Forlì, processo iper: sei assoluzioni in un troncone secondario

Forlì, processo iper: sei assoluzioni in un troncone secondario

Forlì, processo iper: sei assoluzioni in un troncone secondario

FORLI' - E' solo un troncone secondario, ma si tratta di un primo verdetto sul caso degli abusi edilizi dell'iper. Proprio mentre il Consiglio comunale di Forlì chiude l'interminabile iter autorizzatorio, per cui i lavori potranno ripartire a breve, arriva un primo giudizio dal tribunale e si tratta di assoluzioni. Il giudice monocratico Orazio Pescatore ne ha emesse sei, lunedì in tribunale, per sei progettisti che in sostanza erano stati accusati dalla Procura della Repubblica di false attestazioni in elaborati professionali dal 2005 al 2007.

 

Tecnicamente si tratta di "false asseverazioni" e l'accusa era stata mossa ai progettisti Alberto e Riccardo Bacchi, e agli ingegneri Federico Burgio, Paolo Giordani, Pier Luigi Molinari e Daniele Verdi. Ma per il giudice le leggi nazionali e regionali non prevedono nelle procedure in esame alcuna forma di asseverazione, da cui l'assoluzione dall'accusa di "false asseverazioni". La notizia è stata riportata dall'edizione di martedì mattina del Resto del Carlino. In autunno, invece, partirà il processo principale, quello che riguarda gli abusi edilizi che furono scoperti a metà del 2007 nel cantiere dell'ipermercato di via Punta di Ferro.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -