Forlì, ombra sulla Festa dell'Unità alla Fiera: "Affitto 'agevolato' per il Pd?"

Forlì, ombra sulla Festa dell'Unità alla Fiera: "Affitto 'agevolato' per il Pd?"

Stefano Gagliardi, consigliere provinciale di Forza Italia

Presunti favoritismi da parte dell'ente pubblico Fiera di Forlì nei confronti del Partito democratico. E' quanto paventa il centrodestra forlivese con una serie di interventi e interrogazioni per sapere se la Fiera abbia applicato il corretto tariffario al Pd per l'affitto degli spazi in cui si sta svolgendo la Festa dell'Unità. Stefano Gagliardi, capogruppo di Forza Italia in Provincia, sostiene che il Pd dovrebbe pagare "una cifra che si avvicina ai 300mila euro".

 

Per il capogruppo di An in Regione, Luca Bartolini, si sarebbero addirittura spesi soldi pubblici "per la climatizzazione degli imponenti locali".

 

Bartolini nella sua interrogazione regionale ricorda la "situazione di particolare difficoltà finanziaria" in cui versa la Fiera e la attribuisce "solo ed esclusivamente all'intera classe politica della sinistra forlivese che da anni continua a svolgere nomine dettate da criteri di pura appartenenza anziché a criteri di competenza per un rilancio strategico di una struttura che  è costata ai cittadini milioni di euro".

 

E poi chiede alla Regione se non sia il caso di compiere ogni azione "affinché  tutti gli immani sforzi finanziari di mano pubblica sino ad oggi generosamente elargiti per la sopravvivenza di questa struttura non siano serviti soltanto  per avere la garanzia della fruibilità di uno spazio utile allo svolgimento della "Festa dell'Unità di Forlì " che  annualmente si celebra proprio presso i padiglioni della Fiera".

 

Antonio Nervegna, capogruppo di Forza Italia in Comune a Forlì e consigliere regionale, non esclude che sul caso possa allungarsi l'ombra della magistratura. "Considerato che la Fiera di Forlì è una società composta per lo più da enti pubblici che non possono, per mandato istituzionale e vincoli di legge, svolgere attività lucrative a favore di una sola parte politica, è necessario sgombrare subito il campo da eventuali ombre, perché in caso contrario si evidenzierebbero estremi di violazione di legge e quindi si giustificherebbe anche un'indagine della Magistratura".

 

Polemica anche la domanda rivolta in una interrogazione presentata in Provincia dal capogruppo di Forza Italia, Stefano Gagliardi. "Quale cifra pagherà il Festival dell'Unità o del PD , che occupa senza considerare l'esterno (30.000 metri quadrati), almeno 15.000 metri quadrati di area interna alla Fiera per 20 giorni di festa più 30 giorni di montaggio-smontaggio, considerato che per l'utilizzo dell'area dedicata alla rassegna musicale Village Music, organizzata da Coinè, sono stati chiesti 9.000 euro più le spese per 1.600 metri quadrati, senza l'uso dell'ingresso principale e per 14 giorni? E' sbagliato, conti alla mano, azzardare una cifra che si avvicina ai 300.000 euro?".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di matteo74
    matteo74

    Beh, siamo in romagna o no??

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -