Forlì, porta a porta. Spada (PdL): "Tempi sbagliati e ambigua arroganza"

Forlì, porta a porta. Spada (PdL): "Tempi sbagliati e ambigua arroganza"

FORLI' - Non è corretto e nemmeno tollerabile che gli incontri promossi dalla giunta Balzani per tentare di spiegare ai cittadini il metodo raccolta rifiuti "porta a porta" si svolgano in un torrido mese di luglio e in un clima da spiaggia. I forlivesi, giustamente preoccupati, hanno il diritto di essere informati nel migliore dei modi, pertanto invito l'assessore Bellini a posticipare gli incontri e di conseguenza l'avvio del "porta a porta", in modo che il dibattito e il confronto coinvolgano il maggior numero possibile di cittadini. Questa ambigua arroganza riscontrabile nella fretta d'introdurre il nuovo  metodo evidenzia la paura della giunta Balzani di non esser in grado di far abituare i forlivesi ai costi e ai disagi del "porta a porta" nei soli quattro anni rimasti di mandato, magari sperando che per la prossima estate i cittadini si siano abituati agli odori nauseabondi dei rifiuti dentro casa.

 

Restano irrisolti troppi punti oscuri, in particolare legati  all'ammontare del considerevole e sicuro aumento dei  costi a carico della collettività e delle bollette a carico dei  contribuenti, dunque maggiori spese accompagnate da uno spropositato elenco di gravi disagi a danno dei cittadini.

 

Sull'argomento, sfido l'assessore Bellini ad un confronto  pubblico, così si renderà ulteriormente conto di quanti forlivesi sono contrari al "porta a porta", ovvero la stragrande maggioranza della città, e chi per ora si mostra possibilista cambierà presto idea dopo averlo provato sulla propria pelle.

  

Alessandro Spada, consigliere comunale Pdl Forlì

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mtvaccari
    mtvaccari

    Come ben dovrebbe sapere il consigliere Spada, visto che siede appunto in consiglio comunale, questi sono incontri preliminari informativi. Ne verranno poi fatti altrinspecifici con i quartieri. Cito dal bell'articolo de L'Unità di oggi "Nuovi incontri a settembre permetteranno di personalizzare la raccolta a casa propria, discutendo sulle peculiarità specifiche di ogni zona" E poco sopra l'annuncio di un'ottima iniziativa "Intanto negli istituti forlivesi arriveranno gli alunni di Forlimpopoli per raccontare ai coetanei come funziona il sistema" Provi anche a chiedere il Sig. Spada ai suoi colleghi di partito della Lombardia e del Veneto, che usano da anni questo sistema e nella maggioranza dei Comuni. Mi sembrano ancora tutti vivi e vegeti. E poi il "porta a porta" non era anche nel programma del vostro candidato Sindaco Rondoni? O forse voi pensavate di usare sacchetti profumati alla lavanda? E l'ass.Bellini di confronti pubblici sul porta a porta ne fa quasi tutti i giorni da settimane. O vuole proporre un "duello" all'alba al parco urbano? Beh, un passo avanti il consigliere Spada però l'ha fatto. Non ha più citato "i modi stalinisti, degni della peggiore tradizione sovietica" Forse di è reso conto che siamo nel 2010. Maria Teresa Vaccari Direzione Comunale PD Forlì

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -