Forlì: palpeggiamenti in carcere, tre anni ad agente penitenziaria

Forlì: palpeggiamenti in carcere, tre anni ad agente penitenziaria

Forlì: palpeggiamenti in carcere, tre anni ad agente penitenziaria

FORLI' - Era accusato di violenza sessuale nei confronti di alcune detenute. Si è concluso con una condanna a tre anni il processo che vedeva come attore principale un agente della polizia penitenziaria. L'episodio risale ad una calda notte di luglio del 2005. Secondo l'accusa l'imputato si era recato nella sezione femminile del carcere di Forlì nonostante fosse stato richiamato da alcune colleghe. Poi avrebbe ‘perquisito' una detenuta, appena rientrata da un permesso.

 

Quella sera l'imputato, 50 anni, era il responsabile della sorveglianza. Secondo la testimonianza di alcune carcerate, l'uomo le avrebbe palpeggiate infilando le mani attraverso le grate delle celle. Ma inoltre avrebbe anche ‘perquisito' una detenuta, appena rientrata da un permesso. L'agente ne avrebbe approfittato per palpeggiarle il seno.

 

Nel corso dell'udienza di martedì una delle detenute ha ritrattato quanto aveva dichiarato in precedenza, spiegando di non aver mai ricevuto le attenzioni da parte dell'agente. Per la donna, la cui testimonianza non è risultata attendibile, si è ravvisato il reato di falsa testimonianza. Il 50enne, difeso dall'avvocato Pier Paolo Benini, aveva respinto ogni addebito.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pm Alessandro Mancini aveva chiesto cinque anni di reclusione. Il tribunale collegiale, presieduto da Orazio Pescatore (a latere Mirko Margiocco e Giovanni Trerè) ha condannato l'agente a tre anni di reclusione. Di questi sei mesi beneficeranno dell'indulto.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Sì, e gli stupratori e i pedofili in libertà!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -