Forlì, Pini (Ln) chiude le porte: "Non arriveranno clandestini e profughi in Romagna"

Forlì, Pini (Ln) chiude le porte: "Non arriveranno clandestini e profughi in Romagna"

Forlì, Pini (Ln) chiude le porte: "Non arriveranno clandestini e profughi in Romagna"

FORLI' - "Smentisco categoricamente che nè i profughi libici - che nulla hanno a che fare con i clandestini tunisini - nè tantomeno i clandestini ora ospitati presso le varie strutture del sud Italia possano essere trasferiti nelle prossime settimane nelle tre province Romagnole. Le notizie di stampa diffuse in questi giorni sono una balla", è la replica che viene da Gianluca Pini, deputato romagnolo della Lega Nord dopo le notizie su eventuali arrivi.

 

Dice Pini: "La Regione infatti ha solo diffuso (correttamente) il piano ipotetico di emergenza umanitaria da applicarsi nel caso in cui i profughi siano oltre 50.000. Questo piano, predisposto dal Viminale, prevede collocazioni anche in Emilia Romagna, ma nulla nelle provincie Romagnole: se poi Errani decide che anche la Romagna dovrà - eventualmente - ospitarli, lo dica chiaramente e non scarichi la colpa su Maroni. In aggiunta è bene ribadire che al momento i profughi accertati sono meno di 3000 e sono tutti allocati in regioni del sud per ovvi motivi di comodità logistica, mentre i 22mila clandestini stanno lasciando gradatamente la penisola, quindi è assurdo parlare di arrivi in settimana, non ci sono le condizioni di emergenza - fortunatamente - per applicare il piano della Regione."

 

Lo afferma in una nota ufficiale il Segretario della Lega Nord Romagna, Gianluca Pini dopo un colloquio con il Ministro dell'Interno, Roberto Maroni. "Trovo vergognoso e ipocrita, tanto da parte della sinistra quanto da parte di chi non conosce la differenza tra lo status di profugo e quello di clandestino, che si crei allarmismo senza senso soprattutto in una fase così delicata come quella dell'inizio della stagione turistica. Già il turismo non gode di buona salute per la crisi economica - commenta l'on. Pini - se poi gli amministratori locali sono così masochisti da far cattiva pubblicità gratuitamente al proprio territorio solo per fini elettorali, siamo proprio alla frutta. Lo ribadisco: il piano della Regione è predisposto per un'emergenza che al momento non c'è e grazie al Ministro Maroni probabilmente mai ci sarà, pertanto smettiamola di far del male alla Romagna e non creiamo allarmismi inutili."

 

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Giubbe_rosse
    Giubbe_rosse

    Ci prendono tutti in giro! nessuno si ricorda che quando arrivarono gli albanesi furono 50.000 tutti in poco tempo e non ci fu nessuna emergenza, ora i tunisini sono neppure 40.000 e siamo allo sbando... questo è il peggiore governo che potesse capitare e più disorganizzato. Vogliono tenere la tensione alta a tutti i costi per spostare l'attenzione dalla giustizia o dall'economia che non decolla. Si potrebbero definire i clandestini una grande ARMA DI DISTRAZIONE DI MASSA!!!!

  • Avatar anonimo di asso70
    asso70

    che la lega sia un partito di quaquaraqua non vi e' alcun dubbio, che sia un partito di venduti a berlusconi pure........ ma se fosse la sinistra al governo a quest'ora l'Italia sarebbe invasa da extracomunitari pseudorifugiati politici

  • Avatar anonimo di JOSE MARTI
    JOSE MARTI

    Lo strumento del condono consente l'allargamento o comunque l'arricchimento della base imponibile per le dichiarazioni dei redditi anche future ad esso. Questo si verifica poiché quei contribuenti che decidono di approfittare del condono per sanare le proprie irregolarità, da quel momento in poi sono costretti a mantenere quel livello di reddito condonato, in quanto, se tornassero a dichiararne uno inferiore, rischiano di esporsi a tempestive verifiche ed accertamenti tributari.Dal 1973 al 2009 in Italia i governi che hanno fatto condoni sono stati ben 7,percio' non colpevelizziamo sempre e solo la solita persona......

  • Avatar anonimo di collina
    collina

    le notizie di stamani nel carlino prevedono alla provincia FC circa il 9% dei profughi accolti in Emilia Romagna,vorrei sapere se q1uesto L'on Pini lo sapeva gia,visto che anche in tv ha affermato che nn arriveranno,a meno che il pd nn voglia favorire enti tipo caritas(almeno è quello che io ho inteso guardando la sua intervista questa sera in tv)io credo che Lon Pini sia consapevole che anche la lega perde un po di consensi,visto che per stare al governo devono votare secondo gli ordini,e quindi per arginare le perdite devono farsi notare,speriamo che le promesse di PINI NON SIANO COME I SOLDI DELLA FRANA DI cORNIOLO

  • Avatar anonimo di Dalladario
    Dalladario

    .....soldi frutto di reati aprono un attivita' pulita? Ma caro JOSE MARTI parli forse di quel grandissimo favore fatto alle cosche ed ai grandi evasori fiscali per riciclare e ripulire il denaro pagando una minima sanzione ? ma allora parli di una legge che il tuo caro Pini ha consapevolmente votato e si chiama CONDONO FISCALE : ricordiamoci di queste belle azioni dei nostri cari leghisti pronti a vedere la pagliuzza nell' occhio del vicino ma non la trave del atteggiamento servile con cui votano le leggi che il loro "padroncino" gli impone

  • Avatar anonimo di JOSE MARTI
    JOSE MARTI

    Grazie Pini per la precisazione,i clandestini vanno rispediti da dove sono venuti,anche perche' se si regolarizzano sono da paragonare a coloro che con i soldi frutto di reati aprono un attivita' pulita.Per entrare in Italia ci sono leggi e requisiti da rispettare,chi non li rispetta non potra essere un buon cittadino.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -