Forlì, per non pagare la multa diede la colpa al suocero. Ma lui era morto da due mesi

Forlì, per non pagare la multa diede la colpa al suocero. Ma lui era morto da due mesi

Forlì, per non pagare la multa diede la colpa al suocero. Ma lui era morto da due mesi

FORLI' - Per non pagare due multe per eccesso di velocità aveva firmato il verbale per conto del suocero deceduto da due mesi. Una molisana di 40 anni è stata condannata dal giudice monocratico del tribunale di Forlì, Giorgio Di Giorgio, a quattro mesi. I fatti risalgono all'ottobre del 2007, quando l'automobilista è stata pizzicata dall'occhio dell'autovelox lungo il tratto forlivese dell'A14 sfrecciare a bordo di una "Mercedes E 300" oltre il limite di velocità.

 

La donna, per evitare la decurtazione dei punti, ma soprattutto la sospensione, ha firmato il verbale per conto del suocero. Le indagini della PolStrada hanno accertato però che l'uomo era deceduto da due mesi. A quel punto è stata rinviata a giudizio per falso penale. Giovedì l'epilogo in tribunale con la condanna a quattro mesi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -