Forlì: Rondoni 'invade' il Comune', in 600 al lancio della campagna elettorale

Forlì: Rondoni 'invade' il Comune', in 600 al lancio della campagna elettorale

Alessandro Rondoni accolto dall'entusiasmo dei suoi sostenitori

FORLI' - Alessandro Rondoni lancia la sfida a Roberto Balzani. Il candidato sindaco indipendente sostenuto da Pdl e Udc, ha aperto giovedì sera con un bagno di folla la sua campagna elettorale. Una serata nella quale l'ex direttore del settimanale "Il Momento" ha coniugato parole d'ispirazione per gli oltre 600 sostenitori presenti ed accenti polemici nei confronti del suo principale avversario: "Il nostro non è un film comico o dell'orrore, noi siamo vita vera".  

 

> GALLERIA FOTOGRAFICA 
> RONDONI vs BALZANI: SONDAGGIO    

 

A condurre la serata l'amico e collega di Rondoni, Roberto Zoli, giornalista di Rai Tre e presidente del Circolo della Stampa di Forlì-Cesena. Che subito ha chiesto al candidato sindaco perché abbia scelto di candidarsi. "L'ho fatto perché me l'hanno chiesto, l'ho fatto per stare in mezzo a questa gente - ha detto indicato la vasta platea che lo ha accolto in Salone comunale -. Questa è la Forlì che vogliamo. Forlì ha bisogno di una nuova classe dirigente, di nuove figure". E poi, ha aggiunto Rondoni, "in ogni democrazia che si rispetti, l'alternanza è indispensabile".

 

Rischio implosione. Per dare il senso dell'esigenza di cambiamento che Rondoni avverte, l'ex direttore de "Il Momento" ha citato Piergiuseppe Dolcini, presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. "Alla nostra città serve un cambiamento generazionale - ha detto - non vogliamo rimanere fermi ai vecchi schemi"; e qui Rondoni ha ricordato le parole di Dolcini, che tempo fa ha messo in guardia la città sul rischio di "fermarsi, di implodere".

 

I partiti. Rondoni, parlando con l'accompagnamento della diretta televisiva sul monitor alle sue spalle, ha invocato "meno palazzo e più sobrietà" nell'attività amministrativa e fatto appello a "più società per una Forlì libera". A questo proposito ha voluto ringraziare "i partiti del centrodestra (i cui leader locali erano tutti presenti in prima fila, ndr) perché hanno fatto a me una proposta che è costata a loro un passo indietro". Rondoni ha voluto specificare, riferendosi ai leader dei partiti, che "nessuno di loro qui ha il mal di pancia per questa scelta, mentre sappiamo bene cosa avviene nello schieramento che a noi si contrappone".

 

Una gamba sola."I cittadini non vogliono un sindaco chiuso dentro al palazzo - ha rilanciato Rondoni - ma un sindaco tra la gente e con la gente". Per questo, ha ribadito, "mi sono chiamato fuori dalle dispute dei partiti". Da qui parte l'attacco alla coalizione di Roberto Balzani. "Forlì cammina da troppi anni con una gamba sola, la sinistra: ma questo significa camminare zoppi, è ora di cambiare".

 

Senza mai citarlo, Rondoni ha attaccato il suo principale rivale anche sulla scelta della comunicazione politica. "Il nostro non è un film comico o dell'orrore - ha scandito alla folla - il nostro film è vita vera". Poi di nuovo l'attacco ai partiti e agli "apparati", spiegando che "io sono candidato a sindaco e non aspiro ad incarichi di partiti; giro la città e sono al servizio dei cittadini; le vicende dei partiti non mi interessano".

 

Nadia Masini. A questo punto è arrivata, un po' a sorpresa, la ‘difesa' da parte di Rondoni del sindaco Nadia Masini. "Da cittadino non sono contento che il nostro sindaco sia stato screditato e che per sei mesi non abbia potuto godere della sua autorevolezza nei vari livelli istituzionali; questo è stato un danno per la città". Il riferimento va alla vittoria alle primarie del Pd di Roberto Balzani, che ha sconfitto proprio il sindaco in carica, Nadia Masini.

 

Giovanni Paolo II. Rondoni ha saputo anche toccare l'animo e la sensibilità del suo pubblico privilegiato, quello di estrazione cattolica, ricordando che il 2 aprile di quattro anni fa moriva Papa Giovanni Paolo II, che tra gli applausi delle centinaia di forlivesi presenti ha definito "un campione di libertà". "Io ho voluto che a Forlì nascesse piazza Giovanni Paolo II e sono onorato di presentarmi alla città nel suo anniversario".

 

Il muro.Vent'anni fa, poi, cadeva il muro di Berlino. Dopo quella data storica, ha aggiunto Rondoni, "è giunto il momento che cada anche il muro di Forlì". "Il mio pensiero - ha aggiunto - in questa fase di grande crisi va alle persone povere, alle persone in difficoltà; e raccogliendo l'appello che domenica la massima autorità morale, il vescovo, ha rivolto alla città, una quota dei fondi che raccoglieremo in questa campagna elettorale sarà destinata ad aiutare queste persone". Insomma, ha aggiunto, "se sosterrete me, sosterrete la solidarietà" alle persone in difficoltà.

 

Vittime della strada. La serata si è sviluppata, poi, con alcune domande di rappresentanti della ‘società civile', che hanno dato l'occasione a Rondoni di parlare, nell'ambito della risposta sui giovani, anche di sicurezza stradale. "Tutti i giorni si combatte una guerra sulle strade, e ogni tanto succede che uno dei nostri ragazzi cade: voglio rivolgere stare un pensiero a Serena, vittima proprio oggi di un incidente mortale, e ad Alice Valenti. Forlì deve essere una città più sicura anche sulle nostre strade". 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proposte. Rondoni nel suo intervento, più volte interrotto da scroscianti applausi della folla, ha tra le altre cose proposto di cambiare l'assetto di piazza Guido da Montefeltro, per ricavarne un parcheggio interrato. Ha promesso che il centro storico sarà il primo tema al quale da sindaco metterà mano, investendo prima di tutto sul coinvolgimento dei cittadini e dei privati che vogliono organizzare manifestazioni in piazza. E poi ha assicurato che non lascerà andare la "cartolina di Forlì, la nostra bellissima basilica di San Mercuriale con il suo chiostro abbandonato al degrado". 


Commenti (28)

  • Avatar anonimo di Anonimo Romagnolo
    Anonimo Romagnolo

    Be', l'unica cosa buona del restringere le strade, è che forse smetteremo di avere i suv che girano per il centro .... Scherzi a parte, in molte città europee è stato sceltoil restringimento di carreggiata per limitare la velocità dei veicoli, il problema è che si parla di strade larghe come tutto piazzale della vittoria che vengono strette a due corsie larghe ognuna come tutto corso della repubblica. Chi non è abituato a guidare sullo stretto, rallenta per forza. Ma noi, abituati già da anni a guidare su strade strette come piste ciclabili, e ristrette ulteriormente dalla presenza proprio delle piste (molto raramente usate dai ciclisti), non ci penseremmo nemmeno a ridurre la velocità, lanciandoci piuttosto in spericolate manovre acrobatiche per scansare al pelo gli altri utenti della strada. La soluzione comunque, sarebbe semplice: evitare alle automobili di dover ogni volta attraversare il centro, costruire canali di viabilità che colleghino le varie parti della città, e non come quella porcheria che va da villanova al cimitero, che porta il limite dei 50, ma un sistema tangenziale fatto bene, così si ridurrebbe il rischio di sinistri stradali, soprattutto per pedoni e biciclette. Ma chi da 50 anni occupa la stessa poltrona, è troppo impegnato a difendere i propri interessi di parte, la novità, effettivamente, può arrivare solo da chi non ha nulla da perdere.

  • Avatar anonimo di nibbio
    nibbio

    partendo dal fatto che voterei un canditato del centro-destra (quasi) a priori, ogni dubbio sulle dubbie capacita di balzani me lo sono tolto (e penso che se lo siano tolti tutti i 600 presenti) quando all'argomento "sicurezza e incidenti sulle strade" ha risposto "non si possono diminuire gli incidenti con gli autovelox o con più severita da parte delle forze dell'ordine: rimpiccioliamo le strade!" lascio a voi il beneficio del dubbio, se ritenere questa affermazione geniale e innovativa o "sintomo di abbondande ignoranza". io da parte mia ritengo che con strade più strette non solo aumenterebbe il traffico, gia un problema esistente a Forlì, ma aumenterebbero anche gli incidenti!

  • Avatar anonimo di Roberto S
    Roberto S

    @Anonimo Romagnolo Vedo che come me sei più interessato a capire ciò che i candidati propongono e si impegneranno ad attuare, piuttosto che alla loro storia personale, i partiti che li sostengono ecc. ecc. Credo che se tutti noi cittadini facessimo questo tipo di domande, piuttosto che dare "fiato alle tastiere" per non scrivere nulla di concreto i nostri futuri amministratori avrebbero anche loro più concretezza... un esempio? 1977nmfg... Comunque non sono CP... Chiedo scusa per il ritardo con cui ho postato!

  • Avatar anonimo di 1977nmfg
    1977nmfg

    BASTA SINISTRA NULLAFACENTE E CHIACCERONA! FORLI STORICAMENTE ROSSA...BE SI VEDONO I DANNI!! ORA BASTA !!!

  • Avatar anonimo di Anonimo Romagnolo
    Anonimo Romagnolo

    Chiedo scusa a tutti, intervengo non per suscitare sterili polemiche, ma per condividere con tutti una mia personale considerazione sulla politica locale, il più possibile scevra da vassallaggi partitici. Ritengo, personalmente, che la scelta di chi debba amministrare la mia città non sia una scelta strettamente politica, ma amministrativa, come l'elezione di un presidente di CDA in una società. Mi interessa non tanto che il candidato difenda una o l'altra bandiera, che sia indipendente o legato mani e piedi ad uno o più partiti, ma che porti qualcosa di buono per i cittadini. Anche la Costituzione italiana, alla quale tutti quanti in qualche modo dobbiamo guardare, chiama queste elezioni "amministrative", proprio per differenziarle dalla connotazione strettamente politica e di indirizzo generale del Paese che è propria delle elezioni nazionali. Per questo, di tutti gli interventi che ho letto fin'ora, mi associo a quello di Roberto S (ma sei lo stesso Roberto che conoscevo con il nome di CP?), che in tutta la questione chiede esplicitamente (e ti invito a farlo pubblicamente, negli incontri, nei comizi, sui giornali) che cosa questi candidati abbiano intenzione di fare per la nostra città, per i suoi annosi problemi, che non sto a rielencare qui, e per i suoi cittadini, che spesso sono stati scontenti dall'impostazione decisionista di alcune amministrazioni precedenti. Chiedo, se possibile, di arginare la sterile polemica di bandiera (è meglio uno, è meglio l'altro), ma di esprimersi insieme, per selezionare alcuni argomenti sui quali interrogare tutti i candidati (e, se vogliamo, non solo questi due), per capire cosa potranno e vorranno fare alla conclusione della tornata elettorale, se si troveranno sulla sedia del primo cittadino. Mi scuso ancora, anche per la lunghezza del post. Anonimo Romagnolo

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Ale83 non voleva essere una polemica la mia ma solo una consderazione sul fatto che in poche ore avessero tolto l'articolo dalla home page (era tra quelli + visti), proprio perchè ritengo che i candidati debbano avere la stessa visibilità e a Balzani è stato dato molto risalto settimana scorsa, noto comunque che l'articolo è tornato in home page.

  • Avatar anonimo di ale83
    ale83

    Paolo1 (forse) sarà come dici te..ma vai a guardare i sondaggi..sembra che non sia propio come pensi te. mi riaggancio a ciò che dice la Sig.ra Maria Teresa Vaccari e le dico che c'é il SUPPORTO a Rondoni e non LA CANDIDATURA del partito come avviene per il PD. Sono 2 cose totalmente diverse; anche se annoto che Rondoni si candida per l'area di centrodestra. La sua candidatura é come SINDACO e il progetto é sicuramente ben sistematico e "di ampio respiro". Per quanto riguarda la "diretta" su Teleromagna..beh vorrà dire che molti forlivesi non avranno visto la diretta dei candidati del PD. MI RIPETO: SPERO BENE CHE IL 6-7 GIUGNO CI SIA UNA SVOLTA STORICA!! BASTA CON LA SINISTRA A FORLI'!

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Rondoni purtroppo non hai speranze, già romagnaoggi ti ha tolto dalle notizie della homepage

  • Avatar anonimo di mtvaccari
    mtvaccari

    Sinceramente non penso che la presunta indipendenza di Rondoni sia un valore aggiunto. Innanzitutto questa indipendenza non la vedo. In prima fila c'erano tutti i dirigenti dei partiti che lo sostengono, sul sito ci sono bene evidenti i simboli "Berlusconi presidente" e "Casini presidente", le foto che sono circolate fino ad oggi hanno sempre sullo sfondo lo stemma scudocrociato di democristiana memoria. Inoltre come pensa di poter governare con partiti da cui si dichiara indipendente che decidono per lui le alleanze, i candidati e il programma? Vuole fare il sindaco o il portavoce? Non credo che, soprattutto in un comune capoluogo, ci si possa candidare a sindaco senza un progetto politico di lungo periodo e di ampio respiro. Mentre Rondoni era in comune ad inaugurare la sua campagna elettorale, a Teleromagna andava in onda un incontro con tutti i candidati del PD del comprensorio forlivese; se vogliamo superare la crisi economica e sociale, l’unica strada possibile è unire le forze e lavorare insieme, comuni grandi e piccoli. E il centrosinistra ha la possibilità e la capacità di farlo grazie anche all’ampio consenso che la candidatura di Roberto Balzani ha raccolto tra i candidati dei comuni forlivesi e le altre forze politiche del centrosinistra. Maria Teresa Vaccari

  • Avatar anonimo di nando
    nando

    ...ha citato Piergiuseppe Dolcini, presidente della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. "Alla nostra città serve un cambiamento generazionale - ha detto - non vogliamo rimanere fermi ai vecchi schemi"... Citare l'inamovibile Dolcini come propugnatore di cambiamenti generazionali è un po' come sentir dire a Pippo Baudo che che la tivvù ha bisogno di volti nuovi. Il fatto che sia Balzani che Rondoni abbiano fra i propri numi tutelari l'avvocato è quanto meno inquietante...

  • Avatar anonimo di emanuele
    emanuele

    LE VERE ELEZIONI A FORLI' COME A CESENA A RIMINI E A RAVENNA SONO LE PRIMARIE DEL PD. non che Balzani sia meglio di Rondoni. solo la Romagna è rossa e il Pd vince sempre. Lo dico anche se io sono di destra..

  • Avatar anonimo di innominato
    innominato

    fosse vero mandare a casa i compagni, ne vedremmo dei fuggi fuggi

  • Avatar anonimo di Roberto S
    Roberto S

    carissimi... ho assistito indirettamente alla presentazione di Balzani come a quella di Rondoni... fra i due il meno conservatore pare sia Balzani in quanto si è imposto a dispetto di una parte importante della dirigenza DS, e per questo sta conducendo una "rivoluzione" politica che a Forlì ora come ora l'opposizione di Destra non è assolutamente in grado di fare per incapacità politica. Detto questo sono ancora in attesa di capire dai due candidati (ma siamo sicuri che non spuntino altri cavalli a questa corsa) come intendono risolvere problemi aperti come: Aeroporto: chiuderlo o potenziarlo? Università: migliorare l'offerta di servizi o mantenere le posizioni attuali? Politiche Sociali: quali interventi programmare ed attuare per gli anziani? E per i bambini? E per i giovani? E per la scuola? Lavoro: come sostenere le aziende? E i lavoratori in difficoltà? Ambiente: come affrontare il problema dell'inquinamento? Viabilità: come rendere sicura Forlì? quali soluzioni? Centro Storico: come stimolare un risveglio culturale ed economico del nostro centro storico? Grandi opere: come affrontare il progetto della Via Emilia Bis (direzione Cesena)? Quali progetti saranno studiati e proposti per il bene di Forlì Territorio: come organizzare un intervento comune delle realtà Romagnole coordinando tra i vari comuni romagnoli un unico progetto di sviluppo? Fiera: chiuderla o potenziarla? Hera & RomagnaAcque: come risolvere il problema di una gestione di un servizio pubblico reso ormai impresentabile dalla gestione di Società per Azioni, che non sempre fanno il "bene" dell'utente (scusate cliente)? IPER: come risolvere questa grana? Bene questi sono solo alcune domande alle quali i candidati devono dare precise risposte... per capire dove vogliono portare Forlì nei prossimi anni. Tutto il resto non conta e sono solo chiacchere da bar fra tifosi... Buona giornata!

  • Avatar anonimo di ale83
    ale83

    mi scuso con tutti per i miei errori grammaticali e di ortografia. Gessica penso che tu sappia benissimo chi sono; detto questo ti dico che la differenza di Sandro é proprio lì sotto i tuoi occhi. LUI SI CANDIDA PERCHE' GLI E' STATO CHIESTO E PERCHE' HA A CUORE LA SUA CITTA'! C'é tantissimo lavoro da fare per questa città, non bisogna fermarsi alla bandiera, basta con queste ipocrisie di partito, ormai la gente é stufa E IERI SI E' VISTO! Giusto per curiosità Gessica e altri sostenitori del PD vorrei farvi notare una semplice cosa, andate nella galleria fotografica e ditemi se per caso vedete le bandiere del PDL o dell'UDC non'é così...vedrete solo RONDONI SINDACO. Io come tutti spero bene che Sandro vinca le elezioni, e citando una bellissima battuta di Rondo vi dico:"QUESTO NON'E' UN FILM E' VITA VERA!" ...FORLI' E' VERA! richiudo questa parentesi e tornerei ai commenti sull'argomento..e non altri commenti fuori tema.

  • Avatar anonimo di Mirko Morelli 79
    Mirko Morelli 79

    a me caro SS71 pare proprio di poter dire che mai come in questa campagna elettorale manchino i contenuti. per forza poi si parla d'altro...nel primo confronto Balzani/Rondoni era praticamente impossibile trovare anche piccole differenze tra i 2...

  • Avatar anonimo di SS71
    SS71

    cara masticatrice gessica rinnovo l'invito a non fermarci su "sciocche" critiche persino ortografiche..."si troverebbe in balia" scrivi che "decideranno per lui..?" ma su cosa? come? mi pare che non si entri nel merito di niente!! Ma insomma cosa c'è che non sta/va bene su COSA (e parlo di contenuti) non si è d'accordo.Stiamo sul pezzo e non parliamo di aria fritta. Ieri sera sono state lanciate diverse novità! Quindi???

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    gessica.. in materia di dipendenza dai partiti il pd non deve iparare da nessuno...

  • Avatar anonimo di Gessica
    Gessica

    @ale83 è preoccupante non solo quello che scrivi, ma "come" lo scrivi. Non fai una gran servizio a Rondoni...è meglio per te se ti metti a studiare un pò di italiano. E comunque, se avessi masticato un pò di politica ti renderesti conto che se dovesse amministrare (cosa che non mi auguro) Rondoni si troverebbe in balia delle forze politiche che lo hanno sostenuto e che decideranno per lui assessorati e linea politica...altro che indipendenza. La sua sarà alimentazione forzata...

  • Avatar anonimo di ale83
    ale83

    sono MOLTO contento di vedere gente come benni SS71 e paolone che la pensi come me... Non volevo andare fuori tema e/o essere polemico, ma per chi divente la sinistra vorrei farvi giusto notare che il vostro amato goveno ha durato 2 anni....quindi é meglio non tirare in ballo le forze politiche a livello nazionale (PER LA VOSTRA IMMAGINE). Per quanto riguarda Sandro lui corre da solo PER FORLI'...LUI NON IL PDL O L'UDC... invece l'amato Balzani corre per il PD. RAGIONATECI BENE... QUI SI PARLA DI VOTARE IL NOSTRO PROSSIMO PRIMO CITTADINO DI FORLI' CHE PENSI ALLA PROPIA CITTA' E NON AGLI ORDINI CHE GLI DA IL PARTITO.

  • Avatar anonimo di emanuele
    emanuele

    Neanche con Obama la destra vincerebbe a Forlì.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @paolone spostare le questioni dai fatti alla persone è banale, facendo come fai tu, direi che il tuo è il livore di chi da 35 anni perde ogni volta, e non ha più ideologie di riferimento. Ma preferirei tu rispondessi sui fatti, e sui dati. La tua teoria, poi che la sinistra sia stanca del suo governo mi sembra, francamente, una tua speranza senza particolari riscontri concreti. Caro Paolone, continuo a pensare che i cittadini siano liberi di scegliere chi votare. Lo so è ideologico, ma si chiama democrazia, e rispetterò il loro voto chiunque vinca, non parlerò di brogli, nè di muri che si alzano o cadono. Quanto alla chiusa, consentimi da non credente un romagnolo At salut

  • Avatar anonimo di paolone
    paolone

    Rispondendo a Vico, pare evidente che il tuo giudizio su Rondoni è viziato da ideologia decaduta, livore da "si salvi chi può" e la presunzione che la sinistra sia sempre meglio della destra... posto che la sinistra al governo a Forlì ha stancato la stessa base del suo partito, da decenni esclusa dalle stanze di potere. Caro Vico, prova a pensare che dopo 35 anni un'alternanza di potere è sacrosanta e doverosa. Amen

  • Avatar anonimo di SS71
    SS71

    il tono e il livello delle argomentazioni sempre e solo CONTRO non sono mai utili a nessuno!!!! Occorre prendere atto di un fatto che è successo e che parla da solo...in 600??in 700??NO molti di più era pieno il salone comunale, la scalinata e l'ingresso fino in piazza. Che altro dire? E' necessario ascoltare come anche criticare in modo costruttivo. Ieri è stato fantastico veramente un POPOLO!

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    Rondoni PER Forlì Forlì PER Balzani Un semplice paragone degli slogan .. per capire che dopo tanti anni è giunta l'ora che la società si riappropri degli spazi che i partiti gli hanno occupato Paradossalmente questo è lo stesso motivo che ha portato Balzani a vincere le primarie.. ma credo che la cura sia peggio del male .. lavorare con un apparato amministrativo creato in oltre 40 anni di giunte di sinistra sarà difficile per qualunque Sindaco .. Allora meglio sostenere Rondoni slegato completamente dai Partiti che non deve rispondere a logiche ed equilibri di potere decisi nelle segreterie e non nel Consiglio comunale Alla gente interessa la vita quotidiana non le classifiche che si leggono sui giornali: mandereste dei bambini da soli in Piazza Saffi di sera? E basta con questa storia dell'imbarbarimento di destra : siamo in una democrazia e la gente va a votare liberamente anche se a chi continua a credersi superiore questo da fastidio La cosa importante è avere spazi di dibattito e di confronto

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    Al candidato Rondoni sfugge che il muro di Forlì ha tenuto fuori dal nostro sistema sociale l'imbarbarimento del paese promosso dai governi di destra che tentano di scardinare il welfare e la qualità della vita che rendono la nostra città un'eccellenza nel panorama nazionale. Leggere le classifiche di quei comunisti del sole24ore di confindustria o di italia oggi potrebbe essere utile. Quanto alle gambe, temo che con chi l'appoggia, se Rondoni vincesse, più che bipedi diverremmo paraplegici. Carina la battuta sul film di Balzani, ma non mi è sembrata spettacolare neanche la sua, d'immagine, con un volantino bruttino, con un fascione rosso che faceva tanto reduce di rifondazione e, sullo sfondo della piazza, in evidenza un lampione fascista. Concordo con lui , invece, sul giudizio su Nadia Masini, ma per dirla con Tennison: "L'autorità dimentica un re morente"

  • Avatar anonimo di ale83
    ale83

    ringrazio il commento di alexgreco perché da ciò si capisce la mentalità media della sinitra forlivese. 1- Balzani parla a nome del PD e non a nome suo a differenza di RONDONI che parla per conto suo. 2-La gamba destra difficilmente zoppicherà come i tanti anni di Sinistra che hanno portato la città di Forli' in queste condizioni....pessime. 3-Sinceramente se il commento sul sindaco di Forli' non lo apprezzi, beh vuol dire che tieni di più al partito preso rispetto alla carica che si candida, cioé IL SINDACO. 4-Il muro che parli te é quello che ha tirato giù Balzani nei confronti della Masini...SPERO BENE CHE VENGA GIU' TUTTO IL MURO. SPERANDO CHE LA GENTE CAPISCA A GIUGNO AVREMO UN SINDACO E NON UN POLITICO.

  • Avatar anonimo di alexgreco
    alexgreco

    1)"Forlì ha bisogno di una nuova classe dirigente, di nuove figure" 2)"Alla nostra città serve un cambiamento generazionale" queste dichiarazioni non dicono niente di nuovo rispetto a quanto affermato da Balzani in tempi non sospetti, e cioè prima delle primarie del PD, e perciò mi chiedo perchè possa essere possibile a Rondoni e non a Balzani; quanto meno Balzani ha anche dimostrato con i fatti, attraverso una base di gente partecipe e che non è rimasta indifferente, a volere tentare un radicale e sostanziale cambiamento rispetto al passato! "Forlì cammina da troppi anni con una gamba sola, la sinistra: ma questo significa camminare zoppi, è ora di cambiare" come fa Rondoni a dire che la gamba destra non zoppicherà come la sinistra, potrebbe anche accadere che la gamba destra avrà problemi maggiori, e fare perciò danni maggiori (se guardiamo la gamba destra del governo nazionale si capisce che i passi che fa sono addirittura all'indietro) ; e perciò si potrebbe dare invece fiducia a quella gamba che bene o male ha mantenuto un cammino cittadino in avanti, a patto che gli vengano rinnovati e sostituiti tutti i muscoli ormai logori e compromessi, con muscoli giovani e slegati dalle logiche dei vecchi poteri. "Da cittadino non sono contento che il nostro sindaco sia stato screditato .." questo "amo con esca" se lo poteva risparmiare... e spero che non abbocchi nessuna trota ex DS ed ex Margherita... poteva utilizzare qualche argomento propositivo e politico di altra natura. Ed infine credo che sia arrivato un pò in ritardo con il piccone... il "muro di Forlì" è stato già demolito da Balzani il 14 dicembre...non gli rimane che attendere qualche settimana perchè grazie al "piano casa" che è in dirittura d'arrivo, potrà demolire il muro della sua casa ed allargarsi di una stanza...!

  • Avatar anonimo di ale83
    ale83

    Grandissima serata..Grandissimo Rondoni...non 600 ma più di 700 FORLIVESI...comunque sia SIAMO CON TE RONDOOO!!! - CON RONDONI PER FORLI' -

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -