Forlì, Rifondazione Comunista: "Fare chiarezza sulle scorie nucleari"

Forlì, Rifondazione Comunista: "Fare chiarezza sulle scorie nucleari"

FORLI' - Apprendiamo dalla stampa che l'Emilia-Romagna sarebbe una delle regioni individuate dal governo e da Sogin per "ospitare" le scorie nucleari di Trino Vercellese, Saluggia di Latina e di Rotondella di Matera. Questo è quanto sarebbe emerso dall' intercettazione del luglio 2008 fatta dalla Procura di Potenza di diverse telefonate tra l'ex componente del consiglio di amministrazione di Sogin Silvio Cao e il tecnico Giancarlo Ventura.


Alla faccia dei 52 siti papabili per le scorie fatti trapelare da Sogin nei mesi scorsi, l'Emilia -Romagna figurerebbe tra i territori deputati ai rifiuti a più alta intensità. In particolare si farebbe riferimento a Caorso, ad alcune zone dell'Appennino piacentino e - secondo alcune associazioni - a Forlì. Chiediamo al governo Berlusconi e a Sogin di fare chiarezza e di spiegare per bene cosa intendano fare. La vicenda delle scorie dimostra una volta di più quanto sia da rifiutare l'opzione nucleare. E' necessario costruire in tutti i territori interessati un movimento di opposizione contro il tentativo di far pagare alle cittadine e ai cittadini l'ennesimo prezzo, sul fronte della sicurezza e della salute, del nucleare.

 

Nando Mainardi - segretario Prc Emilia-Romagna

Luciano Ruscelli- segretario Prc Forlì

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di MaRcOs
    MaRcOs

    Pecoranera quel LORO HANNO VOLUTO NON STA DA NESSUNA PARTE. lascia stare

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    Sul nucleare c'è da far chiarezza, ma sugli inceneritori che promettono un alto rischio tumorale ( già chiarito) che loro han voluto nella nostra città non si dice niente ? Mi fa vomitare sta cozzaglia di politicanti finti verginelli.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -