Forlì, ricatto sessuale. Ex interprete del tribunale a processo

Forlì, ricatto sessuale. Ex interprete del tribunale a processo

Forlì, ricatto sessuale. Ex interprete del tribunale a processo

FORLI' - Ex interprete di arabo per il tribunale e la procura di Forlì a processo per ricatti sessuali. L'uomo, marocchino di 45 anni, laureato, è stato denunciato nel 2009 da una diciottenne di nazionalità albanese che l'ha accusato di averla costretta a rapporti sessuali minacciandola di farle revocare il permesso di soggiorno grazie alle sue conoscenze, e di raccontare tutto al suo fidanzato italiano con filmati e foto realizzati dal 45enne durante gli incontri amorosi.

 

L'accusatrice è assistita dall'avvocato Daniele Cola di Rimini. Secondo la tesi difensiva (l'uomo è difeso dall'avvocato Giovanni Principato), la ragazza sarebbe stata consenziente e che si è inventata tutto. Durante l'udienza davanti al tribunale collegiale presieduto da Fabio Dovesi, sono stati proiettati i filmati girati dall'imputato. L'obiettivo della difesa è quello di soddisfare la soddisfazione della donna durante il rapporto, che allontanerebbero l'ipotesi del ricatto.

 

In aula sono sfilati anche diversi testimoni della difesa. Si tratta di ex amanti del nordafricano, che lo hanno difeso. Anche loro sono state fotografate. Tutte d'accordo. La prossima udienza è stata fissata per il 20 ottobre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -