Forlì, Palafiera in estasi per la MarcoPolo: salvezza ad un passo

Forlì, Palafiera in estasi per la MarcoPolo: salvezza ad un passo

Forlì, Palafiera in estasi per la MarcoPolo: salvezza ad un passo

FORLÌ  - Folle, miracolosa, strepitosa Marco Polo: dopo aver patito distacchi a doppia cifra per quasi tutti i primi 35 minuti di gara, aver a lungo ballato una danza macabra con i mille spettri della retrocessione, i biancorossi di coach Vucinic sono riusciti a battere al fotofinish (91-90 grazie ad un cesto di Nardi a 3" dalla sirena) l'invincibile armada di Casale Monferrato. Un successo che vale un buon 90% di salvezza visto che ora a Forlì per restare in L2 basterà vincere venerdì sera in casa della derelitta San Severo.  

 

Un risultato impensabile appena tre mesi fa, quando Forlì masticava la polvere e gli scarichi di tutta la LegaDue. Un risultato festeggiato dagli oltre 5.000 forlivesi presenti al PalaCredito. Per tre quarti di gara la FulgorLibertas è stata in netta difficoltà, patendo la straordinaria vena offensiva di Malaventura e Pierich (mostruosi dall'arco: 5/8 per l'ex Fortitudo, 4/6 per l'ala goriziana); poi, negli ultimi 5' (girati a quota - 13, 72-85) la splendida metamorfosi con Goldwire ad accendere le polveri e il trio Nardi-Huff-Jones a completare il compito acciuffando allo scadere un fantastico successo. La FulgorLibertas, nonostante i successi di Lodi, Reggio e Verona, a San Severo potrà così scrivere la più bella pagina della sua storia. E se lo farà, sarà grazie alle "penne" da Nobel per la letteratura di coach Vucinic - bravo nello scegliere i giocatori giusti per rifondare un team alla deriva e amalgamare un gruppo fino a renderlo tosto quanto un pugno nello stomaco - dei Fab-Five del quintetto (Nardi, Goldwire, Huff, Jones, Poletti) e dei pretoriani della panchina, Ranuzzi, Borsato e Campani.

 

Primo quarto - Difese allegre ispirano soprattutto il fischiatissimo Malaventura (10 punti nel quarto) e l'ubiquo Bobby Jones. Sul 5 pari (2') Forlì tenta lo strappo trovando nei propri mezzi-lunghi (Huff-Jones-Poletti) i cesti che a metà tempo valgono il 14-9. Casale non è però un agnello sacrificale: Hickman ispira e Fantoni (2+1) materializza il contro-break del sorpasso sul 14-15 (6'30"). Jones tarantolato riporta Forlì in testa (18-15) ma il gioco fisico premia la Fastweb che raggranella liberi su liberi sotto le plance è ancora -2, 18-20 (9'). Campani inchioda uno schiaccione che lima il divario ma Malaventura dimostra un feeling assoluto coi cesti del Palafiera insaccando allo scadere il 21-22 che chiude il primo quarto. 

 

Secondo quarto - Pierich dall'arco battezza il quarto (21-25) e Malaventura - sempre lui... - lo imita: 21-28. Gentile arrotonda il gap (21-30) per una Marco Polo che pare un po' sperduta, soprattutto troppo presa dalla foga e dalla pressione di dover vincere a tutti i costi. Il rientro in campo di tutto il quintetto base e qualche errore dall'arco degli ospiti permettono un piccolo recupero (-5, 27-32, su cesto di Poletti al 14'). Casale ha però dalla sua la pazienza dei forti, soprattutto ha un Malaventura in più. Ancora l'ex Fortitudino da 6,75 metri ricaccia indietro i romagnoli (29-35, 15') smorzando entusiasmo. Huff con un tap-in (33-36) riaccende la speranza. Che però dura un attimo: Forlì difende poco, specie sugli scarichi, la Fastweb punisce sistematicamente e al 19' un contropiede sancisce il massimo vantaggio ospiti, -11, 40-51. Forlì ci mette l'anima ma Campbell decide di svestire la tuta e piazza tre rasoiate in penetrazione con i bianchi di casa che paiono birilli. Il finale di tempo è pesantissimo: -13, 42-55.  

 

Terzo quarto - La ripresa non cambia registro, anzi: Campbell con una tripla porta a +17 la Fastweb (43-60). Quando s'avvicina l'abisso ecco il sussulto: Jones mette la tripla, Nardi ruba palla e accomoda sul cesto casalese il-12, 50-62 (24'). Sul più bello ancora Malaventura inventa una magia ovvero la 5a tripla che ricaccia i locali a -15 (25'). Mr Jones scava via un po' di peso (54-67, 3'30") ma Casale si dimostra in serata aureolata: le canotte blu fanno cesto da ogni parte, specie Pierich che insegna meccanica di tiro dall'arco. La botta è forte e anche nel terzo il solco è ampio: 62-75. 

 

Quarto quarto - Il mini intervallo non concede la scossa sperata. Forlì insegue il -10 che non arriva (68-79, 32') colpa occasioni gettate via. Il divario si ossifica (72-85, 35') finché qualcosa scatta nella testa dei romagnoli. A dare il "la" due perse Fastweb e una fiammata di Goldwire che con due triple spinge Forlì a -7, 78-85 al 3'. Il quinto fallo di Gold su Hickman non abbassa i toni. Forlì è altra roba e Casale cade in pieno panico. Secondo dopo secondo la Marco Polo rosicchia punti finito al -2 su cesto di Jones: 85-87 a 1'20" dalla sirena. Il PalaCredito è tutto in piedi, incendiata dalla passione di 5.000 sostenitori la Fulbertas morsa e corre. A pareggiare i conti è Mike Nardi (87-87, 50"). Gentile in penetrazione ridà fiato ai piemontesi (87-89, 22"). Ancora Jones dalla lunetta impatta mentre Nnamaka (su cui Huff fa fallo) spaia le sorti facendo 1/2: 89-90. Il tabellone segna 18". Giusto il tempo per Nardi per pompare la palla fino a 7" dalla fine e segnare, attaccando Gentile, il sottomano del 91-90. Rimessa e in 3" Malaventura riesce a tentare il tiro del miracolo mancato.  

 

MarcoPoloShop.it Forlì 91 

Fastweb Casale Monferrato 90  

(21-22, 42-55, 62-75) 

MARCOPOLOSHOP.IT FORL  Ì  -   Goldwire 17 (4/6, 2/5), Nardi 20 (5/14, 0/4), Jones 24 (6/11, 2/3), Huff 12 (4/6, 1/4), Poletti 6 (2/8, 0/2), Ranuzzi (0/1 ), Borsato 9 (4/4), Campani 3 (1/1), Ravaioli ne, Berlati ne. All:Vucinic. 

FASTWEB CASALE MONFERRATO  - Malaventura 25 (5/8, 5/8), Hickman 8 (0/2, 1/7), Campbell 12 (4/8, 1/4), Fantoni 11 (5/6), Nnamaka 5 (2/3, 0/3), Pierich 14 (4/6), Masciadri ne, Chiotti, Ferrero 3 (1/3), Gentile 12 (6/6 ). All:Crespi. 

Arbitri: Calbucci di Pomezia Terme, Federici di Roma, Ciaglia di Caserta. 

Spettatori: 5000 circa 

 

NOTE 

Usciti per falli: Goldwire (Forlì) e Hickman (Casale) 

Tiri da due punti: Forlì 26/51 (51%), Casale Monferrato 23/36 (64%) 

Tiri da tre punti: Forlì 5/18 (28%), Casale Monferrato 11/29 (38%)  

Tiri liberi: Forlì 24/29 (83%), Casale Monferrato 11/15 (73%) 

Rimbalzi: Forlì 47 (18 off), Casale Monferrato 22 (1 off) 

Falli subiti: Forlì 28 (tre con 6 falli), Casale Monferrato 19 (due con 5) 

Palle perse: Forlì 14 (due con 4), Casale Monferrato 12 (Campbell 4) 

Palle recuperate: Forlì 13 (due con 3), Casale Monferrato 14 (Gentile 3) 

Assist: Forlì 10 (Goldwire 5), Casale Monferrato 11 (cinque con 1) 

Valutazione: Forlì 111 (Jones 34), Casale Monferrato 83 (Malaventura 20) 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Francesco Mazza 

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di fabrizia brilli
    fabrizia brilli

    ... naturalmente volevo scrivere MARCO POLO... ma nell'euforia mi e' scappato l'errore!!!!

  • Avatar anonimo di fabrizia brilli
    fabrizia brilli

    ... meno male che abbiamo vinto... cosi la multa di 80 euri mi sembra meno... dolorosa!!!! mi domando... se intralciavo qualche altra auto o un passaggio chissa quanto mi fa facevano... grazie vigili di essere passati dalle 20 alle 22.45 durante un evento cosi' grande per la vostra citta'.... del resto vi hanno detto di farle ste benedette multe... e cmq...FORZA MARCI POLO!!!!!

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    ma dov'era il nostro emerito assessore allo sport nonchè sindaco balzani?!? mai visto nè allo stadio nè al palazzetto... in compenso gli emissari vigili urbani han fatto multe ad auto che non intralciavano per nulla la circolazione, soprattutto alle 11 di sera a fine partita. i miei più vivi complimenti per il buon senso che dimostra ogni giorno di più!

  • Avatar anonimo di Mattia
    Mattia

    Nessuno lo dice ma la vera mela marcia era quell'EGOISTA INCAPACE DI DIFENDERE di Lorenzo Gordon, che tanti hanno eletto a F-E-N-O-M-E-N-O. Ma dove? Senza difesa non si va da nessuna parte, e difatti con lui (e Vucinic in panchina) abbiamo perso le prime 4-5 partite. Appena se ne è andato abbiamo vinto 7 partite su 8, eccetto quella di Reggio. Questa è la vera differenza

  • Avatar anonimo di piadina
    piadina

    il coach di lorenzo lo ringrazi perchè se ne è andato? perchè se è così ok, visto che il coach di tutte queste nuove vittorie è coach Vucinic! è a lui che dobbiamo rendere grazie! comunque, questa è stata davvero una partita al cardio palma, io non ci ho creduto fino all'ultimo, visto l'andamento di tutta la partita! e quando è stato eliminato GOLD per 5 falli, ho detto, adesso è davvero finita! e invece no! quei cinque ragazzi in campo e il coach hanno fatto il più bel miracolo di tutta la stagione! che splendide emozioni ci regala questa splendita fulgor libertas e questo grandioso palazzetto! FINO ALLA FINE I BIANCO ROSSI!

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    grazie ragazzi, grazie ai coach di lorenzo e nenad, la salvezza è di tutti e 2 gli allenatori, di questi ragazzi fantastici, di questo pala credito sempre in bolgia, grazie di cuore ragazzi, che emozione!!!!!!!!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -