Forlì, raggiunto l'accordo sulla Cantieri del Pardo: entra Bavaria

Forlì, raggiunto l'accordo sulla Cantieri del Pardo: entra Bavaria

Forlì, raggiunto l'accordo sulla Cantieri del Pardo: entra Bavaria

FORLI' - Mercoledì presso la sede della Provincia di Forlì-Cesena, alla presenza dell'Assessore al Lavoro e alla Formazione Denis Merloni, è stato raggiunto l'Accordo per il rilancio dell'attività produttiva del "Cantiere del Pardo". Il Gruppo Bavaria, leader mondiale nella nautica, rileverà l'Azienda, inizialmente sotto forma di affittanza, con l'impegno irrevocabile d'acquisto all'omologazione da parte del Tribunale di Forlì del concordato preventivo da parte di "Cantiere del Pardo".

 

L'Accordo prevede il mantenimento di tutti i posti di lavoro e di tutte le conquiste dei lavoratori, confermando i diritti acquisiti e le condizioni economiche esistenti, mantenendo l'applicazione del contratto nazionale legno industria e la contrattazione aziendale di 2° livello in atto presso il "Cantiere del Pardo". Bavaria si è fortemente impegnata a riprendere l'attività produttiva a partire da gennaio 2011.

 

Oltre all'accordo sull'affitto d'Azienda si è siglato un protocollo programmatico in cui Bavaria si impegna nei confronti dei lavoratori, delle Istituzioni e dei Sindacati a garantire gli insediamenti produttivi sul territorio, l'occupazione, il know how, anche per le Società partecipate (Nemar, Italmodel VTR), la ricchezza dell'indotto sul nostro territorio e a scongiurare qualsiasi delocalizzazione.


Il fattore chiave consisterà nell'unire tra loro le conoscenze operative di Bavaria con le tecnologie e le capacità di progettazione di altissimo livello presenti in Cantiere del Pardo realizzando centri di eccellenza relativamente a prodotti, processi e tecnologie. Ciò consentirà di aggredire nuovi mercati. In tal senso la Provincia si è impegnata a supportare lo sviluppo dell'Azienda rafforzando il Distretto produttivo della Nautica, attivando sinergie fra il sistema territoriale dell'Istruzione (Università, Istituti Professionali, Formazione), le Istituzioni e il sistema del Credito locale.

 

Le Organizzazioni Sindacali Territoriali e le Rsu, unitamente all'Assemblea dei lavoratori, nell'approvare gli Accordi sottoscritti si impegnano a vigilare affinché gli obiettivi delineati vengano puntualmente realizzati, dicono Cgil. Cisl e Uil

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -