Forlì: prostituzione di matrice cinese, quattro arresti

Forlì: prostituzione di matrice cinese, quattro arresti

Forlì: prostituzione di matrice cinese, quattro arresti

FORLI' - Importante operazione del Nucleo investigativo del Comando provinciale dei carabinieri di Forlì-Cesena contro il mercato della prostituzione. "Alleanza d'Oriente" è il nome dato all'operazione condotta dagli uomini dell'Arma che ha portato all'esecuzione di quattro ordinanze di custodia cautelare ai danni di altrettanti cittadini cinesi. L'organizzazione sgominata era dedita allo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione con riduzione in schiavitù.

 

INDAGINI - L'indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Bologna, sono scattate nell'ottobre del 2006 dopo una serie di controlli effettuati a Forlì degli uomini dell'Arma della locale Compagnia in sette capannoni industriali per la lavorazione del pellame e sartorie gestiti da cittadini cinesi. Questi hanno portato a nove arresti in flagranza di reato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ed inottemperanza a decreti di espulsione, otto denunce a piede libero e al sequestro di denaro per 20mila euro.

 

PROSTITUZIONE - Il lavoro degli inquirenti ha consentito di decapitare poi un'organizzazione, costituta dai quattro cinesi regolari in Italia, dedita allo sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione di almeno 22 connazionali, che si prostituivano in diversi appartamenti a Forlì, Ravenna, Lucca, Prato, Pistoia e Firenze. Nel corso delle indagini, tra il 2006 ed il 2007, sono state chiuse undici case di tolleranza.

  

ARRESTI - In manette sono finiti il capo dell'organizzazione Kamgsen Qiu, detto ‘Carlo', 27enne domiciliato a Castrocaro Terme, che dovrà rispondere anche dell'accusa di riduzione in schiavitù; Qiuwei Wu, detta ‘Wei', 28enne domiciliata a Prato; ed i fratelli Zongping e Haiyan Wang, rispettivamente di 28 e 27 anni ed entrambi domiciliati a Prato. Quest'ultimi due sono figli di un sedicente dentista, denunciato dai Carabinieri del Nas di Firenze per esercizio arbitrario della professione di medico dentista, somministrazione abusiva di medicinali guasti o imperfetti in modo pericoloso per la salute. Per la Wang il gip del Tribunale di Bologna, che ha firmato le ordinanza di custodia cautelare in carcere, sono stati concessi gli arresti domiciliari in una comunità per aver recentemente partorito.

 

PERQUISIZIONI A PRATO - Durante la fase degli arresti a Prato, sono stati rintracciati ed identificati venticinque cinesi irregolari che venivano impiegati come operai ed ospitati in due capannoni adibiti a sartorie, all'interno dei quali erano state ricavate numerose camere da letto ed una mensa. Con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina sono stati arrestati dai Carabinieri di Prato i due titolari dell'attività, mentre altri tre cittadini sono finiti in manette per violazione della legge in materia d'immigrazione ‘Bossi-Fini' perché inottemperanti ai decreti di espulsione dal territorio nazionale. Nel corso delle perquisizioni nei confronti degli indagati sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi telefonini cellulari, 10mila euro in contanti, vari pc, materiale elettronico ed una cospicua documentazione inerente all'illecita attività riscontrata.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

BILANCIO - Il bilancio conclusione dell'inchiesta è di 18 arresti e 34 clandestini denunciati a piede libero per vari reati connessi. I provvedimenti emessi dall'autorità giudiziaria sono stati eseguiti da 40 Carabinieri del Comando Provinciale di Forlì-Cesena e dei Comandi di Prato e Venezia, supportati dai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro e Antisofisticazione e Sanità.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -