Forlì, Ragni (PdL) contro il vice-sindaco: "Attendiamo l'ordinanza sui Giardini Orselli"

Forlì, Ragni (PdL) contro il vice-sindaco: "Attendiamo l'ordinanza sui Giardini Orselli"

FORLI' - Fabrizio Ragni, Consigliere comunale del Gruppo PdL, ha presentato un' interrogazione urgente "question - time" al Sindaco di Forlì Roberto Balzani in merito ai provvedimenti relativi ai Giardini Orselli. "Solo a seguito dell' iniziativa mediatica posta in essere dal Vice - Sindaco Giancarlo Biserna di ascoltare i cittadini presenziando personalmente nei Giardini Orselli" - rileva il consigliere - "l'Amministrazione Comunale ha tardivamente deciso di intervenire in merito ai gravi problemi di disagio ed insicurezza vissuti quotidianamente dai forlivesi che abitano, lavorano o anche solo transitano nella zona, nonostante la grave situazione fosse nota a tutta la Città da oltre un anno".

 

" Il Vice - Sindaco, nella circostanza, ha rilasciato un'intervista ai giornalisti inviati dai quotidiani locali anticipando l'adozione di provvedimenti contro il degrado - aggiunge Ragni - è quindi il caso di conoscere con esattezza quali siano i tempi per l'adozione di tali provvedimenti (al momento solo preannunciati) e di che natura in concreto essi siano", evidenzia il consigliere.

 

"L'iniziativa del Vice - Sindaco fa più che altro pensare ad un teatrino montato ad arte per cercare visibilità e consensi - conclude il Ragni - dal momento che il problema dei Giardini Orselli era perfettamente noto a tutti ed i provvedimenti preannunciati potevano essere adottati molto prima e senza tanto clamore". "Inoltre le persone disagiate che bivaccano in loco sono rimaste sul posto nonostante la presenza di Biserna il quale non ha chiarito nemmeno quali alternative il Comune intenda loro offrire per indurle a trasferirsi altrove".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di alessandro
    alessandro

    dico solo una cosa... queste discussioni fanno capire benissimo in che razza di mentalità provinciale vive Forlì, sia da parte dei cittadini che delle forze politiche !!! Ma dai, non credo sia cosi spaventoso e dannoso avere 4-5 individui seduti con un cartone di vino che magari ogni tanto fanno un pò di confusione... basterebbe obbligare le persone che lo frequentano a tenere i cani al guinzaglio, punire severamente chi abbandona rifiuti e controllare talvolta la loro condizione psicofisica(insomma che non siano ubriachi) E poi iniziate a fare della manutenzione seria del verde per ridare aria a quel giardino, attivate quelle vasche con acqua e fontanelle, mettete delle giostre per bambini e poi magari un assistente civico che ogni tanto valuti la situazione. Insomma gente ! Forlì non è un paesino di montagna ma è una città e si sa che la città può avere alcune dinamiche che possono un pò turbare la sensibilità di alcuni cittadini.....state sereni !

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Se vogliamo parlare di "teatrini montati ad arte per cercare visibilità e consensi" a Forlì ne abbiamo uno fisso in bella mostra da tempo, all'inizio di Cso della Repubblica, e Ragni penso lo conosca benissimo, essendo sostenuto dal suo schieramento. Sul resto inutile commentare, è il solito schiamazzo da scuola del PdL: non fare nulla, e lamentarsi a voce alta di qualunque cosa facciano gli avversari.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -