Forlì, riforma Gelmini. Anche i metalmeccanici a sostegno di studenti e ricercatori

Forlì, riforma Gelmini. Anche i metalmeccanici a sostegno di studenti e ricercatori

FORLI' - Il Comitato Direttivo della FIOM CGIL di Forlì esprime la "solidarietà e la vicinanza dei lavoratori metalmeccanici al movimento degli studenti e ai ricercatori in lotta contro la riforma Gelmini".

 

"Le manifestazioni di questi giorni, la grande partecipazione e la creatività dimostrata dal movimento - si legge in una nota dell'organizzazione sindacale - confermano che il governo è ormai privo di qualsiasi legittimazione sociale e mostrano un paese dove profonda è ormai la frattura tra il paese reale e il "Palazzo". Questa situazione i lavoratori metalmeccanici la conoscono bene, dal momento che i metalmeccanici hanno dovuto subire un accordo separato il 15 ottobre 2009 e un ennesimo accordo - ovviamente ancora separato - sulle deroghe al contratto il 29 settembre 2010".

 

"Quegli accordi - si conclude la nota della Fiom Cgil - erano e restano illegittimi in quanto non approvati dai lavoratori, firmati da sindacati minoritari e portatori di inutili conflitti dentro le fabbriche. Ci sembra che la riforma Gelmini sia molto simile, anche perché la sua approvazione avverrà probabilmente in un Parlamento blindato e chiuso da una "zona rossa" al paese e al mondo reale. Quella della Gelmini è una riforma senza futuro, come senza futuro sono gli accordi separati".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -