Forlì, porta a porta. Spada (PdL): "Calpestata la democrazia"

Forlì, porta a porta. Spada (PdL): "Calpestata la democrazia"

FORLI' - La Giunta del prof. Balzani, in piena sintonia con i progetti di Hera, continua a pubblicizzare il nuovo metodo di raccolta rifiuti "porta a porta" calpestando con arroganza e in modo arbitrario i più basilari principi del confronto democratico. Tutto è già stato deciso da tempo scavalcando ogni discussione in Consiglio Comunale, che non ha potuto nemmeno discutere e votare alcuna delibera in merito alla nuova tipologia di raccolta rifiuti. La Giunta dei professori, saldamente legata agli interessi di Hera, insiste nell'incontrare la cittadinanza senza dar vita ad un serio dibattito democratico, in grado d'illustrare tutte le variegate posizioni sull'argomento.

 

Restano volutamente senza risposta alcuni importanti quesiti, che vanno dal consistente aumento della tariffa in bolletta alla garanzia per l'inceneritore di continuare a bruciare lo stesso quantitativo di rifiuti. Vengono inoltre appositamente trascurate le informazioni relative ai disagi e ai disservizi a danno dei cittadini, quelle inerenti l'impossibilità di attuare il "porta a porta" in centro storico e soprattutto viene oscurato il fatto che in altre realtà urbane, simili in tutto e per tutto a Forlì, questo tipo di raccolta rifiuti è miseramente fallito a causa dei costi insostenibili e delle proteste della popolazione. Se la Giunta intende davvero affrontare con serietà l'argomento inizi ad invitare agli incontri pubblici anche quei soggetti che hanno espresso posizioni diverse rispetto a quelle di Hera, ma soprattutto venga in Consiglio Comunale con una delibera chiara e dettagliata su cui aprire con trasparenza un vero dibattito democratico.


Alessandro Spada

Consigliere comunale PDL Forlì

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -