Forlì, proiettile in Procura. Costernazione del sindaco di Cesena

Forlì, proiettile in Procura. Costernazione del sindaco di Cesena

CESENA - "La notizia del minaccioso messaggio arrivato nei giorni scorsi al Sostituto Procuratore della Repubblica di Forlì Filippo Santangelo mi lascia costernato e pieno di preoccupazione. Nel condannare l'accaduto, desidero esprimere al dottor Santangelo la piena solidarietà mia personale, dell'Amministrazione Comunale e della città di Cesena, riaffermando la stima per un uomo di grande valore, sta svolgendo un importante compito per l'intera comunità", lo dice il sindaco Paolo Lucchi.

 

"Si tratta di un episodio gravissimo, di fronte al quale siamo tutti chiamati a reagire con fermezza e inflessibilità: questo territorio non può e non deve permettere che si faccia strada il sistema delle minacce e dei messaggi intimidatori, men che meno quando sono rivolti a servitori dello Stato impegnati nel compimento del loro dovere. Non voglio credere che davvero, nella nostra realtà, ci sia qualcuno che deliberatamente opera per aggravare il clima, rendendolo violento e insicuro. Ma se così fosse, dobbiamo far fronte comune per impedire che ciò accada".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -