Forlì, protocollo legalità. Biserna: "Grande assunzione di responsabilità"

Forlì, protocollo legalità. Biserna: "Grande assunzione di responsabilità"

Forlì, protocollo legalità. Biserna: "Grande assunzione di responsabilità"

FORLI' - Tornando sul protocollo di legalità in materia di appalti firmato in Prefettura, il vicesindaco del Comune di Forlì, Giancarlo Biserna, sottolinea che si tratta di un documento "decisamente molto concreto ed in grado di rendere veramente più efficacie la lotta alle infiltrazioni mafiose nel ns. territorio. Peraltro sottolineo come il Prefetto abbia ringraziato ufficialmente il Comune di Forlì per l' impegno messo insieme alla Prefettura, nel costruirlo, cosa questa che ci fa piacere".

 

In sostanza, come, con il protocollo, si intendono mettere argini alla diffusione della criminalità organizzata, dissuadendola dall' aggressione ai cantieri? "Con controlli mirati e con il coinvolgimento diretto delle Prefetture. Le stazioni appaltanti (quindi anche il Comune) per indirizzare il controllo della Prefettura sui cantieri a rischio forniscono indici ed informative specifiche, in modo da favorire un controllo mirato e non "alla cieca". Potrà così la Prefettura richiedere alle stazioni appaltanti i documenti di trasporto dei materiali impiegati nei cantieri, con numero di targa e nome del proprietario degli automezzi adibiti. Agli appaltatori potrà richiedere l' estratto dei movimenti dei conti dedicati2, riassume Biserna.

 

"Con controlli sul campo. Non più mera verifica cartacea, ma sfruttando i nuovi poteri di accesso ai cantieri mediante i gruppi interforze. Con la valutazione di impatto criminale (V.I.C.) Si promuove così la denuncia di tentativi di infiltrazione da parte di tutti gli attori del cantiere, riconducibili sia al commitente sia all' appaltatore sia ai subappaltatori, incluse le maestranze delle imprese, con forme disensibilizzazione alla denuncia e garanzie di incolumità e riservatezza del denunciante. Per concludere, è bene quindi sottolineare che questo protocollo impone ai vari attori pubblici e privati una forte assunzione di responsabilità nel rilevare e segnalare le cose che non vanno o che possono non andare. E' questo un passaggio fondamentale che traduce in gesti concreti quei concetti di legalità e trasparenza sui quali si parla tanto in convegni, incontri e libri, ma che poi nell' applicazione pratica incontrano ostacoli non indifferenti", conclude.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -