Forlì, ridotti i permessi di transito alla Ztl per gli elettricisti: protesta del PdL

Forlì, ridotti i permessi di transito alla Ztl per gli elettricisti: protesta del PdL

FORLI' - "Dopo aver incontrato una delegazione di artigiani e amministratori condominiali abbiamo appreso che il corpo di Polizia Municipale ha respinto le domande di rinnovo dei permessi di accesso alle aree Ztl di Forlì per l'anno 2011 presentate da aziende che si occupano di impianti elettrici e di conseguenza forniscono servizi di assistenza, riparazione e manutenzione. Le domande sono state respinte con la motivazione che "non sussistono elementi sufficientemente validi a giustificare il rilascio di deroga permanente per tutto l'anno": è la denuncia di Luca Bartolini,

consigliere regionale PDL, e Alessandro Spada, consigliere comunale dello stesso partito.

 

Tali aziende quotidianamente vengono chiamate ad intervenire, talvolta anche con urgenza e, avendo anche contratti di manutenzione a tempo indeterminato con diversi studi di amministrazioni condominiali che gestiscono anche condomini ubicati nelle Ztl, "dunque appare evidente che nel momento in cui un amministratore le chiama, ad esempio a causa di un condomino o un condominio al buio, sono obbligate ad intervenire tempestivamente. Se dovessero trovarsi nella condizione di dover, prima di ogni singolo intervento, passare ogni volta dal piantone della Polizia Municipale per avere il permesso di accesso alla Ztl (che a volte non lo rilasciano nemmeno per l'intera giornata e, nel caso in cui dovessero tornare da un cliente in un altro orario o da un altro cliente, dovrebbero tornare a richiedere un nuovo permesso), si troverebbero inevitabilmente a sostenere dei costi aggiuntivi a causa del tempo che occorre per recarsi dal piantone di polizia ed ottenere il rilascio. Qualora molte persone, artigiani inclusi, dovessero accedere alle Ztl, esse si troverebbero in massa a fare la coda allo sportello della Polizia Municipale con ulteriore aggravio di tempo e ritardo", criticano i due esponenti del PdL.

 

"Tutti questi costi graverebbero sulle tasche dell'utente finale, poiché le aziende si vedrebbero costrette ad aumentare il costo del lavoro in funzione del tempo perso per ottenere i permessi. Senza dimenticare la tragica realtà in cui versa il centro storico di Forlì, già fortemente penalizzato per tutta una serie di problematiche ben note, realtà che è destinata a peggiorare ulteriormente secondo la scellerata intenzione della Giunta Balzani d'introdurre il sistema di controllo Sirio. Una simile presa di posizione del Comune di Forlì, oltre ad essere penalizzante sia per l'economia delle aziende che per quella del cittadino, appare decisamente poco adeguata, anche in considerazione del periodo di crisi economica in cui versano molti cittadini, in special modo i pensionati".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per queste ragioni chiediamo al Sindaco di Forlì, attraverso un'interpellanza urgente, se non ritenga opportuno, circa il rilascio dei permessi di accesso alle aree Ztl, smettere di fare ostruzionismo nei confronti di chi vi si reca per motivi di lavoro, ripristinando e mantenendo il sistema in vigore sino all'anno scorso, evitando altresì di applicare spese o altri costi aggiuntivi che ovviamente dovrebbero gravare sempre sull'utente finale".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Lucia A.
    Lucia A.

    .. e in tutto questo cosa c'entrano i pensionati?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -