Forlì, profughi. Pd contro Pdl: "polemiche strumentali e inaccettabili"

Forlì, profughi. Pd contro Pdl: "polemiche strumentali e inaccettabili"

FORLI' -  Il Gruppo Consiliare del PD in Provincia risponde ai consiglieri del Pdl Bartolini e Gagliardi sulla questione "emergenza profughi". "E' inaccettabile la strumentalizzazione politica di un'emergenza umanitaria  ed è ridicolo parlare di una gestione "responsabile" da parte del livello centrale - affermano i democratici -, ovvero del Governo, che ha invece agito in maniera fin dall'inizio irresponsabile con la creazione del caos ingestibile delle tendopoli e rifiutandosi di ascoltare gli inviti dell'opposizione a concedere permessi temporanei e a coinvolgere fin dall'inizio le Regioni nella gestione della crisi".


" Il fallimento della politica attuata dal Governo è sotto gli occhi di tutti - afferma il Pd - e del resto questo è il prezzo da pagare quando si decide di affidare un'emergenza immigrazione a Bossi e Maroni e alla loro vergognosa ideologia del "fora da i ball" incapace persino di distinguere tra clandestini e profughi, utile solo a  creare tensioni diplomatiche persino con un governo teoricamente amico, come quello francese. Abbiamo sentito dire che l'emergenza era finita e poi visto morire centinaia di esseri umani in mare. Abbiamo visto un Presidente del Consiglio promettere campi da golf e l'acquisto di ville a Lampedusa. Abbiamo sentito ministri chiedere che si sparasse ai barconi in avvicinamento alle nostre coste o paventare l'uscita dell'Italia dall'Europa. Follia!! Altro che responsabilità".


"Tutt'altro atteggiamento quello della nostra Provincia - fanno notare i democratici - che fin dal primo momento si è fatta trovare pronta a fare la propria parte. Il Vice-Presidente Guglielmo Russo  rispondendo ad una interrogazione di Gagliardi aveva già illustrato, nell'ultimo Consiglio, i criteri di accoglienza che, in accordo con la Regione, sarebbero stati utilizzati , nonostante ancora le direttive nazionali fossero tutt'altro che chiare. Per tutti i profughi in arrivo nei prossimi giorni sono già stati individuati i siti più adeguati, in accordo con enti locali e Prefettura (cui spetta l'ultima parola sulla decisione rispetto all'idoneità dei siti stessi)".

 

"Ci si è mossi in tempi brevi e con massima efficienza, dimostrando la differenza tra chi fa proclami e chi concretamente agisce - dichiara il Pd -. Lascia sbigottiti la totale mancanza di senso di responsabilità da parte di eletti nelle istituzioni  preoccupati solo di creare allarmismo tra i cittadini, allo scopo di sminuire il lavoro della Regione, della Provincia, dei Comuni e degli amministratori del territorio e rattrista la superficiale strumentalità con cui viene trattata quella che è una vera e propria tragedia umanitaria e che presupporrebbe una condivisione oltre ogni appartenenza politica, come stanno facendo i nostri amministratori nel rapporto col Governo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -