Forlì, ospite indesiderato del figlio crea scompiglio in casa e finisce nei guai

Forlì, ospite indesiderato del figlio crea scompiglio in casa e finisce nei guai

Forlì, ospite indesiderato del figlio crea scompiglio in casa e finisce nei guai

FORLI' - Prima ha avuto una violenta lite domestica con il figlio e la moglie. Poi ha accolto con calci ed ingiurie gli agenti della Volante intervenuti per calmare le acque. Protagonista in negativo della vicenda, avvenuta sabato pomeriggio a Forlì, un siciliano di 53 anni, finito in manette con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Processato per direttissima, è stato condannato a otto mesi di reclusione con la sospensione della pena.

 

Il 53enne, già noto alle forze dell'ordine e con problemi di alcolismo, ha tenuto impegnati i poliziotti di corso Garibaldi per buona parte del pomeriggio di sabato. L'uomo si è accasato dal figlio nonostante fosse un ospite indesiderato. Intorno alle 15 c'è stato il primo intervento della Volante, che ha allontanato il siculo. Il 53enne poco dopo è tornato alla carica. Con il figlio ha avuto un'accesa discussione, sfogando la sua frustrazione sul servizio di cucina.

 

In preda ad raptus dettato dall'alcol, ha cominciato ha scagliare per terra piatti e tazze. E non contento ha cercato anche di schiaffeggiare la moglie. A quel punto è stato dato l'allarme al 113. Sul posto è tornata nuovamente la Volante. Ma questa volta gli agenti sono stati accolti con calci e ingiurie. A quel punto il 53enne è stato caricato nella pattuglia, dove il siciliano ha continuato nella sua condotta violenta. Inevitabilmente è scattato l'arresto.

 

Già pochi giorni fa l'uomo si era ‘beccato' una denuncia dalle forze dell'ordine durante un controllo. Davanti al giudice si è presentato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, venendo condannato ad otto mesi di reclusione (pena sospesa). Nel frattempo i suoi familiari si sono presentati in Questura per sporgere querela. La vicenda giudiziaria insomma non finisce qui.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -