Forlì, ordine dei medici sul bilancio Ausl: "Troppi costi"

Forlì, ordine dei medici sul bilancio Ausl: "Troppi costi"

Forlì, ordine dei medici sul bilancio Ausl: "Troppi costi"

FORLI' - Questa volta la voce è quella dell'ordine provinciale dei medici, che risponde ai dubbi esposti dai 18 primari del Morgagni-Pierantoni con la loro lettera. L'ordine individua, con estrema preoccupazione per i 144 posti di lavoro a rischio, quelli che sarebbero i punti deboli del bilancio malandato dell'Ausl di Forlì: L'Irst di Meldola e il laboratorio unico di Pievesestina, "due servizi voluti dalla Regione", ma che vengono riconosciuti come troppo dispendiosi.

 

Il problema dell'Irst è che ogni Ausl paga in base al numero di pazienti ricoverati. Forlì, che ha smantellato il reparto di oncologia, nel 2009 ne ha avuti circa 1600, quando invece l'Irst era nata per trattare solo i pazienti di terzo livello, spiegano i medici. Da Forlì ora vengono mandati tutti a Meldola, "infelice collocazione" per l'Istituto, tra l'altro, troppo periferica, secondo i medici, per essere un riferimento regionale o nazionale. Forlì versa all'Irst il 40%, la percentuale più alta di tutte le Ausl.

 

Per il laboratorio di Pievesestina il ragionamento è opposto, l'affitto è suddiviso in parti uguali tra le Ausl, anche se quella di Forlì è la più piccola delle romagnole e ne usufruisce meno. Anche qui, dunque, l'ordine individua un grosso spreco.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di 26
    26

    E' ora che facciano sentire la voce grossa, contro questo pantano di politici che ci mangiano i soldi.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -