Forlì, quali sono i siti che ospiteranno i profughi libici? Fli interroga

Forlì, quali sono i siti che ospiteranno i profughi libici? Fli interroga

Forlì, quali sono i siti che ospiteranno i profughi libici? Fli interroga

FORLI' - "Chiediamo alla giunta provinciale che si faccia trasmettere dalla prefettura la lista dei possibili siti della provincia di Forlì-Cesena da utilizzare in caso di accoglienza profughi dal Nord Africa. Questo per stabilire se , in caso di trasferimento coatto degli stranieri, le caserme , le scuole , o altri edifici pubblici e militari dismessi individuati possano in effetti rispondere ai criteri di salubrità e sicurezza", a porre l'interrogativo è Giordano Anconelli (Fli).

 

Il consigliere provinciale di Futuro e Libertà di Forlì-Cesena lo chiede con un'interrogazione urgente da dibattere lunedì in aula, appresa la notizia che , secondo i piani del Viminale , in tutta l' Emilia-Romagna, per altro già sede di due Centri di identificazione ed espulsione per immigrati (nel comprensorio di Modena e Bologna) è previsto un trasferimento - a breve o medio termine - di almeno 4 mila stranieri in fuga dal nord Africa, soprattutto da Tunisia e Libia.

 

"Nelle strutture del ministero della Difesa e in altri immobili del territorio di Bologna toccherebbero non meno di mille immigrati e sarà la stessa prefettura del capoluogo regionale - diretta da Angelo Tranfaglia - a coordinare il lavoro di tutte le consorelle provinciali, visto che i rifugiati dovrebbero essere distribuiti in tutte le nove province dell'Emilia-Romagna da Piacenza a Rimini proporzionalmente al numero di abitanti", dice Anconelli.

 

"Vorrei condividere , pur nello spirito dell'accoglienza che contraddistingue noi romagnoli, il pensiero del presidente della Regione e della Conferenza delle Regioni , Vasco Errani, quando afferma che sarebbe corretto offrire ospitalità e soccorso ai profughi libici , tunisini o del nord Africa, ma a patto che dello status di rifugiati si possano avvalere. Ma da quanto è dato sapere gli stranieri che hanno letteralmente invaso Lampedusa sono per lo più clandestini, e a queste condizioni il dovere dell'ospitalità - anche in base alle leggi vigenti - verrebbe comunque meno": conclude Giordano Anconelli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -