Forlì, porta a porta. Ragni e Spada (PdL) interrogano il sindaco

Forlì, porta a porta. Ragni e Spada (PdL) interrogano il sindaco

FORLI' - "Premesso che con l'introduzione del metodo raccolta rifiuti "porta a porta" aumenteranno in modo considerevole i sacrifici e i disagi a carico dei cittadini, nonché i costi sia per le famiglie che per la collettività, ricordiamo che autorevoli esponenti della Giunta Balzani hanno più volte dichiarato di voler ridurre drasticamente, con il summenzionato metodo, il quantitativo di rifiuti da incenerire presso il gigantesco impianto a Coriano, in quanto definito inquinante e rischioso per la salute dei cittadini".

 

Lo hanno dichiarato Alessandro Spada e Fabrizio Ragni, consiglieri comunali del PdL a Forlì, nel presentare un'interrogazione al Sindaco su porta a porta e inceneritore.

 

"A questi distratti amministratori ricordiamo altresì che la costruzione di un inceneritore da 120 mila tonnellate annue fu voluta con forza proprio dalla stessa maggioranza di centrosinistra.  Nel caso di una drastica riduzione di rifiuti da incenerire provenienti dal territorio del Comune di Forlì il summenzionato impianto diverrebbe economicamente e materialmente insostenibile e quindi pressoché inutile soprattutto per il territorio comunale in cui è collocato l'inceneritore."

 

"Per questa ragione, in nome della trasparenza e di un corretto rapporto con la cittadinanza, abbiamo presentato un'interpellanza urgente per chiedere al Sindaco se non ritenga opportuno, prima di ampliare il metodo raccolta rifiuti "porta a porta" e così aumentare i costi e i disagi a carico dei forlivesi, prendere un impegno scritto in sede di Consiglio Comunale sui tempi per una rapida chiusura dell'inceneritore di Coriano" concludono Spada e Ragni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -