Forlì, Prodi accolto da fischi da un gruppo di manifestanti

Forlì, Prodi accolto da fischi da un gruppo di manifestanti

Forli' – E’ stato accolto da una contestazione organizzata da diversi membri di Forza Italia, An e Lega Nord il presidente del Consiglio, Romano Prodi, in visita alla mostra di pittura su Silvestro Lega e i Macchiaioli al museo San Domenico a Forlì. I manifestanti, agitando bandiere, hanno gridato più volte ''vergogna'', all'indirizzo del Premier che ha risposto con un saluto.

Prodi, invitato dal sindaco Nadia Masini e da Piergiuseppe Dolcini, presidente della Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì, è arrivato alle 11 alla Pinacoteca incontrando il presidente del comitato scientifico della mostra, Antonio Paolucci, e il professor Gian Luigi Spada, dirigente dell'ufficio scolastico provinciale.

Il Presidente del Consiglio nel pomeriggio si è recato nella vallata del Tramazzo visitando Modigliana e Tredozio.

Prodi ha parlato della missione militare in Afghanistan: ''Tutte le nostre missioni sono missioni di pace. Dobbiamo essere orgogliosi dei nostri ragazzi - ha aggiunto Prodi - sia dei militari che dei ragazzi delle Ong. Anche in Libano siamo stati i primi a rispondere all'appello dell'Onu''.

Per il Premier ''noi siamo un soggetto che agisce con determinazione in un contesto complicato. Proprio ieri ho incontrato il presidente dell'Afghanistan e abbiamo convenuto che bisogna cercare in tutti i modi di concludere il conflitto e di organizzare una conferenza di pace condivisa''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inevitabile il ricordo al senatore della Democrazia Cristiana Roberto Ruffilli ucciso dalle Brigate Rosse nel 1988: ''Tutte le volte che vengo a Forli' non riesco a dimenticare Roberto Ruffilli, specie in questi giorni in cui abbiamo avuto una ripresa, per fortuna bloccata in anticipo dalle forze di Polizia e dalla giustizia, di un fenomeno che deve essere ancora sradicato completamente perche' l'Italia possa andare avanti nella sua strada di progresso''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -