Forlì, Regione Romagna. Rondoni: "Si esprimano i cittadini con referendum"

Forlì, Regione Romagna. Rondoni: "Si esprimano i cittadini con referendum"

Forlì, Regione Romagna. Rondoni: "Si esprimano i cittadini con referendum"

FORLI' - "Sulla Regione Romagna sia data ai cittadini la possibilità di decidere liberamente con un referendum, così come previsto dall'art. 132 della Costituzione Italiana. Infatti non vogliamo che siano i partiti a decidere ma che i cittadini si esprimano". Lo affermaAlessandro Rondoni, coordinatore Pdl, Udc, Lega Nord, primo firmatario dell'Ordine del Giorno sulla Regione Romagna in discussione in Consiglio Comunale lunedì 11 gennaio, sottoscritto da tutti i consiglieri di centrodestra.


Presentate anche due question time dal Coordinamento Pdl, Udc, Lega, sui disagi in cittàmartedì 22 dicembre 2009 per la neve e per il ghiaccio, e sulle scritte minacciose comparse recentemente in via Vespucci vicino al Teatro Testori, intimidatorie nei confronti del consigliere comunale di Forlì Antonio Nervegna. "Vogliamo sapere - dichiara Rondoni, primo firmatario delle question time - quali provvedimenti siano stati assunti sull'attuazione del "Piano antineve", e verificare di chi siano le responsabilità dei disagi e del ritardo negli interventi".

Commenti (16)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Come volevasi dimostrare, annibale, imolese, non sa nemmeno che Imola storicamente e culturalmente fa più parte della Romagna che dell'Emilia, comunque saranno gli stessi imolesi a decidere, non vedo perchè debbano farlo da Bologna.

  • Avatar anonimo di annibale
    annibale

    @Manù Vedi che allora, in base a cio' che affermi, non contiamo una sega!!! @mtv Imola e' emilia, sono imolese e la differenza si vede. Poi un giorno che ci sara' la regione Romagna saranno liberi di farsi un referendum per aderire...come hanno fatto gli abitanti della Valconca e quelli di Cortina.

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    Eddai, ma facciamo questa scissione!! L'Emilia e la Romagna, poi si farà il Trentino, l'Alto, l'Adige, il Friuli, la Venezia, la Giulia.....povero Beppe!

  • Avatar anonimo di Manù
    Manù

    Se non mi sbaglio la fantasmagorica riforma di calderoli prevede che ogni ente locale dalle regioni ai comuni, si dovranno sostenere economicamente con le loro sole risorse...mi dite con cosa si sosterrebbe la sola romagna? Con le spiagge di Rimini e Riccione?? E il resto?

  • Avatar anonimo di stefanelli
    stefanelli

    Confermo quello che sostiene Michele. L'istituzione della Regione aumenterebbe il numero dei consiglieri. Senza considerare che ci sarebbero 2 giunte (con due presidenti due vice presidenti ecc...) e un duplicarsi di dirigenti per ogni servizio. Insomma sfido chiunque a sostenere che i costi non aumenteranno. Anche la provincia di Rimini è stata una pessima esperienza (dal punto di vista delle spese). Ci sono diversi studi che confermano come la somma delle spese di funzionamento delle due provincie sia di gran lunga superiore alla sola provincia di Forlì prima della scissione.

  • Avatar anonimo di Michele5555
    Michele5555

    Samule scusa la franchezza ma che cavolo dici ? 18 consiglieri ? Ma guarda su wikipedia prima di dire idiozie...ne ha trenta il molise per 300000 abitanti..la romagna è grande 3 volte ne avrebbe almeno 40-50. Senza contare i nuovi enti,assessorati,il nuovo presidente,la burocrazia..forse il cdx vuole la regione romagna per potersi poi lamentare degli sprechi che essa provoca altrimenti non capisco le motivazioni

  • Avatar anonimo di oOoOoOoOo
    oOoOoOoOo

    Un'altra regione è una cosa assolutamente inutile!!!!

  • Avatar anonimo di Marlene58
    Marlene58

    Referendum subito! Siano i diretti interessati e non le logiche partitiche romane a dare voce alla propria volontà e chi sarà minoranza si adeguerà al volere del Popolo sovrano, la nostra Costituzione mi sembra sia chiara su chi governa l'Italia, il POPOLO e non i partiti, ne' di destra ne' di centro e nessure di sinistra!!

  • Avatar anonimo di mtvaccari
    mtvaccari

    Sono contraria alla creazione di nuove regioni e nuove province perchè penso che i costi delle amministrazioni devono essere ridotti e non aumentati. A questo proposito ricordo un'interessante puntata di Report sulla costituzione delle ultime province in cui si dimostrava che non avvengono mai "a costo zero" e che spesso sono utilizzate per creare nuove poltrone e consenso elettorale. Vorrei porre due questioni "tecniche": 1- chi deve partecipare a questo referendum: solo i cittadini romagnoli o tutti gli emiliani? 2 - chi definisce quali sono i confini della Romagna? Le attuali province di Forlì-Cesena, Rimini, Ravenna? Sul sito del MAR si parla anche di Imola; bisogna consultare anche la provincia di Bologna allora?

  • Avatar anonimo di benpensante
    benpensante

    sarebbe bene che la sinistra forlivese fosse piu' trsparente su cause del deficit della sanità forlivese che ha numeri da bancarotta ,mentre ha avallato negli ultimi 3 anni la gestione della stessa senza mai dire niente,lasciando la azinda usl in una situazione drmmatica e nascondendo il tutto,anche adesso,ai cittadini,Questa è una vera vergogna e non la Lega che va in ospedale o rondoni che,giustamente,chiede la regione Romagna.Rcordo che Fiuli e Molise e basilicata sono meno popolose della romagna.E' che qui comanda il PCI di Bologna !

  • Avatar anonimo di Samuele
    Samuele

    Ma che poltrone in più !! Stefanelli, non vuoi capire !! La creazione della regione ROmagna avverrebbe per scorporo, senza spese aggiuntive , senza posti aggiuntivi, così come è stato per la proviincia di RImini. Ad es. se oggi ci sono 50 consiglieri regionali, dopo 18 vanno alla ROmagna e gli altri all'Emilia. E tu Gambero : non hai ascoltato il discorso di fine anno del nostro Presidente della Repubblica ? Le riforme istituzionali non sono seconde alle questioni economiche e sociali, in quanto strettamente correlate. Quanti soldi hanno speso e stanno sperperando ancora ora i nostri governanti ? Hai paura di spender 4 soldi per un REFERENDUM che porterebbe una ventata di democrazia e porrebbe fine ad una questione che si prolunga dalla unità d'Italia ad oggi ?

  • Avatar anonimo di gambero
    gambero

    Si vede che il centro destra non ha nulla da pensare,spendiamo altri soldi per un referemdum in un momento in cui servono soldi per la crisi questi si preoccupano della regione Romagna, disognerebbe invece aggregare qualche regione ad altre eleminando un po di politici e dirigenti .

  • Avatar anonimo di stefanelli
    stefanelli

    Rondoni ha capito che con la regione Emilia Romagna ha poche probabilità di diventare consigliere regionale. Con la regione Romagna inceve le sue probabilità sono molto più elevate (come quelle di Morrone). Sveglia ragazzi, la regione romagna serve solo a creare solo qualche poltrona in più.

  • Avatar anonimo di Max67
    Max67

    E' il cittadino che deve decidere! Non i partiti! Facciamo subito il referendum

  • Avatar anonimo di birillo
    birillo

    Bravo Rondoni ! Si esprimano i cittadini e non i partiti. Speriamo che questa regione si faccia.

  • Avatar anonimo di benpensante
    benpensante

    bene almeno Rondoni si muove e fa muovere qualcosa;la sinistra non vuole la Regione Romagna solo percjè dipende da bologna,Rondoni è un uomo libero e fa una proposta da persona libera.Grazie

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -