Forlì, Rondoni (Pdl-Udc) contro il manifesto anti-finanziaria: ''E' propaganda''

Forlì, Rondoni (Pdl-Udc) contro il manifesto anti-finanziaria: ''E' propaganda''

FORLI "- E' grave avere usato il Municipio come vetrina per la propaganda". E' quanto ha affermato Alessandro Rondoni, coordinatore Pdl e Udc in Consiglio Comunale, in merito alla decisione dell'amministrazione comunale di esporre un telo contro i tagli agli Enti Locali imposti dalla Finanziaria del Governo.

 

"Non è un bel gesto e scredita l'istituzione - ha evidenziato Rondoni -. Invece invito il Sindaco e la Giunta a venire in Consiglio Comunale a proporre le loro tesi, la loro protesta e a confrontarsi nella civile dialettica democratica". Il capogruppo Pdl e Udc in Consiglio Comunale ha poi aggiunto: "Via subito quel manifesto offensivo esposto sul Palazzo Comunale e non rispettoso dell'istituzione Comune che, ricordo, è la casa di tutti i cittadini forlivesi e non solo di una parte politica".

 

"Chi è il responsabile della comunicazione in Comune? - si è chiesto Rondoni -. Questa è solo propaganda. Avevo chiesto con un question time di aggiungere l'immagine di Asia Bibi, la donna pakistana di religione cristiana condannata a morte nel suo Paese per blasfemia, si è detto di no e ora invece spunta fuori questo manifesto di parte".

 

Secondo il coordinatore Pdl e Udc "non è un bel modo di ascoltare e rispettare la minoranza politica e soprattutto si cerca di nascondere con slogan contro il Governo la propria incapacità di amministrare la città, come risulta evidente dagli insuccessi di questi giorni dove è chiaro che Forlì conta poco e sempre meno nel contesto territoriale".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    E lo dice proprio lui che da anni ha il suo ridicolo baracchino propagandistico nella stessa piazza? Rondoni deve solo ritirarsi e lasciare il posto a qualcuno più giovane e più capace, altrimenti l'opposizione a Forlì non combinerà mai nulla.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -