Forlì, Rondoni (PdL) chiede la riqualificazione di viale della Libertà

Forlì, Rondoni (PdL) chiede la riqualificazione di viale della Libertà

FORLI' - Alessandro Rondoni, coordinatore Pdl e Udc in Consiglio Comunale a Forlì, mercoledì 13 ottobre alle 10.30 al "Bar del Viale" (viale della Libertà, 52) incontra i cittadini in un caffè-colazione e illustra le proposte di recupero di viale della Libertà.

 

"E' un viale dimenticato da troppo tempo - afferma - questa bella zona centrale della città merita maggiore attenzione, anche perché è il biglietto da visita per chi arriva a Forlì in treno. E' necessario sistemare l'asfalto dei marciapiedi, in più punti sconnesso, le panchine in pietra, le aiuole, gli alberi, liberare la zona della stazione dalle biciclette abbandonate, dotare il viale di una migliore illuminazione serale, fino ad arrivare a sistemare il Parco della Resistenza che si affaccia sul vicino piazzale della Vittoria. Non è stato neanche risolto il problema del parcheggio per i pendolari. E' opportuno inoltre ripulire i monumenti e mantenere il loro stile architettonico così come la storia ce li ha consegnati>. Rondoni ricorda di aver recentemente chiesto, con un'interrogazione al Sindaco, chiarimenti sulla presenza nell'area ex Mangelli, anche sotto terra, di sostanze inquinanti, tra cui l'amianto, e di aver appoggiato la petizione dei cittadini sullo smaltimento dei cumuli di rifiuti in quell'area, «per cui - afferma - ho ringraziato anche il Sindaco e l'assessore per l'intervento svolto".


All'incontro in viale della Libertà partecipano fra gli altri Angelo Sampieri, capogruppo Pdl in Consiglio Comunale, Riccardo Sbarzaglia, promotore della petizione per liberare l'area ex Mangelli dai cumuli di rifiuti, e Aurelio Angelucci, il popolare Tugnaz della Compagnia dialettale del Cinecircolo del Gallo. Sarà anche ricordato l'ordine del giorno a favore del referendum per la Regione Romagna.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    a parte la propaganda del pdl un filo di verità sul tema del viale della libertà c'è. abolita (credo) l'idea di sostituire i semafori con le rotonde, occorre trovare risorse per la manutenzione. er quanto riguarda i parcheggi mi spiace smentire matteol ma concordo con rondoni, il parcheggio lato imps è insufficiente in puona parte dell'anno, soprattutto nel periodo senttembre dicembre e marzo giugno. io mi muovo prima ma chi parte dopo le otto fa fatica a trovare posto se non parcheggiando nei corselli o o addirittura sui marciapiedi. se i vigili passassero più spesso in quel parcheggio, riempirebbero le casse. dall'altraparte invece dove ci sarebbe addirittura l'accesso diretto al binario 1 c'è il parcheggio a tempo dei portici inutilizzabile per chi lavora o studia lontno

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    "Non e' stato risolto il problema del parcheggio per i pendolari"? Quindi Rondoni non si e' mai accorto dell'enorme parcheggio alla sinistra della stazione, dove ci sono sempre posti liberi? Complimenti.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -