Forlì, raffica di assoluzioni nel processo Rifiutopoli

Forlì, raffica di assoluzioni nel processo Rifiutopoli

Forlì, raffica di assoluzioni nel processo Rifiutopoli

FORLI' - La vicenda di Rifiutopoli finisce con un altra raffica di assoluzioni, assoluzioni per altro richieste dallo stesso pubblico ministero Filippo Santangelo. La vicenda risale alla prima inchiesta sulle presunte tangenti al servizio Ambiente della Provincia. All'epoca, era il 2004, la Procura della Repubblica spiccò una serie di richieste di arresto per un'ipotesi di corruzione e altri reati da parte di diversi imprenditori locali nei confronti degli uffici provinciali, guidati da Tolmino Giunchi.

 

Per queste accuse lo stesso Giunchi ha optato per un patteggiamento, mentre si è concluso il processo a carico degli imprenditori coinvolti nella vicenda. La parola "assoluzione" è stata così pronunciata dal tribunale nei confronti di Alceo Sbaraglia (difeso dagli avvocati Fontana e Sgubbi), Milena Mugnai (difesa dagli avvocati Nannini e Vecchi) e Deri Gorzanelli (difeso dagli avvocati Zauli e Urbini).

 

Questo troncone di processo ha seguito una strada a parte, in quanto su di esso si è espressa anche la Corte Costituzionale. Dopo l'annullamento delle ordinanze di custodia cautelare da parte del tribunale del Riesame, infatti, una norma dell'epoca imponeva alla Procura di chiedere l'archiviazione. Il pm Santangelo, tuttavia, impugnò la norma davanti alla Corte Costituzione, che ha effettivamente proclamato l'incostituzionalità della legge. Si è quindi celebrato regolarmente il processo, ma dopo la dichiarazione di inutilizzabilità delle intercettazioni telefoniche, il pm stesso ha chiesto l'assoluzione per insufficienza di prove.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Stefano S.
    Stefano S.

    Bravi!!!! Quindi anni di indagini dei carabinieri erano solo fole? Fantasie? Così si delegittima lo stato e le sue istituzioni e si incoraggia il cittadino a trovare altre strade ...

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    Per i codice non esiste più l'assoluzione per insufficenza di prove, sè è assoti o condannati. Se lo stesso PM ammette che non ha le prove perchè allora è andato in dibattimento?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -