Forlì, Rondoni torna a chiedere una lapide per gli italiani uccisi in Iraq e Afghanistan

Forlì, Rondoni torna a chiedere una lapide per gli italiani uccisi in Iraq e Afghanistan

FORLI' - Alessandro Rondoni, coordinatore Pdl e Udc in Consiglio Comunale, esprime cordoglio e vicinanza alle famiglie dei militari italiani uccisi in Afghanistan e chiede al Sindaco che nel prossimo Consiglio Comunale ne sia onorata la memoria. "In questo momento di dolore - afferma Rondoni - siamo vicini alle famiglie dei due militari uccisi e a quelle dei feriti in un attentato in Afghanistan. Già lo scorso settembre, su mia proposta, il Consiglio Comunale di Forlì onorò i sei militari italiani uccisi allora".

 

Il coordinatore Pdl e Udc chiede quindi che "sia espressa vicinanza alle persone che offrono la vita in condizioni così difficili per portare la pace in regioni dove vi sono lotte e conflitti". Rondoni aggiunge inoltre: "Credo sia giusto ricordare anche la figura di Marco Briganti, il militare forlivese morto durante la missione in Iraq il 31 maggio di cinque anni fa, e il prezioso contributo del 66° Reggimento Trieste di stanza a Forlì recentemente rientrato dalla missione in Libano. Si chiede infine che, il 2 giugno Festa della Repubblica, venga collocata sulla torre civica la lapide per ricordare il sacrificio dei militari italiani uccisi, che era stata preannunciata nel Consiglio Comunale del settembre 2009".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -