Forlì, porta a porta. Ragni (PdL) chiede la diminuzione della tariffa di igiene ambientale

Forlì, porta a porta. Ragni (PdL) chiede la diminuzione della tariffa di igiene ambientale

FORLI' - Fabrizio Ragni, Consigliere comunale del Gruppo PdL, ha presentato una interrogazione urgente "question time" al Sindaco di Forlì Roberto Balzani in merito alla "raccolta porta a porta" ed alla "riduzione della quantità dei rifiuti inceneriti".

 

"L'Ufficio Stampa del Comune di Forlì ha diramato una dichiarazione dell'Assessore alle Pari Opportunità Maria Maltoni" - rileva il consigliere - "con la quale si afferma, riguardo agli effetti degli inceneritori sulla salute, che, per ciò che riguarda Forlì, è imprescindibile l'avvio del sistema di raccolta porta a porta e contestualmente la riduzione di rifiuti inceneriti".

 

"L'Assessore Maltoni tuttavia non spiega" - prosegue Ragni - "quale sarà la effettiva percentuale dei rifiuti destinati al riciclo né quanto incideranno positivamente per gli utenti gli utili derivanti dalla raccolta differenziata con il sistema porta a porta".

 

"E' sorprendente che l'Amministrazione comunale non abbia ancora speso una sola parola per rassicurare i forlivesi circa la logica diminuzione della tariffa di igiene ambientale che si impone a seguito degli incassi derivanti dalla vendita dei rifiuti" aggiunge Ragni.

 

"Non vorremmo invece che i cittadini si trovassero beffati dal contestuale aumento della tariffa, che si tradurrebbe solo in un'ulteriore introito per il concessionario" precisa il consigliere.

 

"Inoltre" - conclude Ragni - "dalle affermazioni dell'Assessore Maltoni non è dato comprendere se la raccolta differenziata con il sistema del "porta a porta" comporti di conseguenza la effettiva riduzione dell'attività dell'impianto forlivese e non, invece, la destinazione dello stesso all'incenerimento di rifiuti extraurbani o addirittura di altre città".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -