Forlì, per la nuova centrale di Russi si prevedono 4mila camion di passaggio all'anno

Forlì, per la nuova centrale di Russi si prevedono 4mila camion di passaggio all'anno

Stefano Gagliardi (PdL)-2

FORLI' - Il progetto di mega-centrale a biomasse che sorgerà a Russi, in provincia di Ravenna, comporterà un passaggio di quattromila camion all'anno sulla Lughese, la Provincia di Forlì-Cesena sta partecipando alle valutazioni ambientali? E quanto chiede Stefano Gagliardi, capogruppo del PdL in Provincia di Forlì-Cesena, paventando grossi disagi per la circolazione nelle frazioni della Lughese, ma anche nella stessa città di Forlì.

 

Spiega Gagliardi in un'interrogazione: "in data 4 Novembre 2009 PowerCrop, societa' formata da Eridania Sadam e Gruppo Falk , ha presentato le integrazioni richieste dalla Regione al progetto di costruzione di un inceneritore a biomasse che si vorrebbe costruire nel Comune di Russi, con potenza di 30 Mw elettrici con la necessita' di  reperire oltre 270.000 ton/anno di materie prime da comburre".

 

Sempre Gagliardi: "Come dichiarato dal proponente stesso, durante la fase di cantiere e successivamente all'entrata in esercizio dell'impianto, l'approvvigionamento di parte del combustibile avverra' da 8 aree identificate tra le quali si evidenziano, per quel che riguarda il territorio forlivese, la zona di Portico San Benedetto e Santa Sofia. Lo stesso proponente dichiara  che dall'area di Santa Sofia  arriveranno 1191 mezzi pesanti  e 744 da Portico San Benedetto che, a pieno carico, in entrata ed in uscita, conferiranno combustibile all'inceneritore".

 

Potrebbe diventare un inferno per i centri abitati  di San Martino in Villafranca  e Villafranca,  interessandolo in "entrata ed in uscita" dall'inceneritore, di fatto raddoppiando il numero degli automezzi pesanti: quasi quattromila. Ma la stessa circolazione di Forlì potrebbe subire grossi disagi. Dice Gagliardi: "Il sottoscritto consigliere provinciale interroga il Presidente per sapere se l'Ente è a conoscenza dei dati presentati dal proponente dell'impianto e se l'amministrazione è stata coinvolta direttamente nell'iter autorizzativo di questo impianto, attualmente sottoposto a procedura di Via?".

Commenti (10)

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @LUCINA il centrodestra (e pure destinazione) sono un po' debolucci in matematica... 4000/365 fa circa 11 camion tra andata e ritorno al di ovvero circa un camion ogni 2 ore... e se ciò raddoppiasse il traffico è evidente che un camion all'ora non sarebbe un grave problema . Gagliardi rimandato a settembre...

  • Avatar anonimo di Lucina
    Lucina

    E' da un sacco di tempo che si danno questi dati: 4000 camion in più all'anno. Il doppio di quelli che attualmente già passano dalla Via Lughese?? E dove l'avrà preso Gagliardi questo dato?? Il problema è che i polli si fermano qui e nemmeno fanno i conti.. che dimostrerebbero subito che 4000 camion all'anno sono poco più di 10 al giorno: troppo pochi, anzi pochissimi, per essere quelli che passano ogni giorno sulla Lughese (fantascienza!), e troppo pochi anche per gridare allo scandalo e contro l'amministrazione. Ma via, siate seri, e coerenti ogni tanto: ma non è il PdL che vuole il nucleare?

  • Avatar anonimo di Manù
    Manù

    Vorrei ribadire che sono anni che i cittadini della lughese e delle vie di collegamento tra il polo agroalimentare lughese e quello di pieveacquedotto, lamentano il passaggio di camion e tir(rilevati 6oo passaggi medi al giorno). Perchè sia destinazione forlì che gagliardi non si sono preoccupati prima di porre il problema? Fino ad ora i camion non inquinavano? Inquineranno solo quei dieci in più al giorno che viaggeranno per conto della centrale a biomasse? Mi pare che in questo caso la strumentalizzazione dei fatti tocchi veramente punte d'eccellenza!

  • Avatar anonimo di ReArtù
    ReArtù

    Diciamo che da buon campanilista si interessa solo del suo orticello. Quello che succede anche solo ad un palmo di naso non gli frega niente. Non importa se i cittadini di Russi si vedranno questo mostro in casa, le emissioni di fumi, di polveri, di traffico pesante. Tutto ok basta che i camion non passino per Forlì.

  • Avatar anonimo di Rath
    Rath

    Ma perchè non si informa sull'impatto ambientale dell'inceneritore che sarebbe molto più importante? Si attacca la sinistra sugli inceneritori e l'opposizione che fa?si preoccupa dei camion.. Veramente senza parole!!!

  • Avatar anonimo di pm
    pm

    Una decina di anni fa era stata proposta la costruzione di una cerntrale a biomasse in località Cesena, poi bivio Montegelli. Allora Gagliardi non manifestò alcuna preoccupazione, e pensare che ad essere trasportate e bruciate sarebbero state 200.000 tonnellate non di legname, bensì di pollina (escrementi di pollo). Ora invece la centrale la chiama "inceneritore" e si preoccupa per l'impatto al traffico, chissà perchè.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @marlene 58 è strumentale il modo con cui Gagliardi presenta la notizia. Non sono 4000 camion sono 10 camion che fanno un viaggio al giorno. E il dato che riporta sul passaggio di camion sulla lughese è falso si stimano 600 passaggi al giorno attuali (e sono il vero problema) i 10 in più sono un incremento del 1,3% Parliamo di cose serie, non facciamo demagogia. PS notato che Gagliardi non si esprime sulla centrale? ? Chissà perhè?

  • Avatar anonimo di fabrizio bazzocchi
    fabrizio bazzocchi

    Chiarire tutti gli aspetti è doveroso. Per onestà il raprresentante della PDL dovrebbe anche ricordare che grazie a questo governo si torna a parlare di centrali nucleari nel nostro paese di una tecnologia obsoleta e non italiana ovviamente. Claudio Scajola, il Ministro per lo Sviluppo Economico, �Se potessi scegliere dove mette­re una centrale nucleare me la metterei nel giardino di casa�. Quello che ha dato al povero Biagi del rompicolgioni da morto e che ha un volo alitalia personale roma albenga (servizio di report). Per le location saranno i tecnici a dirlo e sarà usato l'esercito s enecessario, fonte ministro Matteoli. Il bello che noi avremmo i brevetti per le energie alternative e altri paesi vedi la Spagna costruiscono centrali a solare termodinamico in Sicilia, con tecnologia italiana!!! Il VIA bisognerebbe darlo a sti politici.

  • Avatar anonimo di Marlene58
    Marlene58

    Il fatto che sia Natale non ci esime dal valutare bene di cosa parliamo! Invece che bruciare non si potrebbe produrre biogas da biomasse? A me non pare che le alternative siano solo due o sbaglio? Se a qualcuno 4.000 (quattromila) camion sembrano pochi vorrei capire quanti ne vorrebbe per dire che inquinano aria e vita dei residenti senza che ne abbiano beneficio diretto. Se la buttiamo sempre in politica ovvero muro contro muro e quello che fa la destra è orribile comunque per la sinistra e viceversa non andiamo da nessuna parte. Buon Natale!

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    E' Natale e siamo tutti più buoni, ma la notizia si commenta da sola 4000 viaggi annui sono 10 camion al dì. Davvero il signor Gagliardi si accorge di questo "pauroso" incremento? Non si preoccupi . Con tutte le aziende locali che chiudono, anche per l'incapacità del governo Berlusconi il traffico calerà. Ma ci dica l'esponente della PdL se è favorevole alla centrale a biomasse o a quelle nucleari...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -