ha seguito 4.938 utenti, in netta crescita rispetto alle 3.862 del 2008. In aumento anche le prime visite per nuove gravidanze: dalle 492 del 2008 si passa alle 527 del 2009. Stessa tendenza per le visite dopo il parto, che crescono dalle 1.024 del 2008 alle 1.101 del 2009. Di tutte le donne in gravidanza che lo scorso anno si sono rivolte al servizio, quelle immigrate sono state ben 1.362. Le donne con cittadinanza straniera si rivolgonono in larga parte ai servizi pubblici. In media, a Forlì, le madri straniere sono più giovani: il 60% delle madri straniere ha meno di 30 anni, oltre il 70% delle madri italiane ha più di 30 anni. Hanno avuto accesso allo Spazio Donne immigrate, nel 2009, 740 donne.

 

Nell'ambito dell'assistenza al puerperio, infine, nel 2009 sono state effettuate 1.129 prime visite a domicilio e 594 consulenze telefoniche. A tali cifre, vanno aggiunti gli 834 colloqui svolti dall'équipe Tutela maternità e paternità degli assistenti familiari/sociali e le 297 visite e 110 consulenze realizzate dal Centro Famiglie del Comune di Forlì (rivolti alle donne di tutto il comprensorio).

 

Va inoltre ricordato che l'Ausl di Forlì è referente regionale del Percorso Nascita per l'intera Area Vasta Romagna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -