Forlì, Romagna Acque. Di Maio (PD): "Discussione non può essere disputa personale"

Forlì, Romagna Acque. Di Maio (PD): "Discussione non può essere disputa personale"

FORLI' - "L'ambiente è, assieme ai problemi legati alla crisi economica e alle sue ripercussioni sul mondo del lavoro, uno dei temi principali che il Partito Democratico sta affrontando a tutti i livelli. In particolare in ambito forlivese non è di oggi l'attenzione che stiamo dedicando ai temi della "green economy", attraverso i nostri rappresentanti all'interno delle amministrazioni locali, a tutti i livelli. I progetti che si stanno portando avanti in molti comuni delle vallate e nello stesso Comune di Forlì (dove l'autunno coinciderà con l'apertura della stagione della raccolta dei rifiuti "Porta a porta") sono lì a dimostrarlo".

 

Lo ha detto Marco Di Maio, segretario territoriale del Partito Democratico a Forlì.

 

"Sulla questione Romagna Acque - dice il giovane esponente del PD - non si condivide la modalità attraverso la quale il dibattito (legittimo e opportuno) sul futuro di una delle infrastrutture più importanti e strategiche come l'acquedotto di Romagna, è stato portato sull'altare delle cronache dall'ex sindaco Giorgio Zanniboni".

 

"Il piano degli investimenti deliberato dai soci di Romagna Acque sarà sicuramente oggetto di confronto sul piano istituzionale tra gli enti interessati, mentre sul piano politico non mancheranno nelle sedi opportune i momenti di approfondimento interni ed esterni sulle scelte strategiche più adatte a far sì che il territorio romagnolo continui ad essere esempio di avanguardia rispetto ad un tema così delicato e sensibile come quello dell'acqua."

 

"Peraltro - conclude Di Maio - in Romagna la risorsa idrica, grazie alle scelte lungimiranti fatte in passato e della cui gloriosa tradizione gli attuali amministratori sono portatori, è e sarà sempre una risorsa pubblica anche in virtù delle scelte tecniche e politiche operate negli anni recenti. La discussione sugli investimenti futuri dell'azienda, che deve vedere Forlì assumere un ruolo di protagonista anche in un'ottica di riequilibrio degli investimenti e di garanzia di maggior erogazione di acqua di Ridracoli verso le città principali (a cominciare da Forlì e Cesena), non può essere trasformata in una disputa di carattere personale che nulla ha a che vedere con l'effettivo sviluppo dell'azienda"

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -