Forlì, oltre cento partecipanti al "Tiro al bersaglio fortuna" dell'Unuci

Forlì, oltre cento partecipanti al "Tiro al bersaglio fortuna" dell'Unuci

Il momento della consegna del ricavato per beneficenza

FORLI' - Circa un centinaio di persone hanno partecipato alla giornata di beneficenza che, domenica alla Sezione di Tiro a Segno in viale Roma 132, ha coniugato un pranzo conviviale con una gara non competitiva di Tiro a Segno chiamata "Tiro al bersaglio fortuna" (denominata così perché si tira a bersagli coperti e dove si vince non con la bravura nel fare centro ma con la fortuna). La gara, giunta alla sua  4° edizione, è stata organizzata dalla locale sezione Unuci  (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d'Italia).


> GUARDA LE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE

 

La manifestazione  è iniziata con la  Santa Messa celebrata dal Padre Vittorio, Parroco della Chiesa di Santa Maria del Fiore dei Cappuccini di via Ravegnana ed è proseguita nella mattinata con le gare di tiro a cui hanno partecipato una settantina di persone senza distinzione di età e di sesso. La più giovane tiratrice è stata Sara di 6 anni e il più anziano il Sottotenente  di Artiglieria Italo Nava di 81 anni.

 

Lo scopo della giornata è stato essenzialmente benefico. Infatti, come nelle precedenti edizioni,  il ricavato delle quote di iscrizione alla gara è stato interamente devoluto a favore della mensa dei poveri di Santa Maria del Fiore. Durante la conviviale che ne è seguita, il presidente dell'Unuci di Forlì, Mario Campanella ha tracciato un breve bilancio delle attività svolta dalla Sezione negli ultimi 5 anni. Dopo il pranzo sociale, durante la cerimonia sono state consegnate le benemerenze agli Ufficiali in Congedo che hanno raggiunto la maggiore anzianità di iscrizione  al sodalizio.

 

 

In particolare sono stati consegnati gli attestati di benemerenza al Capitano Medico Massimo Benedetti per aver compiuto 30 anni di appartenenza all'Unuci, al Tenente di Artiglieria Giuseppe Cirillo, per aver compiuto 40 anni di iscrizione e al Tenente del Genio Pionieri Oddone Olivucci per aver compiuto 50 anni di ininterrotta adesione al sodalizio. Particolarmente toccante è stata la consegna della benemerenza al Capitano di Cavalleria Alessandro Monsignani Sassatelli, classe 1914, che ha compiuto 70 anni di iscrizione e ha ricordato la sua appartenenza al Regio esercito italiano. A tutti loro, oltre che la  pergamena e il distintivo, è stata consegnata anche una bandiera italiana.

 

Dopo l'estrazione dei premi di una lotteria, sempre per beneficenza, sono stati premiati i primi classificati del ‘Bersaglio fortuna': al primo posto la giovane Giulia Fabbri, al secondo posto Angelo Tramelli, al terzo Massimo Zoli, al quarto Daniele Saccomandi, il quinto a Massimo Benedetti. I premi sono stati gentilmente offerti da oreficeria Carlo Casadei, Magnani Pelliccerie, Free Life, Conad Margherita "Spazzoli", Conad Margherita Castrocaro, Conad Margherita "Bolognesi" ed infine Tie Break - Break Point che ha elargito un buono acquisto di 10 euro ad ogni partecipante.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -