Forlì, premiate le ricerche innovative dei giovani chirurghi

Forlì, premiate le ricerche innovative dei giovani chirurghi

FORLI' - Battute finali per la XXIII edizione del Congresso Nazionale SPIGC (Società Polispecialistica Italiana dei Giovani Chirurghi), che dal 20 al 23 giugno riunisce a Forlì giovani chirurghi e professionisti provenienti dalle principali scuole chirurgiche italiane.
 
Nel tardo pomeriggio di martedì 22 giugno, nell'Auditorium Cassa dei Risparmi di Forlì, si è tenuta la premiazione dei lavori migliori nell'ambito della chirurgia generale, laparoscopica, toracica ed oncologica, che si sono distinti tra i circa 400 abstract selezionati dal Congresso.
 
Alle dodici ricerche indicate dalla giuria di esperti, tre per ogni sessione, è andato un riconoscimento ufficiale con menzione negli atti del convegno e la pubblicazione in riviste specializzate.
 
La miglior ricerca nell'ambito della chirurgia generale è stata quella presentata dal team guidato da G. Sarno sul tema "Liver resection for early hepatocellular carcinoma (< 3 cm). A multicentric experience". Secondo classificato il team bolognese di F. Sacchetti, seguito al terzo posto dalla ricerca del gruppo di G. Ranucci.
 
La sessione di chirurgia toracia ha visto primeggiare il team padovano guidato da Marco Schiavon, con il lavoro dedicato a "Sleeve lobectomy versus pneumonectomy for non-small cell lung cancer (NSCLC) with N°1 disease: analysis of short and long-term results and pattern of recurrence". Secondo posto per un lavoro proveniente da Perugia, presentato dal gruppo di Silvia Ceccarelli, terzo classificato, invece, il team padovano di Lucia Battistella.
 
La chirurgia laparoscopica ha premiato invece il gruppo torinese di G. Giraudo, per il lavoro "Laparoscopy adrenalectomy for pheochromocytoma", seguito al secondo posto dal team di M. E. Allaix e al terzo posto da S. Rampado e suoi collaboratori.
 
Premiata come miglior ricerca in campo di chirurgia oncologica è stata quella del gruppo forlivese guidato da C. Vallicelli, sul tema "Evaluation of extensive cytoreductive surgery and hyperthermic intraperitonea chemotherapy in patiens with peritoneal relapse of epithelian ovarian cancer", seguita dal team triestino guidato da Roseano e dal lavoro del gruppo di R. Mancini.  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -