Forlì, ricattano sacerdote dopo la fine di una relazione: due giovani in manette

Forlì, ricattano sacerdote dopo la fine di una relazione: due giovani in manette

Forlì, ricattano sacerdote dopo la fine di una relazione: due giovani in manette

FORLI' - Un ricatto a sfondo sessuale. Ad avere il coltello dalla parte del manico due giovani, arrestati dai Carabinieri, mentre la vittima è un sacerdote della Diocesi di Forlì-Bertinoro. Sulla questione vige il massimo riserbo da parte degli inquirenti. I due indagati si presenteranno lunedì mattina al tribunale di Forlì per l'udienza di convalida dell'arresto. Dell'inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Fabio Di Vizio, è stato informato anche il vescovo Lino Pizzi.

 

La delicata vicenda è stata ricostruita dal 'Corriere Romagna'. A chiedere aiuto agli uomini dell'Arma è stato il sacerdote stesso dopo che i due giovani, uno originario del sud Italia e l'altro forlivese, hanno minacciato nel fine settimana di render pubblica la relazione, che il religioso aveva deciso di interrompere. I due, secondo quanto ricostruito dal quotidiano, avevano ricevuto anche del denaro durante la relazione.

 

E probabilmente proprio la decisione del presule di metter fine al rapporto ha acceso la reazione dei due giovani, che l'hanno messo alle strette. Il sacerdote, pur dovendo confessare quel che c'era stato in precedenza con i due ricattatori, ha deciso di rivolgersi ai Carabinieri. I due ragazzi sono finiti in manette e lunedì mattina sono attesi in tribunale per l'udienza di convalida dell'arresto.

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    @AUI la differenza fra voto di castità e di celibato nella chiesa cattolica e' meramente formale, visto che e' *peccato* fare sesso prima del matrimonio. Allo stato pratico un sacerdote che ha rapporti sessuali lo fa al di fuori del matrimonio (visto che non puo' sposarsi), quindi e' un peccatore. Un prete NON PUO' fare sesso, in breve. Se un prete ha una relazione con una donna il Vescovo non gli fa i complimenti.

  • Avatar anonimo di AUI
    AUI

    @matteol l'ironico i sacerdoti non fanno voto di castità (come gli appartenenti ad istituzioni religiose es. francescani), ma di celibato. Può giovare sapere ciò che si scrive...

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Non può avere nessun tipo di rapporto, e se è omosessuale e a pagamento è ancor più grave. Il danno che ha fatto questo è devastante. E pensare che si indignava se qualcuno arrivava a messa tardi! Se lo incontro per strada non so come reagisco...

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Ma infatti, il commento di Barnaba e' fazioso e fuori luogo: cos'e', solo perche' uno fa voto di castità ed e' esponente di una religione che condanna l'omosessualità e la promiscuità, questo vuol dire che non puo' avere rapporti omosessuali a pagamento con piu' persone? Suvvia, siamo seri.

  • Avatar anonimo di AUI
    AUI

    @Barnaba non comprendo a che cosa tu ti riferisca: non siamo davanti ad un caso di prete-pedofilo, i due ricattatori hanno 24 e 25 anni; inoltre, io penso che anche un sacerdote abbia diritto di vivere la propria sessualità, in quanto uomo. se avesse avuto una relazione con una donna, avresti allarmato tutte le perpetue della provincia?

  • Avatar anonimo di Barnaba
    Barnaba

    Sarebbe auspicabile che la Curia forlivese esprimesse una presa di posizione sulla vicenda. Sarebbe desiderabile una dichiarazione di fiducia nella Magistratura. Sarebbe positivo rassicurare i genitori dei ragazzi che frequentano le nostre parrocchie. Il silenzio sarebbe da interpretare come omertoso tentativo di insabbiare e coprire uno scandalo comunque già in atto; un silenzio assordante in controtendenza con la linea del rigore imposta dal Papa su questi temi. Vescovo di Forlì, se ci sei, batti un colpo!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -