Forlì, ridimensionamento ospedali territoriali. La preoccupazione di Pasini (Udc)

Forlì, ridimensionamento ospedali territoriali. La preoccupazione di Pasini (Udc)

FORLI' - Sulle continue voci relative a possibili ridimensionamenti di alcune strutture sanitarie territoriali, come l'Ospedale di Forlimpopoli e l'Ospedale di Comunità di Modigliana, si è interessato anche Andrea Pasini, coordinatore romagnolo dell'Unione di Centro verso il Partito della Nazione.

 

"E' risaputo - commenta Andrea Pasini - che in un moderno sistema sanitario, a fianco di un ospedale per acuti, come quello di Forlì, devono essere operative strutture a servizio dei post-acuti e dei malati cronici. L'ospedale di Forlimpopoli e i due Country Hospital di Modigliana e Premilcuore rispondevano esattamente a questa esigenza, fra l'altro in un'ottica di prossimità al proprio comune di residenza. Snaturare questo modello, che continuo a ritenere di grande validità, mi sembra poco oculato, anche alla luce della conformazione del territorio di competenza della nostra AUSL che si sviluppa per 1300 kmq su 4 vallate con circa il 75% di aree collinari e montane, per giunta mal collegate fra loro e con una popolazione caratterizzata da un alto indice di vecchiaia.  Addurre motivazioni meramente economiche ai suddetti tagli sembra essere il frutto di una politica miope che manca di una strategia di governance chiara e coerente. Inoltre ipotizzare di tagliare così poco tempo dopo l'avvio di tali strutture e senza una valutazione accurata dei risultati raggiunti non è sicuramente frutto di una cultura che sa valorizzare ciò che ha costruito ed implementato negli anni!"

 

 "Esprimo, quindi, - ribadisce Pasini - la mia preoccupazione nel vedere tagliati alcuni nodi della nostra rete sanitaria, che risulterà impoverita e perderà quei virtuosismi, che l'hanno contraddistinta fino ad oggi, causando, con ogni probabilità, un aumento di ricoveri inappropriati nell'area "acuti" con conseguenti costi aggiuntivi. Il nostro modello assistenziale garantiva un proprio equilibrio, magari sottile: in questo modo si rischia di stravolgere l'intero sistema in un processo di non ritorno".

 

"Voglio cogliere - dichiara sempre Pasini - anche questa occasione per ribadire la necessità di ripensare alla salute in termini nuovi che ponga al centro della sanità l'individuo, la famiglia, il territorio e non solo le strutture sanitarie che sono fondamentali ma non sono le uniche determinati della salute di una comunità."

 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -