Forlì, Pirini (Destinazione): "Bus, pressapochismo nella formazione di Start"

Forlì, Pirini (Destinazione): "Bus, pressapochismo nella formazione di Start"

Ci troviamo di fronte all'approvazione della seconda fase dell'aggregazione delle aziende romagnole del Trasporto Pubblico Locale (TPL). Ci troviamo di fronte all'ennesima creazione di un mostro, non so come altro chiamarlo, dopo Hera. Con vari passaggi si è creata prima una holding, la Star holding, che poi si rinominerà in START Romagna spa, altra holding che controlla, attraverso partecipazioni, AVM ATM e TRAM SERVIZI.


L'ubicazione della sede legale e degli uffici della direzione generale sarà a Cesena, poi c'è l'impegno degli enti sottoscrittori ad unificare le tre agenzie per la mobilità sulla base di una convenzione che porterà la sede di questa agenzia unificata a Rimini. E' una cosa talmente complicata che c'è solo da preoccuparsi.


Per risolvere un problema ce ne siamo creato uno molto più grande. Le regole di rotazione delle nomine dei componenti del consiglio di amministrazione lasciano veramente perplessi e nella assurda complessità della gestione lasciano supporre un peso inferiore per Forlì - Cesena rispetto alle altre due agenzie o società che dir si voglia. E poi non affrontiamo il problema del contratto dei lavoratori, che rappresenterà un momento di tensione non da poco, perchè per ridurre i costi, in modo da giustificare e rendere vantaggiosa dal punto di vista imprenditoriale una tale operazione, si deve andare al ribasso dei costi e  quindi dei contratti.


Una delle cose più gravi è che nello statuto si parla di scopi che sono sempre più lontani dall'obiettivo di una struttura che deve fornire un servizio di pubblica utilità riguardante il trasporto.

Si parla di "progettazione - produzione -  vendita di servizi di navigazione, di vacanza e turismo, di progettazione - costruzione - gestione di opere e infrastrutture afferenti l'esercizio dei servizi pubblici e  privati del trasporto, di realizzazione di stazioni di servizio e di impianti per la distribuzione di carburanti e di lubrificanti", per finire con la ciliegina sulla torta della "produzione - distribuzione - vendita ed utilizzo di energia da qualsiasi fonte prodotta". Ma l'antitrust cosa dice?


Il capogruppo Rosetti in risposta al mio intervento in consiglio comunale il 26 luglio afferma che il mio allarmismo è fuorviante e che il turismo è previsto per via di una piccola partecipata inglobata che gestiva servizi turistici e che probabilmente l'azienda pensa di mettere un pannello fotovoltaico su una pensilina della fermata e che il pressapochismo lo ha stancato.


Mi dispiace per lui, ma a me ha stancato l'atteggiamento di chi pensa di poter prendere in giro gli altri. E' ovvio che sono tutti tentativi di dare la possibilità  alla holding di fare quello che vuole per realizzare profitti, compresa la produzione di energia dal carbone o dal nucleare, visto che non è specificato che si tratti di fonti rinnovabili, anzi...


Non c'è nessun bisogno di mettere fra gli scopi della società che forse si potrà montare un pannello fotovoltaico su un tetto di una fermata, ma se si vogliono usare i soldi (quali, anche quelli pubblici?) per fare grossi investimenti per produrre energia, allora va indicato.

Rifiuto l'accusa di pressapochismo e non considero saggezza quella di chi contribuisce a creare macrostrutture sempre più lontane dal territorio e che favoriscono la creazione di gruppi imprenditoriali senza scrupoli. Con Area Vasta Sanità si sono sprecate risorse, basti pensare al laboratorio di Pievesestina che è un doppione dei laboratori ospedalieri, che ovviamente devono continuare a essere mantenuti in funzione, oltretutto peggiorando la qualità del servizio.


Con la creazione di Hera, ci hanno legato con un nodo scorsoio ad un mostro che non riusciamo più a toglierci di torno che causa danni all'erario dell'amministrazione e alla salute dei cittadini e che mostra un disprezzo per gli amministratori indegno di un gestore di servizi di pubblica utilità.

 A questo punto viene da chiedersi di chi è il pressapochismo. E' difficile confutare le critiche quando sono fondate e quando non si hanno argomenti validi si ricorre al "metodo Pinocchio" che scagliò il martello contro il Grillo Parlante.


Raffaella Pirini

Lista Civica

DestinAzione Forlì

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -