Forlì, pollo e uova 'in tavola' a Fieravicola

Forlì, pollo e uova 'in tavola' a Fieravicola

Forlì, pollo e uova 'in tavola' a Fieravicola

FORLI' - Nel secondo giorno del Salone internazionale Avicolo e Cunicolo, sul piatto ci sono i temi caldi del settore. Innanzitutto, le imprese si confrontano interrogandosi su quale sia la chiave per essere competitivi nel mercato internazionale contemporaneo. Lo sguardo rivolto ai mercati emergenti, a cui le aziende italiane hanno molto da insegnare, e il dinamismo necessario per raccogliere gli stimoli che vengono dall'Europa, il vero grande mercato di riferimento per le imprese italiane.

 

Esiste una ricetta per affrontare le sfide del futuro? Ma soprattutto, quali strumenti sono oggi a disposizione degli imprenditori per mantenersi sul mercato e fare un salto di qualità vincente?

 

Gli appuntamenti del venerdì cominciano alle 10,30 con un momento istituzionale con gli organizzatori, il Presidente della Fiera di Forlì Giorgio Grazioso e l'On. Paolo de Castro Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo, che sarà ospite d'onore e rappresentanza istituzionale nei lavori congressuali del pomeriggio.

 

Alle 14.00 in Sala Convegni si aprirà il dibattito più atteso della manifestazione. L'On. Paolo de Castro insieme all'Assessore all'agricoltura della Provincia di Forlì-Cesena, Gianluca Bagnara e al Presidente Giorgio Grazioso apriranno i lavori del convegno che promette di analizzare in maniera approfondita il settore avicolo e le prospettive future di sviluppo in vista dell'implementazione della direttiva 74/99 CE che dal 1 gennaio 2012 imporrà nuove regole per la costruzione e la gestione degli allevamenti di ovaiole. Questa normativa prevede la riconversione di tutti gli attuali allevamenti che devono dotarsi di sistemi a terra con gabbie arricchite e regolamentate. Secondo le stime, un adeguamento di questo tipo comporterà un aumento dei costi di produzione tra il 10% e 12% e investimenti ingenti che forse non tutti gli allevatori riusciranno a sostenere. L'evoluzione dei sistemi di allevamento è quindi al centro del dibattito che andrà ad analizzare anche i nuovi equilibri competitivi del mercato dell'uovo italiano e comunitario. Un'equipe di esperti internazionali ed esponenti delle più importanti associazioni di categoria, si ritroveranno a FierAvicola per delineare le migliori strategie di approccio ai prossimi cambiamenti strutturali ed infrastrutturali del settore.

 

Sul piatto di FierAvicola, domani, ci sono anche pollo e uova! Non pietanze qualsiasi, ma l'interpretazione della filosofia artusiana è affidata ad alcuni chef di prestigio che arrivano in fiera armati di fornelli per far conoscere tutti i segreti dell'uovo e del pollo. Alle 12 infatti, presso l'Area di CasArtusi, ci sarà uno show cook interamente dedicato ai visitatori del Salone. Silverio Cineri (Chef di Da Silverio a Faenza -RA) e Paolo Teverini (chef dell'omonimo ristorante in Bagno di Romagna -FC) si metteranno ai fornelli e presenteranno i sapori e le magie di due degli alimenti più semplici e genuini della tradizione gastronomica italiana: il pollo e l'uovo, appunto. Silverio Cineri si cimenterà con il Pollo alla Cacciatora (ricetta numero 208 della "Scienza in cucina e l'Arte del mangiar bene" di Pellegrino Artusi). Il gusto e le qualità della carne bianca saranno esaltati da una preparazione tradizionale, secondo i dettami del padre della cucina italiana, che seppe abbracciare l'intera popolazione italiana nel nome della buona tavola, valorizzando le eccellenze regionali. Alla pura carne italiana si combinerà, in un amalgama di sapori ed esaltazione di profumi, il Sangiovese di Romagna, vitigno autoctono, anima della terra natale dell'Artusi e patria del settore produttivo avicolo. Ingrediente usato sapientemente per la cottura, il sangiovese di Romagna compare solamente nella ricetta del Pollo alla cacciatora, vera e propria chicca del settore.

 

Paolo Beverini invece stupirà il pubblico con la semplicità di un uovo...naturalmente non si tratterò di un uovo qualunque, ma dello Zabaione d'uovo al salmone affumicato in casa, una ricetta pensata dal cuoco per l'occasione, che utilizza la tecnica di cottura dell'uovo in acqua ed aceto.

 

Mentre i cuochi prepareranno i loro piatti, in una vera e propria cucina allestita all'interno della fiera, nutrizionista esalterà le proprietà degli alimenti, mentre un veterinario si soffermerà sulle tecniche di produzione ed allevamento, nell'ottica del rigoroso rispetto delle norme comunitarie, che fanno del prodotto italiano, un unicum nel panorama agroalimentare internazionale.

 

Il talk show, che il duplice intento di valorizzare la qualità e la tradizione (della produzione, ma anche della cucina nazionale): qualità intesa come principio imprescindibile nella produzione degli alimenti, che si raggiunge attraverso la definizione di procedure rigorose, il rispetto di protocolli condivisi e nel rispetto di vincoli di tracciabilità oltre che, naturalmente, delle norme sanitarie comunitarie. Tradizione recuperata nei processi di produzione, nel pieno rispetto dell'animale e che si manifesti in un alimento genuino, che si inserisca nella dieta moderna con l'adeguato apporto nutrizionale. 

 

L'evento si inserisce all'interno del calendario delle celebrazioni del centenario Artusiano, ossia dei cento anni della morte del padre della cucina italiana che comprende, tra gli altri, un convengo di studi tra Forlimpopoli (città natale dell'Artusi) e Firenze, da un concorso per scuole alberghiere, una mostra fotografica tematica, un docu-film, la ristampa anastatica della prima edizione del manuale artusiano...

 

In collaborazione con alcune aziende produttrici del settore avicolo e ovaiolo, con CasArtusi, il centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana, con Cheftochef Emiliaromagnacuochi, l'organizzazione di cuochi impegnata da anni nella promozione e diffusione della gastronomia regionale a livello nazionale ed internazionale, Fiera di Forlì ha scelto FierAvicola come naturale contesto per valorizzare questi principi, sia presso gli operatori del settore, che presso i consumatori. 

 

Completano il programma della giornata di domani, uno studio effettuato sulla domanda di prodotti avicoli in Italia presentato da Avitalia (Unione Nazionale Produttori Avicunicoli) in collaborazione con Ismea (Istituto di servizi per il mercato alimentare). Il convegno, in programma per venerdì 8 aprile alle 9.30 in Sala Borsa, sarà condotto dal Presidente di Avitalia Guido Sassi che, coadiuvato da Claudio Federici e Marianna Giordano di Ismea entrerà nel dettaglio dei trend che hanno attraversato il comparto avicolo nel 2010. I dati parlano chiaro, a fronte di un aumento dello 0.4% dei consumi domestici si contrappone una diminuzione del 4% dei prezzi al consumatore che, riporta lo studio, preferisce acquistare carne di pollo, più economica e adatta per tanti tipi di lavorazione e cottura.

 

Contestualmente avrà luogo un tavolo di confronto regionale incentrato sull'analisi della normativa comunitaria in materia di gestione di pollina e lettiere. Quali sono le disposizioni per la gestione di questi scarti? L'Assessorato alle politiche per la salute e l'Assessorato all'agricoltura della Regione Emilia Romagna si confronteranno alle 9.30 in una tavola rotonda intitolata "Pollina e lettiere:sottoprodotto o rifiuto?" per superare le difficoltà interpretative riscontrate nella norma contenuta nella Comunitaria 2009 e recepire gli ordinamenti imposti. Domani sarà inoltre la giornata di lavori di ASIC Associazione Scientifica Italiana di Coniglicoltura attorno alla Nutrizione e Fisiologia, al Benessere e Management ed alla Patologia dell'animale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -