Forlì: quattro giorni di festa per i 25 anni del Consorzio di solidarietà sociale

Forlì: quattro giorni di festa per i 25 anni del Consorzio di solidarietà sociale

Forlì: quattro giorni di festa per i 25 anni del Consorzio di solidarietà sociale

Era il 1985, quando un piccolo gruppo di persone capitanate da Gianfranco Marzocchi creò il Consorzio Solidarietà Sociale Forlì-Cesena. Lo scopo era chiaro: coordinare la cooperazione nel campo dei servizi sociali. Sarà un grande gazebo allestito in piazza Saffi, all'altezza del chiostro di San Mercuriale, ad ospitare, dal 18 al 21 novembre 2010, "Condividere il Cuore", serie di iniziative promosse dal Consorzio per festeggiare i 25 anni di attività. Giovedì alle 18 l'attesa presentazione del bilancio sociale del Consorzio nella sede di via Dandolo 18 a Forlì.

 

L'evento vedrà gli interventi del presidente Fabio Magnani, del direttore Area ricerche e studi di Unioncamere Emilia-Romagna Guido Caselli, del presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì Piergiuseppe Dolcini e del presidente di Cgm - Consorzio Nazionale "Gino Mattarelli" Claudia Fiaschi. Sempre venerdì, ma alle 21, nell'austero scenario del Teatro "Diego Fabbri" seguirà lo spettacolo "La Terra di tutti", scritto ed interpretato da ragazzi disabili delle cooperative sociali "Paolo Babini", Tangram, il Cammino e l'Accoglienza. Spicca la partecipazione del gruppo musicale napoletano "Terra de Scampia".

 

"Condividere il cuore - interviene Magnani - vuole essere la festa di incontri fertili, capaci di animare le nostre comunità, ma anche di avvicinare le persone alle motivazioni e alle visioni che muovono i progetti della cooperazione sociale e che li hanno fatti nascere". Nel mega stand di piazza Saffi sarà veramente possibile conoscere la storia del primo quarto di secolo di attività del Consorzio, grazie a mostre illustrative, fotografiche e video, esposizione di prodotti solidali e sportelli informativi. Destano interesse anche i laboratori tematici previsti nei pomeriggi da venerdì a domenica, con "Biglietti Pop Up" e giochi a tema per bambini dai 6 ai 13 anni (venerdì alle 15.30) e l'affronto creativo delle tematiche sull'ambiente (sabato alle 15.30), per proporre ai giovani il riciclaggio dei rifiuti elettrici da elettrodomestici. I festeggiamenti del Consorzio coincideranno con la tappa forlivese di un tour nazionale della cooperazione sociale, organizzato dal Consorzio Cgm.

 

"Visto che ci occupiamo di bambini, adolescenti, giovani, disabili, famiglie ed anziani - spiega il presidente Fabio Magnani - i nostri settori d'intervento abbracciano tutta la vita delle persone. Oggi più che mai, con le politiche assistenziali pubbliche in grave crisi per mancanza di fondi, la cooperazione sociale in accordo con il privato può fare il miracolo di garantire i servizi alle persone su un presupposto di vera solidarietà". Divenuto punto di coordinamento insostituibile della cooperazione sociale forlivese, il Consorzio associa 12 cooperative, 3 associazioni e una fondazione, per un totale di 827 soci, 576 lavoratori, di cui 67 svantaggiati, 650 volontari e 84 centri operativi. Dalla sede di via Dandolo partono anche iniziative di grande impatto sociale per l'inserimento lavorativo di persone in difficoltà, oltre a progetti d'integrazione fra cittadini italiani e stranieri".

 

Quest'ultimo aspetto porta immediatamente a pensare allo "Sportello Badanti": in appena anno di operatività è riuscito a collocare 90 assistenti in altrettante famiglie forlivesi, con una risposta che si attesta sul 75 per cento delle richieste d'intervento.

 

Piero Ghetti

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -